• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Tribuna Libera > Cara Europa, ci armiamo di coraggio e ti scriviamo: siamo gli (...)

Cara Europa, ci armiamo di coraggio e ti scriviamo: siamo gli italiani

Quelli del Rinascimento: Michelangelo, Leonardo, Botticelli, Raffaello, ci fermiamo qua perché ci conosci. Quelli del Risorgimento: Mazzini, Garibaldi, Cavour, e tutti gli altri. Quelli della lirica: Verdi, Rossini, Puccini, sai di chi parliamo. Quelli del Manifesto di Ventotene: Einaudi, Spinelli, Rossi. Quelli antifascisti e partigiani. Quelli industriosi e operosi. Quelli creativi, fantasiosi, di ingegno e d'intelletto, pronti a scommettere e creare il Made in Italy che tutti ci invidiano. Quelli dei grandi politici: De Gasperi, Pertini, Saragat, Moro, Berlinguer, nomi che soltanto a scriverli ci danno un brivido di orgoglio e rispetto.

Cara Europa, eccoci: siamo noi! Non i "contratti di governo". Non una classe politica gretta e di corta visione, occupata in manovre da cortile di tornaconto elettorale e di chissà quale idea della polis e dell'umanità. Non un popolo di cialtroni e vagabondi, razzisti e violenti, prede e complici di arruffapopoli che gridano beceri. Noi ci vergogniamo per lo spettacolo che offrono i facinorosi e gli inetti, con i loro dissennati seguaci. Ma passerà. 

I cromosomi italiani sono la genìa che abbiamo scritto in apertura. Nobili e forti, barcolliamo sotto la forza brutale dei barbari di oggi, ma ci sentiamo di rassicurarti. 

Nati non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza, noi siamo Dante. E quelli che al Vae victis di Brenno abbiamo risposto con Marco Furio Camillo, "Non auro, sed ferro, recuperanda est Patria"rivendicando in un lampo orgoglio e patriottismo!

E siamo Pier Capponi, "soneremo le nostre campane!" contro Carlo VIII di Francia. E Amatore Sciesa, tiremm innanz! E Masaniello, i Fratelli Bandiera, Goffredo Mameli, e il piccolo genovese Perasso: "Che l'inse?".

Siamo l'Impero Romano. Le Repubbliche marinare. Il più antico Ateneo del mondo. I borghi, i giardini, l'arte, la bellezza, i musei, i conventi, le chiese. 

Siamo le ceramiche di Faenza, quelle di Caltagirone, di Deruta, di Vietri sul Mare. Siamo i merletti di Burano e i vetri di Murano. La gastronomia, la cucina, l'ospitalità, il volontariato, il clima mite, le città del mare, i boschi della Sila, le Dolomiti, le Alpi. Gli Italiani.

Noi siamo i lavoratori, le famiglie, gli artigiani, gli operai, gli impiegati, gli studenti, i professionisti, seri, capaci, informati, che ti ringraziano soprattutto per gli incredibili settant'anni di pace che ci hai garantito. Siamo consapevoli che tante disparità esistono ingiuste, ma ci impegniamo a lavorare di più, a tacere di meno e testimoniare per il benessere di tutti i popoli. 

Noi siamo gli Italiani. Figli di Ventotene e della luce della ragione. 

Sei nostra Amica. Ciao, cara Europa.

Soverato Perché 2
Blog

Questo articolo è stato pubblicato qui

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.



    Pubblicità




    Pubblicità



    Palmares

    Pubblicità