• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

Home page > Tempo Libero > Cinema > Festival MIX Milano scalda i motori

Festival MIX Milano scalda i motori

Dal 20 al 23 giugno al Piccolo Teatro Strehler di Milano con “Love Riot” la XXXIII edizione sarà un viaggio nella cultura e nell’espressione cinematografica e audiovisiva LGBTQ+ contemporanea.

A cinquanta anni esatti dai moti di Stonewall, i direttori Andrea Ferrari, Debora Guma e l’assessore alla Cultura del Comune di Milano Filippo del Corno hanno aperto la conferenza indossando la maglietta bordeaux per esprimere solidarietà ai ragazzi vittime a Roma di una grave aggressione fascista.

L’edizione 33 del Festival Mix Milano di Cinema GayLesbico e Queer Culture, in cartellone dal 20 al 23 giugno al Conferenza stampa Festival MIX MilanoPiccolo Teatro di Milano, nella doppia location del Teatro Strehler e del Teatro Studio Melato, si apre all’insegna di Love Riot. Un appuntamento milanese dall’impatto nazionale per conoscere e incontrare opere e protagonisti della migliore cinematografia e produzione audiovisiva LGBTQ+ nazionale e internazionale.

Un evento culturale che raccogliere attorno a sé decine di partner e sostenitori e soprattutto un pubblico numerosissimo – oltre 8500 presenze solo lo scorso anno – con un esclusivo programma di oltre sessanta titoli in gara, tantissime anteprime, incontri, ed eventi speciali, ospiti, momenti di musica, di spettacolo e di riflessione.
E proprio perché è impossibile dare lo spazio a tutto quanto è in cartellone, vi invitiamo a visitare il sito della manifestazione.

Due presidenti di giuria, Michela Murgia, Presidente della Giuria dei Lungometraggi e Cristina Piccino, Presidente della Giuria dei Documentari, per una selezione di opere capace di offrire – tra piccole e grandi Storie provenienti da tutto il mondo - un ritratto della società di ieri, di oggi e di domani con uno sguardo aperto alla sempre necessaria difesa dei diritti civili e delle diversità.

Per quattro giorni gli splendidi spazi interni ed esterni del Piccolo Teatro si trasformano nel luogo dell’incontro, nello spazio delle grandi visioni e scoperte visitato anche da special guest, tra cui Giuliana De Sio, incoronata venerdì 21 giugno Queen of Comedy e Nina Zilli, insignita domenica 23 giugno del titolo di Queen of Music.

Sempre in tema di riconoscimenti a figure dello spettacolo, della cultura e della società civile che si sono Pepitas_Lino-Guanciale_Festival-Mixparticolarmente distinte nella loro attività professionale e personale nell’affrontare le tematiche LGBTQ+, nella serata inaugurale del 20 giugno sarà consegnato il Riconoscimento MORE LOVE alla giornalista Natalia Aspesi, una delle firme più prestigiose del giornalismo italiano, che per lunghi anni, con la sua rubrica “Questioni di cuore”, ha dato voce agli amori, anche LGBTQ+ in tempi lontani dalle recenti conquiste, offrendo un luogo accogliente e scevro da pregiudizi per la comunità omosessuale ma anche uno spazio di formazione per la diversità per tutti i lettori e le lettrici.

Coraggio e impegno civile sono al centro anche dell’incontro con Letizia Battaglia e Nando dalla Chiesa, realizzato in collaborazione con l’associazione Libera, venerdì 21 giugno, in occasione della proiezione del documentario “Shooting the Mafia” di Kim Longinotto.

 

Ospiti, eventi e soprattutto grande cinema fin dalla serata di apertura del 20 giugno del Festival MIX Milano con l’anteprima italiana di “Greta”, film rivelazione dell’ultima Berlinale diretta dal regista brasiliano Armando Praça che sarà presente in sala.

Fra le altre anteprime, attesissima quella di “XY Chelsea”, documentario sulla vita di Chelsea Manning, nata Bradley, la whistleblower di Wikileaks che fece tremare il Pentagono.

Applauditissimi al Festival di Cannes 2018, la favola gitana “Carmen y Lola”, nelle sale italiane il 27 giugno, “Plaire, aimer et courir vite” (Sorry Angel) del regista di culto Christophe Honoré e il primo film lesbico keniotaRafiki” messo al bando in patria perché “promuove il lesbismo” in violazione delle leggi del Kenya e che sta riscuotendo un grande successo in tutto il mondo.

E ancora tra i documentari, l’intenso “Shelter” di Enrico Masi sull’odissea verso l’Europa di una rifugiata transessuale, l’anteprima italiana di “Fabulous” sulla star del voguing internazionale Lasseindra Ninja, ballerina Shooting-The-Mafia_LetiziaBattaglia_Festival-Mixprofessionista transgender e l’omaggio alla pioniera del cinema queer Barbara Hammer, recentemente scomparsa, con la proiezione del suo “Nitrate Kisses”.

E molto molto altro.

Miglior Lungometraggio, Miglior Documentario e Miglior Cortometraggio non saranno i soli Premi assegnati durante il Festival MIX Milano. La selezione ufficiale sarà infatti sottoposta al giudizio del pubblico che potrà eleggere il Miglior Lungometraggio 2019 attraverso “Festival Mix Milano”, l’APP ufficiale del Festival disponibile per smartphone e tablet.

 

Novità assoluta di questa edizione il Premio “Cielo Festival Mix” che il canale Cielo assegnerà a uno dei lungometraggi in concorso, in palio l’acquisizione del film e la messa in onda sul canale Cielo.

Tra le collaborazioni istituzionali, si segnala l’Omaggio al Cinema del Canada organizzato in collaborazione con XY-Chelsea_Festival-Mixl’Ambasciata del Canada in Italia, la Delegazione del Québec a Roma, le Giornate del cinema quebecchese in Italia e Air Canada, e la sezione speciale dedicata al cinema made in USA ‘Stonewall50’ frutto della partnership con il Consolato Generale USA.

Anche nel 2019 il Festival può contare su decine di collaborazioni nuove e rinnovate, in primis con ING Italia che per il terzo anno consecutivo sostiene come main sponsor il Festival Mix Milano, a testimonianza del suo impegno sul tema della Diversity & Inclusion.

Quest’anno si affianca al festival lo studio legale Clifford Chance, impegnato da anni nella promozione di un ambiente di lavoro inclusivo e molto attivo da tempo nel supportare numerosi progetti e associazioni a favore della comunità LGBTQ+ e contro ogni forma di discriminazione, sia a livello globale che locale.

Organizzato da Associazione Culturale MIX Milano con il Patrocinio del Comune di Milano e con il contributo dell'Assessorato alla Cultura del Comune di Milano, il Festival è diretto e prodotto da Andrea Ferrari, Debora Guma e Rafael Maniglia insieme a un team di giovani e intraprendenti figure professionali. La selezione dei film a tematica lesbica è realizzata in collaborazione con IMMAGINARIA, International Film Festival of Lesbians and other Rebellious Women. Il Festival MIX Milano è inoltre socio fondatore di Milano Film Network (MFN), la rete che unisce l’esperienza e le risorse dei sette Festival di cinema milanesi.

Ricco anche il programma degli eventi ‘off’ del Festival, fra musica, cultura, letteratura e arte, che ne sottolineano lo spiccato aspetto interdisciplinare.
Vi invitiamo a leggere l’articolo dedicato al MIX off.

La Scatola Magica all’interno del Piccolo Teatro Strehler ospiterà diversi eventi dedicati alla letteratura. Si parte venerdì 21 giugno (ore 17), con Massimo Basili, curatore del progetto «Fumetti Fuori!», che incontrerà lo scrittore, cantautore e sceneggiatore Gianfranco Manfredi in occasione dell’uscita del suo nuovo volume Stonewall (Sergio Mini Book KlubBonelli Editore, disegni di Luca Casalanguida). A seguire (ore 18), Fabio Canino presenterà il suo “Le parole che mancano al cuore” (Sem). Giacomo Cardaci parlerà del suo “Zucchero e catrame” (Fandango), storia di una formazione burrascosa alla periferia della vita tra fascinazione irresistibili e desideri inconfessabili. L’appuntamento fa parte del MIX BOOK KLUB, serie di presentazioni di libri a tematica LGBTQ+ a cura di Paolo Armelli. Il secondo appuntamento con il MIX BOOK KLUB, sabato 22 giugno (ore 16), presenta quattro libri per raccontare altrettante sfumature della narrativa LGBTQ+: con il suo “Sulle Amazzoni” (Iacobellieditore) Valeria Viganò dialoga a distanza con la scrittrice Natalie Clifford Barney e la poeta Marina Cvetaeva su temi come l’amore fra donne, la maternità, la guerra; in “Somare” (Sem) Federico Boni racconta senza peli sulla lingua di quattro amici che navigano fra lavori sottopagati, incontri fugaci e immaginario pop; “La morale del centrino” (Sem) di Alberto Milazzo mette al centro un figlio che sfugge in tutto e per tutto alle aspettative della straripante mamma siciliana; infine, Enrico Bruschi s’immerge con “La sottomissione” (Marlin) in un giallo romano che affonda le radici nelle violenze psicologiche e in rapporti di ambigua sudditanza.

La location

Sempre in Scatola Magica, sabato 22 giugno (ore 17.30), avrà luogo A/P AFTER PARTY una performance sonora a cura della compagnia Animanera, dove una Milano notturna e allucinata farà da cornice a un incontro tra due sconosciuti mentre un brano di narrativa, contrappuntato da voci e musica, farà vivere un pezzo di città pulsante e dai risvolti acidi.

Come ho anticipato all’inizio, non possiamo inserire tutto, per questo vi consiglio di guardare il programma day by day sulla pagina Facebook della manifestazione.

Questo articolo è stato pubblicato qui

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.



    Pubblicità




    Pubblicità



    Palmares

    Pubblicità