• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Attualità > Mondo > Yemen, la sorte di una madre di 23 anni è nelle mani degli huthi

Yemen, la sorte di una madre di 23 anni è nelle mani degli huthi

Asmaa al-Omeissy, 23 anni e madre di due figli, è stata condannata a morte il 30 gennaio dello scorso anno da un tribunale degli huthi, il gruppo armato che controlla parte dello Yemen.

La sua storia è paradossale. Il 7 ottobre 2016 è stata arrestata dalla coalizione a guida saudita, che dal marzo 2015 bombarda lo Yemen, e interrogata sulle attività di suo marito, sospettato di avere legami con al-Qaida.

Rilasciata, è tornata nella capitale Sana’a, dove gli huthi l’hanno arrestata per “collaborazione col nemico”.

Insieme a suo padre, Matir al-Omeissy, e a due vicini di casa, Saaed al-Ruwaished e Ahmed Bawazeer, ha subito torture. In primo grado il padre è stato condannato a 15 anni, lei e gli altri due imputati a morte.

Il processo di primo grado si è svolto senza avvocati difensori. Solo dopo il verdetto Asmaa ha potuto incontrarne uno, che ha fatto ricorso contro la condanna a morte.

La decisione finale arriverà il 4 febbraio.

Su Asmaa pende anche una condanna a 100 frustate per “atti indecenti”, per essere salita a bordo di un’automobile con al-Ruwaished e Bawazeer.

La speranza è che, se le condanne non saranno annullate, Asmaa e gli altri tre prigionieri possano rientrare nello scambio di prigionieri concordato il 13 dicembre in Svezia nell’ambito dei negoziati di pace promossi dalle Nazioni Unite.

Questo articolo è stato pubblicato qui

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.



    Pubblicità




    Pubblicità



    Palmares

    Pubblicità