• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Tribuna Libera > Rom Camping River: la falsa notizia de "Il Giornale" sul centro estivo (...)

Rom Camping River: la falsa notizia de "Il Giornale" sul centro estivo chiuso per far spazio a un centro di accoglienza per famiglie rom

ROM CAMPING RIVER: LE BUGIE DELLA LEGA CON SALVINI E DI FABRIZIO SARTORI

JPEG - 1 Mb
ROM CAMPING RIVER MANIFESTAZIONE A MONTECITORIO 2 AGOSTO 2018
Il quotidiano, denominato IL GIORNALE, ha diffuso, in data 5 agosto 2018, la falsa notizia che le SUORE di Via di Santa Cornelia n. 150, Roma, avrebbero offerto ospitalità alle famiglie di etnia Rom, sgomberate dal Camping River in data 26 luglio 2018.
PNG - 599.7 Kb
ROM CAMPING RIVER MANIFESTAZIONE A MONTECITORIO 2 AGOSTO 2018
Questo è l'articolo diffuso nazionalmente con le false informazioni di Fabrizio Santori, esponente capitolino della "Lega con Matteo Salvini", e Riccardo Corsetto, responsabile della Sezione di Ponte Milvio:
 
http://www.ilgiornale.it/news/cronache/lega-centro-estivo-bimbi-delle-suore-chiuso-far-spazio-ai-1562081.html
 
Inevase le richieste con diritto di replica e smentita inoltrate da Associazione Nazione Rom (ANR) ad IL GIORNALE diretto da Alessandro Sallusti: risulta violata la legge sulla stampa n. 47, approvata, in Italia, nel 1948.
 
Gli esponenti capitolini della "Lega con Matteo Salvini" Fabrizio Sartori e Riccardo Corsetto hanno diffuso, irresponsabilmente, false informazioni circa i centro estivi gestiti dalle Suore di Via Santa Cornelia n. 150, Roma con le quali si afferma che sono stati cacciati dei bambini per far posto alle famiglie rom sgomberate dal Camping River. Invitamo a non strumentalizzare la vita dei bambini rom e non rom. I bambini sono tutti uguali e vanno trattati con rispetto.
Abbiamo appurato la falsità delle informazioni diffuse: nostri delegati si sono presentati, il 5 agosto, dalle Suore, ricevendo risposta al citofono di Via Santa Cornelia 150: "andate via o vi denuncio".
 
JPEG - 905.8 Kb
ROM CAMPING RIVER MANIFESTAZIONE A MONTECITORIO 2 AGOSTO 2018
Le famiglie di etnia Rom sgomberate dal Camping River, il 26 luglio 2018, si trovano tutte, da dodici giorni, c/o la Stazione di Prima Porta, come correttamente raccontato da IL GIORNALE con un video ed articolo pubblicato in data 4 agosto 2018 e dal Tgr del Lazio in data 2 agosto 2018.
 
https://www.youtube.com/watch?v=ft9jmabb7yI&feature=youtu.be
 
Le famiglie di etnia rom, dopo il violento ed illegittimo sgombero operato dal Sindaco Virginia Raggi e dalla Polizia Municipale, hanno trovato, la sera del 1 agosto, rifugio c/o un parco cittadino poco distante da Prima Porta: li sono state vigliaccamente attaccate con bombe carta da squadre paramilitari naziste.
 
Per cercare una protezione per sé ed i propri bambini, è stato occupato un albergo abbandonato in Via Flaminia Vecchia. Il 2 agosto, le famiglie sono state tutte nuovamente sgomberate dalla Polizia Municipale di Roma Capitale.
 
Ne è stata data notizia lo stesso giorno, davanti al Parlamento Italiano, durante una manifestazione convocata per ricordare il 2 agosto 1944, quando, ad Auschwitz, venivano uccisi gli ultimi 2987, Rom Sinti Caminanti rimasti vivi nei campi di sterminio costruiti da Adolf Hitler e dal Nazismo.
 
https://www.youtube.com/watch?v=FciWRrDNB-0
 
Il Consiglio Nazionale Rom Sinti Caminanti del Camping River e Prima Porta, continua a richiedere ufficialmente accoglienza c/o lo STATO DEL VATICANO, per le 257 persone, tra cui 120 bambini ed alcuni neonati, sgomberate ed in grave stato di emergenza igienico - sanitaria, come già fatto dal 27 luglio 2108, tramite l'Elemosiniere di Sua Santità, Monsignor Konrad Krajeswki e tramite il Vescovo Ausiliario di Roma Sud Paolo Lo Judice.
 
 
 
ufficio stampa e comunicazione
Associazione Nazione Rom
tel +39 3281962409


Pubblicità




Pubblicità



Palmares

Pubblicità