• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Attualità > Scienza e Tecnologia > Influenza suina e le tante, troppe notizie dei media...

Influenza suina e le tante, troppe notizie dei media...

Con l’avvicinarsi della vaccinazione di massa contro l’influenza suina, aumentano anche le notizie allarmistiche sui nuovi casi e le dichiarazioni pro vaccino degli esperti di turno.

Purtroppo non viene quasi mai data voce a quegli esperti che invece sono nettamente contro a questa vaccinazione, ma questo fa parte delle regole di questo gioco, regole che mirano a far vaccinare milioni di persone, giustificando così l’enorme spesa dello Stato per questa banale influenza.

Regole che mettono in primo piano il profitto ed in ultima posizione proprio la salute del cittadino a cui verrà iniettata una dose di vaccino i cui effetti a lungo termine sono sconosciuti.

Inoltre, la fretta di mettere in commercio questo vaccino, può aver influito sui test di sicurezza eseguiti? La domanda classica è: chi controlla i controllori?

Ma ora veniamo alle dichiarazione del viceministro della Salute Ferruccio Fazio, dichiarazioni che, a mio parere, sono molto "illuminanti"...

"Il governo pagherà il vaccino dell’influenza A": ha assicurato il viceministro della Salute Ferruccio Fazio a margine della riunione dell’Unità di Crisi al ministero del Welfare

Correzione viceministro, gli Italiani pagheranno.
Quei 48 milioni di vaccini non sono gratis.
Li abbiamo pagati noi con le nostre tasse perchè i soldi del governo sono nostri.

"Il picco del virus dell’influenza A si verificherà fra il 18 dicembre e il 18 gennaio con un numero di persone coinvolte che andrà da un milione e mezzo a tre milioni per 15 giorni di malattia".

Domandina, viceministro...Allora a cosa servirà vaccinare a fine gennaio gran parte della popolazione visto che il picco sarà molto prima? Forse a legittimare il costo di questa vaccinazione?

Visto che si punta alla vaccinazione come non mai, ecco alcune "curiosità" che dovrebbero essere un incentivo in più per vaccinarsi:

"Il mondo del calcio rischia, prendere misure", Dichiarazione di Enrico Castellacci, medico della Nazionale e presidente de ’Lamica’, l’associazione dei medici del calcio.


"L’influenza A può interessare anche il nostro mondo, per questo mi sto attivando per una riflessione che ci porti a verificare se dobbiamo adottare delle misure, e quali". In una nazione come l’Italia, dove il calcio è tutto, questa dichiarazione può far pendere la bilancia verso la vaccinazione...

E giusto per alimentare ancora di più la situazione di paura ed incertezza ecco arrivare la notizie di alcuni casi sospetti di doppia infezione, da influenza suina ed aviaria (nella variante H5N1).

Notizia poi smentita dall’ANSA stessa con la seguente dichiarazione: "Le autorità egiziane hanno smentito che ci sia a Hurgada un turista italiano colpito da una doppia infezione dal virus H1N1 e H5N1". "Dal canto suo il direttore dell’ospedale, Hossameddin Hassan Abdou, ha smentito anche che una seconda persona, un egiziano che rientrava in Egitto dopo un pellegrinaggio alla Mecca sia stato ricoverato in ospedale per una doppia infezione".

Un evento di questo genere sarebbe stato davvero grave, sia per l’alta mortalità del virus H5N1 e sia per la mancanza di un vaccino davvero efficace e con pochi effetti collaterali. Per fortuna questa sembra un’altra notizia dai toni "allarmistici" priva di fondamento.

Non preoccupatevi però,come dicevo negli articoli precedenti,da adesso, ci saranno notizie sempre più frequenti sull’influenza H1N1 e saranno tutte allarmistiche o dette in modo da confondere il cittadino.

Qualsiasi tattica è buona per vendere...

Ed ora un po’ di notizie positive.
Dopo le dichiarazioni di Giuseppe Mele presidente della Federazione italiana medici pediatri (Fimp), inerenti alla chiusura delle scuole per limitare la diffusione dell’influenza e l’opposizione a questa misura preventiva di molte altre associazioni pediatriche ecco che rovistando in rete spuntano dichiarazioni confortanti di altri pediatri su questo nuovo virus.

Il numero di dosi disponibili non consentirà probabilmente la vaccinazione di massa, del resto allo stato attuale neppure utile, data la relativa benignità del virus H1N1. Il vaccino verrà destinato prioritariamente ad alcune categorie, per motivi operativi (operatori sanitari, ad esempio) o clinici (portatori di patologia cronica, ad esempio).(fonte )

"Attenzione agli allarmismi: non dobbiamo dare spazio a posizioni e a scelte basate sull’emotività piuttosto che sulle evidenze scientifiche. La nuova A/H1N1 non può essere per ora considerata pericolosa. In questa fase è inutile la chiusura delle scuole."(fonte)

Come vedete la verità su questa nuova influenza è già in "circolo", basta cercarla.
Se molti mass media dessero risalto ad affermazioni di questo genere, forse, la paura per questo nuovo virus si attenuerebbe.

Ma forse non è nell’interesse di alcuni di questi media...


Commenti all'articolo

  • Di kocis (---.---.---.51) 3 settembre 2009 12:23
    CIRCOLA NELLA RETE. UNA RIFLESSIONE MOLTO INTERESSANTE.

    LA INSRERISCO COSI’ COME PERVENUTA

    **********************

    Rinvia-Da:
    dirittiglobali@peacelink.it
    Da: "Solari Silvia" <solari.s@aslmi1.mi.it>
    Data: 02 settembre 2009 15:21:42 GMT+02:00
    Oggetto: Re: Vaccini pericolosissimi

     
    Un interessante documento dal Brasile che mi sono permessa di tradurre in
    italiano:



    Approposito di influenza suina…

    …c’è sempre un interesse mascherato…





    L’IRONIA NEL SUO MIGLIOR STILE



    2000 persone contraggono l’influenza suina e ci si mette la mascherina…

    25 milioni di persone con AIDS e non ci si mette il preservativo…



    PANDEMIA DI LUCRO

    Che interessi economici si muovono dietro l’influenza suina?

    Nel mondo, ogni anno, muoiono milioni di persone, vittime della malaria,

    i notiziari di questo non parlano…

    Nel mondo, ogni anno muoiono due milioni di bambini per diarrea che si
    potrebbe evitare con un semplice rimedio che costa 25 centesimi..

    I notiziari di questo non parlano…

    Polmonite e molte altre malattie curabili con vaccini economici, provocano
    la morte di 10 milioni di persone ogni anno.

    I notiziari di questo non parlano…

    Ma quando comparve la famosa influenza dei polli… i notiziari mondiali si
    inondarono di notizie… un’epidemia e più pericolosa di tutte, una pandemia!

    Non si parlava d’altro, nonostante questa influenza causò la morte di 250
    persone in 10 anni…

    25 morti l’anno!!

    L’influenza comune, uccide ogni anno mezzo milione di persone nel mondo.

    …Mezzo milione contro 25.

    E quindi perché un così grande scandalo con l’influenza dei polli?

    Perché dietro questi polli c’era un “grande gallo”.

    La casa farmaceutica internazionale Roche con il suo famoso Tamiflu,
    vendette milioni di dosi ai paesi asiatici.

    Nonostante il vaccino fosse di dubbia efficacia, il governo britannico
    comprò 14 milioni di dosi a scopo preventivo per la sua popolazione.

    Con questa influenza, Roche e Relenza, ottennero milioni di dollari di
    lucro.



    Prima con i polli, adesso con i suini:

    e così adesso è iniziata la psicosi dell’inflluenza suina. E tutti i
    notiziari del mondo parlano di questo.

    E allora viene da chiedersi: se dietro l’influenza dei polli c’era un grande
    gallo, non sarà che dietro l’influenza suina ci sia un “grande porco?”.

    L’impresa nord americana Gilead Sciences ha il brevetto del Tamiflu.

    Il principale azionista di questa impresa è niente meno che un personaggio
    sinistro, Donald Rumsfeld, segretario della difesa di Gorge Bush, artefice
    della guerra contro l’Iraq…

    Gli azionisti di Roche e Relenza si stanno fregando le mani… felici per la
    nuova vendita milionaria.

    La vera pandemia è il guadagno, gli enormi guadagni di questi mercenari
    della salute…

    Se l’influenza suina è così terribile come dicono i mezzi di informazione,
    se la Organizzazione Mondiale della Salute (diretta dalla cinese Margaret
    Chan) è tanto preoccupata, perché non dichiara un problema di salute
    pubblica mondiale e autorizza la produzione farmaci generici per
    combatterla?

    DIFFONDI QUESTO MESSAGGIO COME SE SI TRATTASSE DI UN VACCINO, PERCHE’ TUTTI
    CONOSCANO LA REALTA’ DI QUESTA “PANDEMIA”.



    Dr. Carlos Alberto Morales Paità



    A IRONIA NO SEU MELHOR ESTILO

    2000 pessoas contraem a gripe suína e todo mundo já quer usar máscara.

    25 milhões de pessoas têm AIDS e ninguém quer usar preservativo...

    PANDEMIA DE LUCRO

    Que interesses econômicos se movem por detrás da gripe porcina???

    No mundo, a cada ano morrem milhões de pessoas vitimas da Malária, que se
    podia prevenir com um simples mosquiteiro.

    Os noticiários, disto nada falam!

    No mundo, por ano morrem 2 milhões de crianças com diarréia que se poderia
    evitar com um simples soro que custa 25 centavos.

    Os noticiários disto nada falam!

    Sarampo, pneumonia e enfermidades curáveis com vacinas baratas, provocam a
    morte de 10 milhões de pessoas a cada ano.

    Os noticiários disto nada falam!

    Mas há cerca de 10 anos, quando apareceu a famosa gripe das aves...

    ...os noticiários mundiais inundaram-se de noticias...

    Uma epidemia, a mais perigosa de todas...Uma Pandemia!

    Só se falava da terrífica enfermidade das aves.

    Não obstante, a gripe das aves apenas causou a morte de 250 pessoas, em 10
    anos...25 mortos por ano.

    A gripe comum, mata por ano meio milhão de pessoas no mundo. Meio milhão
    contra 25.

    Um momento, um momento. Então, por que se armou tanto escândalo com a gripe
    das aves?

    Porque atrás desses frangos havia um "galo", um galo de crista grande.

    A farmacêutica transnacional Roche com o seu famoso Tamiflu vendeu milhões
    de doses aos países asiáticos.

    Ainda que o Tamiflu seja de duvidosa eficácia, o governo britânico comprou
    14 milhões de doses para prevenir a sua população.

    Com a gripe das aves, a Roche e a Relenza, as duas maiores empresas
    farmacêuticas que vendem os antivirais, obtiveram milhões de dólares de
    lucro.


     Antes com os frangos e agora com os porcos.


     Sim, agora começou a psicose da gripe porcina. E todos os noticiários do
    mundo só falam disso...


     Já não se fala da crise económica nem dos torturados em Guantánamo...


     Só a gripe porcina, a gripe dos porcos...


     E eu me pergunto-: se atrás dos frangos havia um "galo"... atrás dos
    porcos... não haverá um "grande porco"?

    A empresa norte-americana Gilead Sciences tem a patente do Tamiflu. O
    principal acionista desta empresa é nada menos que um personagem sinistro,
    Donald Rumsfeld, secretário da defesa de George Bush, artífice da guerra
    contra Iraque...

    Os acionistas das farmacêuticas Roche e Relenza estão esfregando as mãos,
    estão felizes pelas suas vendas novamente milionárias com o duvidoso
    Tamiflu.

    A verdadeira pandemia é de lucro, os enormes lucros destes mercenários da
    saúde.

    Não nego as necessárias medidas de precaução que estão a ser tomadas pelos
    países.

    Mas se a gripe porcina é uma pandemia tão terrível como anunciam os meios de
    comunicação.

    Se a Organização Mundial de Saúde (conduzida pela chinesa Margaret Chan) se
    preocupa tanto com esta enfermidade, por que não a declara como um problema
    de saúde pública mundial e autoriza o fabrico de medicamentos genéricos para
    combatê-la?

    Prescindir das patentes da Roche e Relenza e distribuir medicamentos
    genéricos gratuitos a todos os países, especialmente os pobres. Essa seria a
    melhor solução.

    PASSEM ESTA MENSAGEM POR TODOS OS LADOS, COMO SE TRATASSE DE UMA VACINA,
    PARA QUE TODOS CONHEÇAM A REALIDADE DESTA "PANDEMIA".

    Pois os meios de comunicação naturalmente divulgam o que interessa aos
    patrocinadores, não aos ouvintes e leitores.


    Dr. Carlos Alberto Morales Paitá




     
    • Di delia (---.---.---.120) 3 settembre 2009 12:59

      probabilment e tutto vero....e solo e sempre per questione di lucro.Però i dati delle persone morte fin ora per l’influenza suina,non sono molto rassicuranti,ed è normale che noi gente comune ci allarmiamo e pensiamo a vacinarci.Io personalmente sono mamma di un bambino di 4 anni che per problemi di tonsillite si ammalla molto spesso con febbri altissime durante l’anno,quindi motivo in più per preoccuparmi.Infati lunedì sette apriranno le scuole ma ho già preso la decisione di non farlo rientrare....la paura è veramente tanta...e se ci fosse anche solo un probabilità su un milione che mio figlio potrebe rischiare la vita per questa influenza suina,di certo farò il possibile per evitare che ciò accaddà e per prima cosa evitero tutti i posti affolati compresa la scuola materna.lmeno fino a quando la crisi non sarà passata...delia

    • Di pint74 (---.---.---.149) 3 settembre 2009 19:21
      pint74

      Molto interessante questa riflessione Kocis,molto interessante e veritiera,grazie della segnalazione.

    • Di pint74 (---.---.---.149) 3 settembre 2009 20:07
      pint74

      Vista la facilità con cui si ammala e le febbri altissime,sarebbe meglio potenziare il suo sistema immunitario per evitare che l’influenza lo colpisca più duramente di altri bambini.
      Dieta che eviti o che diminuisca il contenuto degli additivi presenti in questa lista:
      http://www.agoravox.it/Lista-additt... ,cibo ricco di vitamine ed eventualmente ricorrere ad integratori.
      Per diminuire le possibilità di contagio segui i consigli del sito:
      http://www.epicentro.iss.it/focus/h...
      valuta da un pediatra fidato la possibilità che tuo figlio rientri nelle fasce a rischio di vita o complicanze e necessiti del vaccino(lo reputo difficile,ma non si sà mai).
      meglio 2 consulti da pediatri differenti e ricorri ai numerosi pediatri online che danno consigli gratis.
      Per il vaccino ti invito cautela.
      Quest’anno avremo 2 influenze.
      La classica e la h1n1.
      Sono 3 dosi di vaccino.(2 per l’h1n1)
      I vaccini non sono immuni da effetti collaterali,anzi... link con spiegazioni http://www.agoravox.it/Vaccini-cosa...
      Oppure sul sito
      http://www.farmaci.net/
      trovi tutto quello che devi sapere sui farmaci e sui vaccini.
      Ovviamente di questo vaccino non si sà ancora nulla di preciso.
      L’efficacia non è confermata,ma anche se lo fosse può mutare il virus e quindi efficacia scarsa del vaccino.
      Effetti collaterali?
      E’ stato fatto il test di sicurezza ma troppo in fretta e su poche decine di migliaia di cavie umane.
      LA cura potrebbe essere peggio della malattia.
      Se è possibile evita la vaccinazione,questo è il mio consiglio.
      Ma se il tuo bimbo può rientrare in quelle fascie che potrebbbero avere complicanze gravi,allora è un’altro discorso.
      I pazienti che rientrano in questa fascia sono rari,malgrado la TV cerchi di convincerci del contrario.
      Comunque segui questo sito,ci saranno aggiornamenti su tutto quello che riguarda l’epidemia,compresi eventuali effetti collaterali del vaccino e casi correlati.

  • Di pv21 (---.---.---.174) 3 settembre 2009 12:44

    E’ tutta colpa di Carosello se siamo travolti dalle informazioni. Il governo deve pur motivare un investimento "mediatico" della sua immagine costato, a noi, almeno 400 milioni e 48 milioni di dosi (?). Prepariamoci allora per la prossima pandemia (influenza da conigli, papere ecc). Per gli anti-virus ...=> http://forum.wineuropa.it

  • Di poetto (---.---.---.222) 6 settembre 2009 23:00

     Confesso che pensavo che la storia dell’influenza suina si sarebbe “sgonfiata” nel giro di poco tempo, evidentemente mi devo ricredere.

    Quello che non riesco a capire è il perché ci si debba vaccinare se questa patologia ha la stessa virulenza, anzi sento e leggo da alcune parti anche minore, della classica influenza?

    Avete mai visto se per l’influenza, quella che ogni anno ci fa “visita”, siano mai state chiuse scuole?

    Avete mai visto tanta insistenza per i vaccini, vaccinazione e via dicendo per una classica influenza?

    Perché tanto allarmismo? Ci saranno veramente le aziende farmaceutiche che premono dietro tutto questo oppure c’è qualcos’altro?

    Mi ripeto, pensavo che la notizia dell’influenza si sarebbe “sgonfiata” se questo non è avvenuto i casi, a mio modestissimo avviso, sono due: le case farmaceutiche si sono “inventate” questo espediente per ricavarci sopra oppure questa influenza è molto più pericolosa, in proiezione, di quanto ci lasciano intendere.


     

  • Di marc (---.---.---.25) 7 settembre 2009 16:03

    come mai "illuminanti"????

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.








    Palmares