• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Tribuna Libera > Napoli: festa horror in una Chiesa

Napoli: festa horror in una Chiesa

Non ci sono parole,non possono esserci giustificazioni,al di la di quei limiti dovuti e di gran lunga scavalcati per il grave fatto successo a Napoli in una delle tantissime chiese concesse in temporaneo uso diverso da quei canoni.

Quella che doveva essere una spensierata serata di festa tra giovani: ci stava anche quella musica ed una rappresentazione teatrale in una Chiesa, ma così non e' stato.

Si e' sfociato nel macabro.

Al di là di quello che si ipotizzava, tale evento è diventato una festa Horror in Chiesa, con relativa scenografia teatrale di impiccata alias ragazza figurante su quell' altare sacro, festa mista e condita da quei demoni mascherati, da quelle streghe e da tutte quelle maschere horror voltastomaco che impazzano per halloween: il tutto in un insieme di musica ad alto volume in linea ed a tema di quella serata diventata sacrilega.

Un qualcosa di pessimo gusto in quella notte di halloween, un qualcosa al di la di quell'etica e di quella morale e di queldovuto misticismo di un luogo sacro profanato che giammai poteva ospitare un tale evento.

E' stato "calpestato" un luogo sacro, quelle nostre coscienze sono state altrettanto calpestate alla conoscenza di tali fatti, al di la di quella Cristianità e quel credo che puo'esserci o non esserci.

Ci si e' spinti al di la' finanche di quel moralismo o bigottismo che di sicuro non ci appartiene, al di la di quelle regole oggi e da sempre in uso che contemplano dignita' nel modo di vestire e compostezza da tenere nell'entrare in una Chiesa, qui si e' andato molto ma molto, ben oltre.

Festeggiare quella notte di halloween in quel tempio del Signore con maschere da streghe, demoni,e mostri tra quella musica assordante e quell'alcol fa' sembrare molto triste ed assente quella dignita' ed etica in primis di quei ragazzi che senza un briciolo di quel dovuto pudore per quel luogo sacro profanato.

Una vergogna, un' onta, una volgarita' senza limiti,un qualcosa che non dovra' in nessun modo ripetersi, un qualcosa che dovra' essere perseguito,qui nessuno ordina di essere Cattolici o di entrare in una Chiesa, ma quelle coscienze di quegli zombyes non solo travestiti da tale ma anche nell' anima erano assenti quella notte come quelle di chi era a conoscenza ed ha permesso ed organizzato tale manifestazione .

Non si vuole demonizzare un qualcosa che pur si presta a rendere piu' allegra e folle quella serata di halloween ma diciamola tutta era assolutamente impensabile in una Chiesa fare quella festa: una festa sulla paura, sulla morte, sugli spiriti, sulla stregoneria, sulla violenza sui demoni e sul male.

Una festa definita' qualche tempo fa da padre Amorth esorcista della diocesi di Roma "un osanna al diavolo."

E non è la Chiesa il posto per antonomasia dove quel male viene combattuto?

 

 

 

 

 

 

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.



    Pubblicità




    Pubblicità



    Palmares

    Pubblicità