• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

I quarant’anni del Sessantotto

Di Fabrizio Cinti (---.---.---.84) 10 settembre 2008 19:32

Io nel 1968 sono nato, compio 40 anni lunedì prossimo.
Di quei (pochi) anni ho vissuto gli strascichi, dalla prospettiva "privilegiata" della periferia (dove ancora c’erano ragazzini che si atteggiavano a Hippy, a fine anni ’80).

Credo che se poca gente abbia voglia di parlare oggi dei sogni del 1968, delle speranze, della volontà di cambiare il mondo... è perché è davvero triste constatare che cosa sta facendo quella generazione, oggi che è al potere.
In Italia si è instaurata la dittatura dei massoni e delle mafie, se proprio vogliamo escludere il Vaticano, e i cittadini sono ridotti a schiavi strozzati dai debiti con le banche. I figli degli extracomunitari sono la speranza di evitare la bancarotta fra qualche anno.
Gli Stati Uniti, patria degli 800.000 di Woodstock, non hanno mai smesso di fare guerre.
Parlare del 1968 servirebbe solo ad accendere nostalgia in qualche animo, ed a riflettere su come abbiamo fatto a cadere così in basso, grazie ai nostri uomini e donne più in alto.

Meglio stendere un velo pietoso. Meglio tacere e non ricordare, non pensare a quando i giovani si ribellavano fuori dalle scuole, quando ingenuamente o meno cercavano un modo per vivere "alternativo" alla mer*a che percepivano. Oggi sappiamo che non c’è alcuna speranza, oltre all’emigrazione per chi può permettersela.


Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.