Fermer

  • AgoraVox su Twitter
  • RSS

 Home page > Attualità > Salute > Statine, colesterolo e sicurezza

Statine, colesterolo e sicurezza

Statine.

Fra i farmaci fra i più venduti al mondo ed utilizzati da milioni di italiani ogni anno.

Le statine svolgono un’azione liporegolatrice tramite l’inibizione dell’enzima HMG-CoA reduttasi, coinvolto nella sintesi del colesterolo.

In pratica tengono sotto controllo il colesterolo ldl, uno dei fattori di rischio per gli infarti ed altre malattia cardiovascolari.

Sebbene siano fra i farmaci meglio tollerati e sicuri uno studio ha gettato qualche ombra riguardo agli effetti indesiderati.

Lo studio in questione è stato riportato sul sito xagena.org: "Le statine associate a rischio di disfunzione epatica moderata o grave, insufficienza renale acuta, miopatia moderata e grave, e cataratta.

Uno studio prospettico, in aperto, ha quantificato gli effetti indesiderati delle statine. Sono stati analizzati i dati di più di 2 milioni di pazienti, presenti nel database Qresearch, di età compresa tra 30 e 84 anni di cui il 10.7% erano nuovi utilizzatori di statine.

Al 70.7% era stata prescritta la Simvastatina (Zocor), al 22.3% Atorvastatina (Lipitor), al 3.6% Pravastatina (Pravachol), all’1.9% Rosuvastatina (Crestor), e all’1.4% Fluvastatina (Lescol).

E’ stato osservato che l’uso delle statine era associato a un ridotto rischio di tumore esofageo, ma ad aumentato rischio di disfunzione epatica moderata o grave, insufficienza renale acuta, miopatia moderata e grave, e cataratta.



Gli effetti avversi sono risultati simili per tutte le statine analizzate, con l’eccezione della disfunzione epatica in cui il rischio era più alto per la Fluvastatina.

Un effetto dose-risposta era apparente per l’insufficienza renale acuta e la disfunzione epatica.

Tutti i rischi sono persistiti durante il trattamento e sono risultati più alti nel primo anno. Dopo aver interrotto il trattamento, il rischio di cataratta è ritornato al normale entro 1 anno nelle donne ed entro 1-3 anni negli uomini; il rischio di insufficienza renale acuta è ritornato nella norma entro 1-3 anni sia per gli uomini sia per le donne; e la disfunzione epatica entro 1-3 nelle donne e a 3 anni negli uomini".

Per le donne l’NNT (number needed to treat), per qualsiasi statina, per prevenire 1 caso di malattia cardiovascolare nell’arco di 5 anni è risultato pari a 37 e per il tumore esofageo a 1266; per gli uomini, i rispettivi valori, sono stati 33 e 1082.

Nelle donne l’NNH (number needed to harm) per un aggiuntivo caso di insufficienza renale acuta nell’arco di 5 anni è stato pari a 434, di miopatia moderata-grave di 259, di disfunzione epatica moderata-grave di 136 e di cataratta di 33.

In generale, l’NNH e l’NNT per gli uomini sono risultati simili a quelli delle donne, ad eccezione della miopatia dove l’NNH era di 91.

(fonte http://xagena.org/index.php?show=86...)


Ti potrebbero interessare anche

Il nuovo colesterolo si chiama Apo C3
Le vittime dell’abuso di alcol
I problemi sessuali degli italiani (e le possibili soluzioni)
Chi è la donna di Real Time
Sei un cinico? Rischi la demenza senile


Commenti all'articolo

  • Di (---.---.---.2) 20 giugno 2012 13:31

    si no moris de tronos, moris de lampos. traduzione "se non muori di tuoni, muori di lampi" come dire che le medicine curano certe malattie e ne possono causare altre. ricordiamoci, in ogni caso che le cure hanno migliorato e allungato la vita

Lasciare un commento


Sostieni AgoraVox

(Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

Un codice colorato permette di riconoscere:

  • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
  • L'autore dell'aritcolo

Se notate un bug non esitate a contattarci.



Pubblicità




Pubblicità



Palmares


Pubblicità