• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Tempo Libero > Musica e Spettacoli > Nero a metà: su Rai1, una storia di intolleranza e diversità

Nero a metà: su Rai1, una storia di intolleranza e diversità

È possibile convivere con la diversità e l’odio di genere? È la triste realtà dei nostri giorni. A raccontarla, un’appassionante e riflessiva fiction, dal titolo “Nero a metà”.

Scritta da Francesco Amato, Donatella Diamanti, Giampaolo Simi e Vittorino Testa, la serie prevede la presenza di Claudio Amendola. A seguire, Miguel Gobbo Diaz, Fortunato Cerlino, Rosa Diletta Rossi, Alessandro Sperduti, Margherita Vicario, Sandra Ceccarelli, Alessia Barella, Antonia Liskova, e la partecipazione straordinaria di Angela Finocchiaro.

Il racconto della fiction è un’autentica rappresentazione della diversità e sull’intolleranza di oggi. A capitanare le vicende, è l’ispettore Carlo Guerrieri, interpretato da Claudio Amendola. È un abile e tenace poliziotto, che ha trascorso la sua carriera sulle strade. Dietro l’ironia e il cinismo di chi non si arrende mai alle difficoltà, si sottace un profondo e inaspettato affetto verso sua figlia Alba (Rosa Diletta Rossi).

L’uomo ha dovuto crescerla da solo, consapevole delle avversità esistenziali. Oggi, è un promettente medico legale e consulente della Polizia. Ma, quando Carlo è convinto che nulla potrà sorprenderlo, irrompe, nella sua vita, un collega, fresco di accademia, brillante, ambizioso, e di colore. È Malik Soprani (Miguel Gobbo Diaz), nato in Costa D’Avorio, ma cresciuto in Italia.

Nonostante l’evidente difficoltà di Carlo ad accettare il ragazzo, sia come “romano” sia come collega, Roma diventa la sua seconda opportunità di vita. Agli inizi, i due si detestano, ma sono costretti a interagire insieme al lavoro. E, tra omicidi intricati e indagini complesse, Carlo e Malik cominciano ad apprezzarsi e stimarsi.

Tutto sembra procedere per il verso giusto, quando sono sul punto di instaurare un bel rapporto amichevole, qualcosa potrebbe infrangere, per sempre, la loro amicizia: Malik e Alba, la figlia di Carlo, si innamorano. L’uomo, forte del suo astio nei riguardi degli extracomunitari, non approva la loro unione.

Ma, a rendere ancora più difficile, è un segreto, che riemerge dal passato, di cui, Carlo è a conoscenza. È un segreto che potrebbe cambiare, per sempre, le loro sorti. Insomma, la fiction, grazie a questa influente tematica, vuole offrire uno spaccato decisivo delle varie culture, in netta contrapposizione tra di loro.

La fiction, secondo alcune indiscrezioni dal promo, approderà in autunno, in prima serata, su Rai1.

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.



    Pubblicità




    Pubblicità



    Palmares

    Pubblicità