• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Tribuna Libera > Clima, l’89% degli italiani pensa che sia un’emergenza, ma non s’impegna in (...)

Clima, l’89% degli italiani pensa che sia un’emergenza, ma non s’impegna in prima persona e pretende soluzioni dal governo di turno!

L’89% degli italiani crede che il riscaldamento globale sia un’emergenza e che possa diventare estremamente pericoloso. Lo rivela un sondaggio commissionato dalla ong ambientalista Hope Not Hate e condotto dalla società Focaldata in 8 paesi del mondo (USA, Regno Unito, Germania, Francia, Italia, Polonia, Canada, Brasile).

Ciò nonostante gli italiani continuano a sporcare e ad inquinare, senza un “mea culpa”! Preferiscono l’auto privata ai mezzi pubblici, lasciano termosifoni e climatizzatori accessi al massimo per tutto l’anno, consumano alimenti e bevande confezionate in contenitori di plastica, gettano cartacce e rifiuti di ogni genere ovunque, si sbarazzano di vecchie tv e frigoriferi rotti lasciandoli sul marciapiede o in discariche abusive, gettano l’umido nella plastica e la carta nella campana del vetro, cambiano un cellulare al mese e hanno tutti la parabolica. Insomma, consumano, sporcano e inquinano senza se e senza ma, consapevoli d farlo, ma poi pensano che una entità astratta come lo Stato, la politica o chissà quale altra organizzazione mondiale metta tutto a posto con un colpo di bacchetta magica! La vecchia storia di chi pretende la botte piena e la moglie ubriaca!

Comunque, in Italia, l’89% degli intervistati ritiene che il mondo sia di fronte ad un’emergenza climatica e, a meno che le emissioni di gas a effetto serra non diminuiscano notevolmente nei prossimi anni, il riscaldamento globale diventerà estremamente pericoloso. L’85% concorda sul fatto che l’Italia stia già vivendo condizioni atmosferiche più estreme quali ondate di caldo, tempeste, siccità e alluvioni a causa del cambiamento climatico, e l’83% ritiene che il cambiamento climatico sia una minaccia concreta per la gente comune in Italia.

Nel nostro paese, il 67% non crede che il governo italiano stia facendo abbastanza per affrontare il cambiamento climatico e il 64% sarebbe più propenso a votare per un partito o candidato politico che dichiari d’impegnarsi per ridurre a zero le emissioni di gas a effetto serra entro il 2050.

Per concludere, l’italiano non s’impegna in prima persona a migliorare la qualità della vita, evade il fisco, sporca, inquina, ma pretende dal governo un paese migliore!

Foto: Pixabay

Questo articolo è stato pubblicato qui

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.



    Pubblicità




    Pubblicità



    Palmares

    Pubblicità