• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Attualità > Europa > Grecia: il comitato centrale di Syriza riufiuta l’accordo. Dimissioni nel (...)

Grecia: il comitato centrale di Syriza riufiuta l’accordo. Dimissioni nel partito

La maggioranza dei membri del comitato centrale di Syriza rigetta l’accordo proposto dall'Unione europea. Traduzione della dicharazione del Comitato centrale di Syriza. Parte una serire di dimissioni dal partito. 

Il comitato centrale del partito ha detto "no" all'accordo con Bruxelles (dal testo di Stathis Kouvelakis, membro del Comitato Centrale di Syriza su Facebook)

Dichiarazione di 109 (su 201) membri del comitato centrale di Syriza: 
Il 12 luglio a Bruxelles ha avuto luogo un colpo di Stato, che ha mostrato che lo scopo dei leader europei era di infliggere una punizione esemplare a un popolo che aveva immaginato un altro cammino, differente dal modello neoliberale di austerità. È un colpo di Stato diretto contro qualsiasi nozione di democrazia e di sovranità popolare. L’accordo firmato con le “istituzioni” è stato il risultato della minaccia di uno strangolamento economico immediato e rappresenta un nuovo protocollo che impone delle condizioni umilianti e odiose e una tutela apportatrici di distruzione per il nostro Paese e il nostro popolo. 


Noi siamo coscienti del carattere asfissiante delle pressioni che sono state esercitate sulla parte greca; purtuttavia, consideriamo che il coraggioso NO dei lavoratori in occasione del referendum non autorizzi il Governo a rinunciare sotto le pressioni esercitate dai creditori. 

Questo accordo non è compatibile con le idee e i principi della sinistra, ma, sopra ogni altra cosa, non è compatibile con i bisogni della classe operaia. Questa proposta non può essere accettata dai membri e dai quadri di Syriza. Chiediamo al comitato centrale di riunirci immediatamente ed invitiamo i membri, i quadri e i deputati di Syriza a preservare l’unità del Partito sulla base della nostra conferenza, delle decisioni e dei nostri impegni in materia di programma.
Atene, 15 luglio 2015

A seguito del voto si sono dimessi Manos Manousakis segretario generale del ministero delle Finanze, e Nadia Valavani, vice segretario dell'Economia. 

 

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.



    Pubblicità




    Pubblicità



    Palmares

    Pubblicità