• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Attualità > Mondo > “Latte avvelenato”

“Latte avvelenato”

Si allarga lo scandalo cinese, la melamina potrebbe trovarsi in altri prodotti
Ammontano a quattro i bambini morti da avvelenamento e circa 13000 i ricoverati, queste sono le dimensioni dello scandalo cinese provocato dalla distribuzione di latte avvelenato contenente melamina, sostanza tossica che se assunta in quantità eccessive può causare calcoli e disfunzioni renali.

Sembra che l’allarme non è unicamente riferito solo alle confezioni di latte in polvere e liquido, ma anche a gelati, yogurt, brioches e da tutti quegli alimenti contenente latte prodotto dalla multinazionale “Yili Industrial” che è stata subito messa in stato d’accusa dalle autorità competenti. Sono state interrotte le distribuzioni dei prodotti incriminati non solo in Cina ma i ritiri delle merci si stanno operando in tutto il mondo, fuori pericolo l’Europa che ha troncato l’importazione dei prodotti caseari cinesi dal 2002.

Lo stato cinese censura le notizie sull’accaduto e si riduce ai soli comunicati ufficiali emessi dal governo tramite il ministro della sanità pubblica garantendo cure gratuite. Pare che madri e padri furiosi e non solo ma anche tutte le persone sensibilizzate sull’accaduto stiano organizzando una marcia pacifica chiedendo giustizia nei confronti di questi truffatori. Tuonano anche le associazioni dei consumatori, inconcepibile una situazione del genere, il cittadino deve essere tutelato, l’attenzione per la cura della qualità del prodotto deve interessare soprattutto le multinazionali che radicano i loro commerci in tutto il mondo. Ancora si devono appurare le cause dell’inconveniente che non deve essere sottovalutato in quando ha già causato la morte di innocenti e soprattutto perché non si conoscono ancora le proporzioni di tale avvenimento.

Commenti all'articolo

  • Di dana (---.---.---.247) 13 ottobre 2008 11:04

    quanto il bel progresso ci abitua ad essere solo tubo digerente del capitalismo succede questo ed altro.
    Ricordiamo il passato della Nestlé, non proprio ligia alla tutela della salute
    http://www.tatavasco.it/new/index.p...
    Anche i bimbi italiani è bene che si abituino subito ai vari inquinanti, vediamo se ne verrà fuori una specie selezionata tra qualche centinaio di milioni di anni....

    Oppure il formaggio agli estrementi di topi e vermi....diventato prodotto tipico a quanto pare....

    http://www.nntp.it/politica-polo/14...
    Vicenda presto insabbiata, come al solito nessun colpevole.
    Vorrai mica che le aziende falliscano e lasciano a casa i lavoratori che impastavano il formaggio coi vermi?
    Evidentemente fare formaggio rispettando la normativa igienica è chiedere troppo alle grandi imprese italiche, peccato che io non possa acquistare in virtù delle stesse normative del latte della mucca del mio vicino.

    Per non parlare del latte alla diossina..ma che vuoi con tutti sti inceneritori per forza...è il prezzo del progresso.....

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.








    Palmares