• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Tribuna Libera > Ottomila sardine a Genova: ma fanno meno notizia

Ottomila sardine a Genova: ma fanno meno notizia

A Genova si riunuscono ottomila sardine. L'ANSA dà la notizia e la correda con un reportage fotografico. Ma le riprese sui giornali non sono da prima pagina.

Si sono riuniti in ottomila. Si tratta di studenti, professionisti, famiglie. Gli slogan si ripetono. L'unico punto di riferimento è la Costituzione. Per altro a Genova non ci sono a breve elezioni. La giunta è di centrodestra. La sinistra ha perso le elezioni dopo che per ben due volte a distanza di qualche anno Genova era finita sommersa dall'acqua.

Marco Revelli, un educatore, è la persona che ha organizzato il flashmob. "No al populismo, al sovranismo, all'odio, al razzismo, no alla discriminazione" - riferisce all'ANSA.

Cantano gli Intillimani, Bella Ciao, ma anche De Andrè e l'Inno di Mameli. Dichiarano di essere contro il fascismo. Tra di loro anche don Paolo Farinella, il prete dell'accoglienza a Genova. Qualcun altro fa riferimento a don Gallo, altro sacerdote dell'accoglienza e per gli ultimi.

La stampa ne parla, ma lo spazio principale in questo momento va al maltempo che ancora imperversa in Liguria, al blocco dell'autostrada, alla sicurezza dei ponti - anche quelli liguri. Salvini e Di Maio occupano le prime pagine con il decreto Salva Stati. Il terremoto in Albania ci commove e la protezione civile italiana è presente per salvare vite.

Se ne parla meno? E' ancora presto per dirlo. Ci sono molte manifestazioni ancora da realizzare in molte città.

Attilio Runello

 

 

Questo articolo è stato pubblicato qui

Lasciare un commento

Per commentare registrati al sito in alto a destra di questa pagina

Se non sei registrato puoi farlo qui


Sostieni la Fondazione AgoraVox


Pubblicità




Pubblicità



Palmares

Pubblicità