• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Attualità > Società > Migranti e accoglienza | Amnesty accusa Italia, Malta e Europa di usare (...)

Migranti e accoglienza | Amnesty accusa Italia, Malta e Europa di usare come “moneta di scambio le vite dei migranti” e di essere “collusi con la Libia”

Migranti, dure accuse di Amnesty International all’Italia, a Malta e all’Europa

 

“Tra il diavolo e il mare blu profondo. I fallimenti dell’Europa su rifugiati e migranti nel Mediterraneo centrale” è il titolo di un rapporto di 27 pagine in cui Amnesty International accusa l’Italia, Malta e l’Europa di usare come “moneta di scambio le vite dei migranti” e di essere “collusi con la Libia”.

Amnesty denuncia la morte in mare di oltre 721 persone tra giugno e luglio e le nuove politiche italiane che hanno lasciato le persone bloccate in mare per giorni e analizza il modo in cui i paesi dell’Unione Europea stanno cospirando per contenere rifugiati e migranti in Libia, dove sono esposti a torture e abusi.

Sono più che raddoppiati, dai 4.400 di marzo ai 10.000 di fine luglio (compresi 2.000 fra donne e bambini), gli internati nei centri libici. “Virtualmente – scrive Matteo de Bellis, ricercatore di Amnesty esperto di asilo e migrazione – sono tutte persone intercettate in mare e riportate in Libia dalla Guardia costiera libica che è equipaggiata, addestrata e supportata da governi europei”.

Il rapporto denuncia anche il modo in cui le autorità italiane e maltesi hanno denigrato, intimidito e criminalizzato le Ong che cercano di salvare vite in mare, rifiutando alle loro navi il permesso di sbarcare e arrivando addirittura a sequestrarle e definisce “profondamente preoccupanti” i piani di espandere questa politica di esternalizzazione nella regione.

Questo articolo è stato pubblicato qui

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.



    Pubblicità




    Pubblicità



    Palmares

    Pubblicità