• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Attualità > Istruzione > Caltagirone ospita l’incontro nazionale tra gli Istituti Tecnici e (...)

Caltagirone ospita l’incontro nazionale tra gli Istituti Tecnici e Professionali per l’Agricoltura della rete “ITA senza frontiere”

 L’Istituto Tecnico Agrario di Caltagirone ospita per la prima volta l’incontro nazionale tra gli Istituti Tecnici e Professionali per l’Agricoltura della rete “ITA senza frontiere”. Un’ importate momento di incontro tra i dirigenti degli istituti tecnici e professionali per l’agricoltura volto a confrontarsi con gli operatori del territorio, con gli istituti di ricerca quali l’università ed il Centro Sperimentale di Granicoltura e con l’amministrazione Regionale e Comunale.

I dati ISTAT fotografano una realtà inquietante per gli operatori agricoli, la produzione di olio nel 2006 assegnava al nord l’1,2% dell’intero raccolto. Nel 2017 si è arrivati all’1,8%. Si tratta di un dato non prevedibile fino a qualche anno fa relegando tradizionalmente l’olio al meridione. In quest’ultimo decennio la superfice coltivata ad uliveto nel nord Italia si è più che raddoppiata passando da 42 mila a oltre 103 mila ettari.

Il fenomeno “migratorio” non interessa solo l’ulivo, anche il pomodoro sta subendo lo stesso processo. L’ISTAT calcola 27.5 milioni di quintali su 56 milioni sono stati prodotti nella pianura Padana. E il meridione che i romani chiamavano il granaio d’Italia sta perdendo anche questo storico primato. Se nel 2006 si producevano al nord 2,5 milioni di quintali e al sud 28,7 milioni di quintali, nel 2017 il nord ne ha prodotto 6,8 e il sud 27,3 milioni di quintali.

In questo quadro di trasformazioni epocali, la rivista Science riferisce che oltre quattromila essenze vegetati si spostato di circa otto chilometri verso nord ogni dieci anni così la Sicilia rischia di essere relegata ad un clima subtropicale. Un sintomo evidente di questa trasformazione lo si può trovare nella produzione di banane del palermitano con 1200 piante e 100 quintali di produzione annua.

Le scuole agrarie non possono restare indifferenti a queste trasformazioni epocali. Nella propria missione di formazione delle future generazioni occorre produrre il massimo sforzo per non rassegnarsi a questa triste realtà.

Gli incontri si terranno nell’aula magna del plesso ITA di via Balatazze 32 il 27 settembre dalle ore 15.00 con la partecipazione di:

Prof.ssa Maria Malignaggi (D.S. I.I.S. Cucuzza-Euclide Caltagirone)

Prof.ssa Paola Adami (Presidente rete ITA senza frontiere)

Prof. Francesco Pignataro (Presidente ambito 8 provincia di Catania)

Dott.ssa Alessandra Foti (Presidente GAL KALAT)

dott. Carmelo Nicotra (Dirigente stazione sperimentale di granicoltura –Regione Sicilia)

Niccolò lo Piccolo (Rappresentante locale della CIA)

Venerdì 28 settembre dalle ore 9.00

Assessore Regionale alle infrastrutture Dott. Marco Falcone

Sindaco di Caltagirone On. Gino Ioppolo

Direttore Generale USR Sicilia Dott.ssa Maria Luisa Altomonte

Prof. Giovanni La Via, europarlamentare, docente e direttore del Dipartimento di Scienze economico-agrarie presso l’Università di Catania.

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.



    Pubblicità




    Pubblicità



    Palmares

    Pubblicità