• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

Alessandro Picarone

Alessandro Picarone

Dal 2014 svolgo la professione forense presso il Foro di Napoli, in ambito civile.
Nel 2015 ho collaborato, insieme ad altri, al Manuale di diritto d'autore curato dal Prof. Fabio Dell'Aversana, dedicandomi alla parte relativa ai contratti dello spettacolo, mentre nel 2020 ho collaborato per la redazione del testo 'Il valore della carta dei diritti di internet'.
Nel 2017 e nel 2019 ho partecipato all'IGF - rispettivamente di Bologna e di Torino - dove ho trattato il tema dell'identità e della privacy dei minori in Rete (argomento oggetto prima della mia laurea e poi di un articolo).
Presso l'Università degli Studi di Napoli - Federico II, dal 2015 al 2019 ho affrontato come come speaker, la problematica del rapporto Stato-Regioni e del regionalismo differenziato, le criticità dei sistemi elettorali e la loro compatibilità con la Costituzione, il tema della decretazione d'urgenza, con particolare riferimento all'abuso dei decreti legge e della loro omogeneità nel rapporto tra decreto e legge di conversione, e le problematiche del parlamentarismo in Italia, il rapporto tra l'ordinamento italiano e l'ordinamento comunitario e infine il diritto di accesso a Internet, affrontato dalla duplice veste di diritto sociale e come libertà.

Statistiche

  • Primo articolo martedì 12 Dicembre 2017
  • Moderatore da giovedì 02 Febbraio 2019
Articoli Da Articoli pubblicati Commenti pubblicati Commenti ricevuti
La registrazione 7 1 7
1 mese 1 0 0
5 giorni 0 0 0
Moderazione Da Articoli moderati Positivamente Negativamente
La registrazione 8 0 8
1 mese 0 0 0
5 giorni 0 0 0









Ultimi commenti

  • Di Alessandro Picarone (---.---.---.175) 22 febbraio 2019 22:55
    Alessandro Picarone

    Dunque, i GIP hanno di solito tempi strettissimi per intervenire, e non hanno margine per ritardare troppo ad esempio una convalida di arresto, proprio per i vincoli temporali a cui sono sottoposti.
    Sui giudici ordinari posso comprendere che ’dall’esterno’ si possa avere questo tipo di sensazione, ma non va sottovalutato il fatto che magistrato che agisse in base a simpatie o preferenze personali potrebbe anche rischiare sanzioni disciplinari.
    Detto ciò, non è affatto detto che tutti i magistrati siano sempre e comunque corretti, ma analogamente ritenere che ogni volta e verso ogni parte politica.


Pubblicità



Pubblicità



Palmares

Pubblicità