• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

Alfie Evans, nuovo inconsapevole simbolo nella difesa della non-vita

Di pv21 (---.---.---.55) 28 aprile 2018 18:24

Così è stato >

Come per il piccolo Charlie anche per il povero Alfie la natura ha compiuto il suo triste decorso.

L’aspetto più che discutibile è il forte clamore suscitato dalle schiere di sedicenti “difensori” della vita inclini a tentare ogni sorta di soluzione pur di procrastinare l’esito fatale. In pratica trattando tali sfortunati bimbi al pari di “amorevoli bambolotti” pronti solo da coccolare.

SONO spesso gli stessi che assimilano a puro accanimento terapeutico il supporto di nutrizione e di ventilazione assistite per ragazzi o adulti ormai insensibili agli stimoli esterni.


VERO è che i progressi della scienza medica sovente sono raccontati dai media a mo’ di scoperte occasionali e quasi fortuite.

Come non mancano taluni sedicenti “esperti” che dei fatti focalizzano solo gli aspetti funzionali alle loro tesi, arrivando perfino alla speculazione.

Da segnalare che Papa Francesco, nel Suo odierno intervento, ha richiamato più volte il concetto dell’umano soffrire.


Ergo. Il dramma dei genitori merita sempre rispetto.

Meglio però diffidare degli “Untori” della parola che …


Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.