• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Attualità > Politica > 5 segreti per cucinare una partita Iva

5 segreti per cucinare una partita Iva

Diamo 80 euro in busta paga ai lavoratori dipendenti che guadagnano meno di 25.000 euro l’anno, dice Matteo Renzi. Giusto. Bravo.

5-segreti-per-cucinare-le-partite-iva

E tutti gli altri? I precari, i giovani? I contratti indeterminati, ormai, non li fanno più a nessuno (fonte Istat), per cui la mossa è ingrassare un altro pochetto i meno giovani e far dimagrire gli altri. Per esempio, quelli che fanno un lavoro quasi-dipendente ma vengono obbligati ad aprire la partita Iva dall’azienda, che così evita di pagare i contributi.

A loro niente. A loro che riempiono le casse dell’Inps per pagare le pensioni (degli altri). E allora, proponiamo di mangiarcele queste partite Iva. Catturiamoli tutti con una scusa – un censimento – uccidiamoli, cuciniamoli e mangiamoceli. Ecco alcune ricette dei grandi chef per Matteo Renzi.

1. La maggioranza delle partite Iva non ha contorno

pollo-renzi

Molte partita Iva lavorano 12 ore al giorno come i dipendenti, ma non hanno diritto a malattia, ferie, né ammortizzatori sociali. Nulla, solo quei pochi soldi senza patate. Certo, perché è un imprenditore. Ma davvero gli infermieri, i bagnini, i grafici, i giornalisti, gli architetti a partita Iva sono imprenditori? Mah.

2. Le partite Iva non si bevono alla festa dell’Unità

vino-cofferati

Forse Renzi non si occupa della partite Iva perché sono di destra? Una volta erano l’elettorato di Berlusconi. Ma questo avveniva prima della loro proliferazione incontrollata. E poi Renzi non è proprio di sinistra, no? E allora perché il contentino ai sindacati degli 80 euro in busta paga ai dipendenti?

3. All u can eat, Inps

buffet-all-u-can-eat-renzi

Sono quei ristoranti dove puoi abbuffarti di tutto quello che riesci per un prezzo fisso. Come l’Inps con le partite Iva, dal 20% di alcune casse professionali fino al 28% delle gestione separata. Sei un giovane precarissimo a partita Iva? L’Inps ti mangia tutto: all he can eat.

4. Paella Mixta

paella-renzi

Il ministro Poletti dice che i nuovi contratti (già passati col decreto del 20 marzo) determinati senza più vincoli temporali, né causali, dovrebbero scoraggiare le aziende dal fare aprire partite Iva. Ma sono due cose ben diverse, o è carne o pesce. Da una parte vai in ufficio e lavori 12 ore al giorno in monocommittenza, hai alcuni diritti ed altri no. Dall’altra dovresti lavorare come vuoi, quando vuoi, e per più datori di lavoro. Non sono due maniere alternative di cambiare, sono due mondi diversi, o è carne o è pesce. Altrimenti è una paella mixta.

5. Köttbullar (?)

polpette-ikea-renzi

Non l’avrei mai creduto possibile ma ha ragione Bonanni: serve un salario minimo per le partite Iva, i compensi sono troppo bassi. Ma Renzi dei compensi minimi se ne frega. Quindi? Menù Ikea, 20 centesimi a polpetta.

di Michele Azzu

Questo articolo è stato pubblicato qui

Commenti all'articolo

  • Di Renzo Riva (---.---.---.75) 30 marzo 2014 14:46
    Renzo Riva

    Fino a quando il "welfare state" ovvero di uno stato attento alla promozione e protezione socio-economica 
    è rivolto solo alla fascia dei privilegiati che per colpe politiche e sindacali si sono arrogate il diritto di darsi ammortizzatori sociali ineguagliabili persino nei paesi "COMUNISTI" d’antan, avremo ancora di questi suicidi.
    Per modificare questo stato di cose, di uno Stato ormai IRRIFORMABILE se non dopo un CROLLO totale, l’imprenditore deve avere la facoltà di licenziare e lo Stato di "soccorrere" almeno nella mera parte di sussistenza, coloro che patiscono i conseguenti disagi.
    Lo stesso dicasi per i giovani in cerca di occupazione e "TUTELATI" da nessuno se non dalle famiglie che però stanno dando segni di cedimento.
    .
    Riporto quanto scrissi nell’anno 2004
    .
    BALLE BERLUSCONIANE

    PENSIONATI BERLUSCAZZIZZATI

    Ovvero come impoverire i pensionati dando con una mano,
    ad una parte di loro, Lire 220.000 d’aumento
    .
    1.000.000 - 780.000 = 220.000
    .
    e con l’altra mano togliere a tutti Lire 300.000.
    .
    Il pane quattro anni fa costava Lire 3.600 al chilogrammo,
    oggi costa € 3,40 equivalente in Lire 6.600 al chilogrammo.

    Il latte costava Lire 1.400 al litro
    oggi costa € 1,30 equivalente a Lire 2.520 al litro (se di bassa qualità);
    se di qualità (di vera mucca Ercolina) € 1,37 equivalente a Lire 2.655 al litro.
    .
    Si cominci pertanto a mandare a fare in ....:
    i partiti del neofascismo democratico (per dirlo alla Pannella);
    i sindacati cinghia di trasmissione d’interessi partitici e corporativi (della migliore tradizione fascista da cui hanno ereditato i beni immobiliari che godono tutt’oggi);
    .
    le organizzazioni no-profit che risultano
    molto profittevoli a chi le gestisce.
    .
    Ognuno si eserciti ad allungare la lista degli aumenti dei prezzi
    e di chi vive sulle disgrazie altrui (in questo caso dei pensionati).
    .
    Compagni Socialisti e Radicali: NULLA DA DICHIARARE?
    .
    Mandi, Renzo RIVA
    .
    28.07.2004 Renzo RIVA Via Avilla, 12/1 33030 BUIA (UD) renzoslabar@yahoo.it
    .

  • Di Renzo Riva (---.---.---.75) 30 marzo 2014 14:49
    Renzo Riva
    Riporto quanto già scritto in altre occasioni e per altre testate:
    .
    http://messaggeroveneto.gelocal.it/...
    .
    Fino a quando il "welfare state" ovvero di uno stato attento alla promozione e protezione socio-economica è rivolto solo alla fascia dei privilegiati che per colpe politiche e sindacali si sono arrogate il diritto di darsi ammortizzatori sociali ineguagliabili persino nei paesi "COMUNISTI" d’antan, avremo ancora di questi suicidi.
    Per modificare questo stato di cose, di uno Stato ormai IRRIFORMABILE se non dopo un CROLLO totale, l’imprenditore deve avere la facoltà di licenziare e lo Stato di "soccorrere" almeno nella mera parte di sussistenza, coloro che patiscono i conseguenti disagi.
    Lo stesso dicasi per i giovani in cerca di occupazione e "TUTELATI" da nessuno se non dalle famiglie che però stanno dando segni di cedimento.
    .
    Riporto quanto scrissi nell’anno 2004
    .
    BALLE BERLUSCONIANE

    PENSIONATI BERLUSCAZZIZZATI

    Ovvero come impoverire i pensionati dando con una mano,
    ad una parte di loro, Lire 220.000 d’aumento
    .
    1.000.000 - 780.000 = 220.000
    .
    e con l’altra mano togliere a tutti Lire 300.000.
    .
    Il pane quattro anni fa costava Lire 3.600 al chilogrammo,
    oggi costa € 3,40 equivalente in Lire 6.600 al chilogrammo.

    Il latte costava Lire 1.400 al litro
    oggi costa € 1,30 equivalente a Lire 2.520 al litro (se di bassa qualità);
    se di qualità (di vera mucca Ercolina) € 1,37 equivalente a Lire 2.655 al litro.
    .
    Si cominci pertanto a mandare a fare in ....:
    i partiti del neofascismo democratico (per dirlo alla Pannella);
    i sindacati cinghia di trasmissione d’interessi partitici e corporativi (della migliore tradizione fascista da cui hanno ereditato i beni immobiliari che godono tutt’oggi);
    .
    le organizzazioni no-profit che risultano
    molto profittevoli a chi le gestisce.
    .
    Ognuno si eserciti ad allungare la lista degli aumenti dei prezzi
    e di chi vive sulle disgrazie altrui (in questo caso dei pensionati).
    .
    Compagni Socialisti e Radicali: NULLA DA DICHIARARE?
    .
    Mandi, Renzo RIVA
    .
    28.07.2004 Renzo RIVA Via Avilla, 12/1 33030 BUIA (UD) renzoslabar@yahoo.it
    .


  • Di Renzo Riva (---.---.---.75) 30 marzo 2014 14:55
    Renzo Riva

    Riporto un collegamento dove avevo già scritto un commento che calza a pennello.

    .
    Fino a quando il "welfare state" ovvero di uno stato attento alla promozione e protezione socio-economica rivolto solo alla fascia dei privilegiati che per colpe politiche e sindacali si sono arrogate il diritto di darsi ammortizzatori sociali ineguagliabili persino nei paesi "COMUNISTI" d’antan, avremo ancora di questi suicidi.
    Per modificare questo stato di cose, di uno Stato ormai IRRIFORMABILE se non dopo un CROLLO totale, ’imprenditore deve avere la facoltà di licenziare e lo Stato di "soccorrere" almeno nella mera parte di sussistenza, coloro che patiscono i conseguenti disagi.
    Lo stesso dicasi per i giovani in cerca di occupazione e "TUTELATI" da nessuno se non dalle famiglie che però stanno dando segni di cedimento.
    .
    Riporto quanto scrissi nell’anno 2004
    .
    BALLE BERLUSCONIANE

    PENSIONATI BERLUSCAZZIZZATI

    Ovvero come impoverire i pensionati dando con una mano,
    ad una parte di loro, Lire 220.000 d’aumento
    .
    1.000.000 - 780.000 = 220.000
    .
    e con l’altra mano togliere a tutti Lire 300.000.
    .
    Il pane quattro anni fa costava Lire 3.600 al chilogrammo,
    oggi costa € 3,40 equivalente in Lire 6.600 al chilogrammo.

    Il latte costava Lire 1.400 al litro
    oggi costa € 1,30 equivalente a Lire 2.520 al litro (se di bassa qualità);
    se di qualità (di vera mucca Ercolina) € 1,37 equivalente a Lire 2.655 al litro.
    .
    Si cominci pertanto a mandare a fare in ....:
    i partiti del neofascismo democratico (per dirlo alla Pannella);
    i sindacati cinghia di trasmissione d’interessi partitici e corporativi (della migliore tradizione fascista da cui hanno ereditato i beni immobiliari che godono tutt’oggi);
    .
    le organizzazioni no-profit che risultano
    molto profittevoli a chi le gestisce.
    .
    Ognuno si eserciti ad allungare la lista degli aumenti dei prezzi
    e di chi vive sulle disgrazie altrui (in questo caso dei pensionati).
    .
    Compagni Socialisti e Radicali: NULLA DA DICHIARARE?
    .
    Mandi, Renzo RIVA
    .
    28.07.2004 Renzo RIVA Via Avilla, 12/1 33030 BUIA (UD) renzoslabar@yahoo.it
    .

Lasciare un commento

Per commentare registrati al sito in alto a destra di questa pagina

Se non sei registrato puoi farlo qui


Sostieni la Fondazione AgoraVox


Pubblicità




Pubblicità



Palmares

Pubblicità