• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

pv21

L'autore non ha inserito, ancora, una sua descrizione.

Statistiche

Articoli Da Articoli pubblicati Commenti pubblicati Commenti ricevuti
La registrazione 0 2091 0
1 mese 0 10 0
5 giorni 0 2 0

Ultimi commenti

  • Di pv21 (---.---.---.121) 15 maggio 17:30

    CIAK > Passaggi chiave. Certa inclinazione all’altruismo cerca una qualche forma di riscontro gratificante nei vari interlocutori. Di norma la sopravvivenza, quale bisogno basilare, è l’ultimo aggancio alla vita.

    E quando si resta a lungo segregati da soggetti del tutto sconosciuti, bendati ed armati, non piove dall’alto il “richiamo” alle loro credenze religiose (con tanto di scelta del nome della consorte del profeta).

    Non solo. Si può scommettere che, dopo qualche tempo dal ritorno alle origini (casa e famiglia), risulterà conveniente intraprendere il percorso a ritroso. Magari con qualche pubblicizzato mea culpa.


    Ergo. Se fosse un libro sarebbe titolato “Famosi per niente”.

    Stop a vicende tanto accattivanti quanto “lesive” della crescita sana di una Generazione senza Bussola che …

  • Di pv21 (---.---.---.121) 10 maggio 19:34

    SIC > A fronte dei quotidiani ricorrenti messaggi e video sulle misure vigenti in tema di prevenzione e cura anti coronavirus, cresce la tentazione di fare pausa.

    CRESCE così l’idea che, per una volta, non indossare guanti e/o mascherina oppure non rispettare le distanze, non potrà essere la causa certa di contagio.

    Sarebbe una iella super galattica.

    Basta provare e, se va liscia, arriverà l’occasione per un’altra prova. E da prova nasce prova.


    Sintesi. DOPO 3-4 settimane non è sensato pensare che siffatto tema non sia ben conosciuto nei suoi  vari aspetti dalla stragrande maggioranza dei cittadini.

    Persistere con la stessa assillante informazione diventa un “tormentone”.


    Da qui la reazione “liberatoria” e, man mano, il futuribile rischio di una fase di ritorno del coronavirus.

    Quindi stop ad un super livello di “visibilità” dagli effetti del tutto contrari.

    Meglio evitare di essere Travolti dalle Informazioni che ...

  • Di pv21 (---.---.---.121) 3 maggio 12:42

    MIRABILIA > Singolare è il risultato del confronto tra il solo 30 aprile ed i 2 giorni immediatamente precedenti e successivi.


    La sommatoria dei casi positivi (A) e dei guariti (B) dei 2 giorni precedenti al 30 aprile registra una riduzione comparata (A) fino a 1/3 e un aumento (B) di pari entità.

    Per contro nei 2 giorni successivi al solo 30 aprile il calo /A) sfiora il 30% e l’aumento (B) l’85%.


    Da focalizzare è che: il 30 aprile l’attuale Premier ha esposto ai due rami del Parlamento la sua Informativa sulle misure adottate per l’emergenza coronavirus ed il Governo doveva farsi approvare, a fini Def, il previsto scostamento di Bilancio per altri 55 miliardi di Debito.


    E’ una coincidenza (?) davvero mirabile.

    Del resto l’andamento divulgato di siffatti fenomeni inusitati non è di esempio al puro rigore scientifico. In proposito basta leggere i commenti di differenti fonti accreditate.

    In un clima di inquietudine/paura generalizzate nulla impedisce di blandire la PESCITUDINE di chi …

  • Di pv21 (---.---.---.121) 29 aprile 23:11

    Chiosa > A inizio marzo il DEBITO non mollava i 2400 miliardi ed il PIL cercava di compensare la caduta di fine anno. Pochi (o nessuno) scommettevano su un consistente rilancio dell’economia.

    Con lo scoppio della pandemia tutto questo, come è ovvio, è finito dietro l’angolo.

    Adesso l’attuale premier da un lato chiede un “gesto d’amore” agli Istituti di credito e dall’altro ribatte ad un’ovvia “puntualizzazione” di una giornalista che, se e quando avrà la responsabilità di governare, “scriverà lei i decreti e assumerà lei le decisioni”.

    Certe giravolte echeggiano lo stile tipico di un Dossier Arroganza

  • Di pv21 (---.---.---.121) 26 aprile 18:17

    EQUIVOCI > Premessa: il pericolo peggiore è quello che non si vede e non si sente.

    Con questo coronavirus parenti, amici e conoscenti, come estranei e avversari, possono costituire una potenziale fonte di reciproco danno (contagio).

    USARE BENE mascherine e guanti, EVITARE gli occasionali rapporti ravvicinati (contatti) è l’unico modo per non rischiare un percorso lungo e doloroso; anche fino alla morte.

    Sembra altresì accertato che questo coronavirus necessita sempre di nuovi bersagli per non isolarsi e regredire.

    Ergo.

    Certe “disinvolture” e tanto meno certe “bravate” non giovano affatto, così come immaginare che ogni “riapertura” stia a mo’ di sigillo di irreversibili traguardi intermedi verso la normalità.

    Non è il momento di coltivare degli equivoci.

    L’esito dipenderà dalla “diligenza” di ciascun cittadino.

    Bisogna ben focalizzare i passaggi di una situazione così inusitata e andare sempre Avanti con Metodo


Pubblicità



Pubblicità



Palmares

Pubblicità