• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Attualità > Economia > Euro: i tagli apicali cambiano aspetto

Euro: i tagli apicali cambiano aspetto

Il prossimo 28 maggio saranno messi in circolazione dalla BCE, i nuovi tagli da 100 e 200 euro che concluderanno la serie Europa. Il 27 gennaio 2019 è terminata invece la stampa del 500€ su decisione della BCE, che non significa che le banconote in questione siano state poste fuori corso legale, infatti gli sportelli bancari e postali continuano a ritirarle ma non le ridistribuiscono più ed i negozi e la GDO possono tranquillamente negoziarle. 

La necessità di stampare nuove banconote nasce dall’esigenza di rendere sempre più difficoltosa la contraffazione, salvaguardando l’integrità dei biglietti rendendo le banconote in euro sempre più sicure. 

Più colorato ed accattivante appare il restyling dei tagli apicali, dotati essenzialmente degli elementi di controllo e verifica del taglio da 50€ con particolare riferimento al ritratto della dea Europa che compare nella filigrana e nell’ologramma. E’ stata introdotta anche qualche altra novità come l’ologramma con satellite, posto nella parte superiore della striscia argentata. Infatti, muovendo la banconota sarà possibile vedere il simbolo € che ruota attorno al numero. Sul fronte delle banconote, in basso a sinistra dove appare l’avvaloramento del rispettivo taglio, muovendo la banconota, il numero verde cambia colore, passando dal verde smeraldo al blu scuro e produce l’effetto di una luce che si sposta in senso verticale. Importante segnalare anche la variazione delle misure dei biglietti oggetto di restyling: il 100€ della prima serie misurava 147x82 mm, il nuovo biglietto misura 140x77 mm. Il taglio da 200€ della prima serie misurava 153x82 mm, mentre il nuovo misura 147x77 mm.

Le banconote in euro rappresentano un mezzo di pagamento affidabile e sicuro. Molti paesi esteri come Russia e Cina, utilizzano le banconote in euro anche come riserva di valore. A fine giugno 2018 circolavano 2,7 miliardi di banconote da 100€, pari al 13% di tutti i biglietti in euro in circolazione, contro 2,5 miliardi di banconote da 10€, circa il 12% del totale. Questo per significare che la banconota da 100€, in termini di valore, è il secondo taglio più importante dopo quello da 50€, rappresentando quasi un quarto (23%) di tutti i biglietti in euro circolanti. Le banconote da 200€ rappresentano invece l’uno per cento del numero dei biglietti in circolazione ed il 4% del valore totale. Attualmente in circolazione ve ne sono 22 miliardi di pezzi pari ad un controvalore di 1200 miliardi di euro. Dal 2015 al 2018 è stata posta in essere un’importante barriera alla falsificazione. Basti pensare che nel secondo semestre del 2015, la BCN ha rilevato 445.000 banconote false. Nel primo semestre del 2016 ne sono state verificate 331.000 per crescere fino a 353.000 nel secondo semestre del 2016. Il primo semestre del 2017 se ne sono riscontrate ancora 331.000 e nel secondo sono cresciute a 363.000. Il 2018 è iniziato bene poiché nel primo semestre Banca d’Italia ha riscontrato 301.000 biglietti falsi, calati nel secondo semestre a 262.000. I biglietti più contraffatti sono risultati essere il taglio da 20 con una percentuale del 22,7% ed il taglio da 50€ con una percentuale pari al 61,8.

PNG - 574.2 Kb

PNG - 567.9 Kb

 

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.



    Pubblicità




    Pubblicità



    Palmares

    Pubblicità