Fermer

  • AgoraVox su Twitter
  • RSS

 Home page > Attualità > Scienza e Tecnologia > Windows 7 arriva il 22 ottobre, è tempo di passare a Linux

Windows 7 arriva il 22 ottobre, è tempo di passare a Linux

Dopo il flop di Windows Vista, lanciato nel 2006, Microsoft fa un passo indietro e presenta la sua nuova creatura: Windows 7. Un OS (sistema operativo) che vuole correggere le incongruenze e gli inutili fastidi di Windows Vista rivisitando Windows XP con un look più trendy. La svista della ditta di Redmond vi costerà da 129 euro a 319 euro per l’upgrade, a secondo la versione che avrete da aggiornare: 129 euro per la Home Premium, 299 euro per la Professional e 319 euro per la Ultimate. Se invece aspettate l’offerta per studenti o per le famiglie, dimenticatele. In Italia non ci saranno al contrario degli USA o di Francia e Germania. Nei States la copia di aggiornamento per studenti per le versioni Home Premium o Professional di Windows 7 costerà 20 euro e per le famiglie 3 copie di aggiornamento di Windows 7 Home Premium costerà 150 euro. Mentre se comprerete il set di installazione completo spenderete 209 euro per la Home Premium, 329 euro per la Professional e 339 euro per la Ultimate. A questo punto vale la pena fare un po’ di conti. Se nel 2006 avete acquistato nuova di zecca la versione Ultimate di Windows Vista pagandola 599 euro, dopo neanche tre anni volendola aggiornare Microsoft vi chiede altri 319 euro. Totale a vostro carico: 918 euro. Certo è che se c’è qualcuno che sborsa un altro tesorizza. E Bill Gates e Steve Ballmer, i due druidi della Microsoft, non si perderanno in pensieri preoccupati di come faranno ad arrivare a fine mese.

Oh! stavo per dimenticare una cosuccia: l’upgrade di Vista a Windows 7 vi costerà anche un po’ di tempo: 20 ore.

A conti fatti una decisione s’impone: passare a Linux il sistema operativo libero, sicuro e gratuito, sempre aggiornato con tutte le applicazioni già fornite. Si può installare su una qualsiasi partizione del disco rigido oppure avviarlo da un CD o un DVD indipendentemente dal computer (live-distro). Oppure istallarlo su una chiavetta USB di 4Gb e portarlo dovunque con se, far funzionare il pc di casa o dell’amico o della scuola senza toccare il disco rigido del computer ospite (funziona anche senza che il pc sia dotato di un hard disk), con vecchi - pentium II ad esempio - e nuovi portabili.

Come fare. Scaricare una distribuzione e masterizzare l’immagine disco su un CD o DVD a secondo della scelta.

Quale distribuzione. Ce ne sono a decine. Dallo storico Knoppix a Sidux passando per Mepis e l’italiano dyne:bolic. Senza dimenticare Ubuntu.

Dove trovarle. Tutte le distro su DistroWatch.com (inglese).

A l’avvio del CD o DVD si può scegliere la lingua (come l’italiano) e se si istalla su una partizione o la chiavetta USB questa scelta è permanente.


Potrete aprire e modificare tutti i documenti prodotti con MS Office e registrali nei stessi formati di MS Word o MS Excel, leggere tutti i formati video e ritoccare le immagini, ecc.

P.S. Un minimo di conoscenza dell’inglese non disturba.
 

Aggiornamento - Segnalato nel commento di Massimo

Majorana Gela Istruzione Informatica
http://www.istitutomajorana.it/index.php

Tratta istruzione, informatica, software libero, videoguide e manuali, avvisi scadenze e memorandum per gli impegni scolastici, Convegno - la scuola per risparmiare milioni di euro - linux ed open source, il comune di Gela passa al software libero con la collaborazione del majorana, Perchè passare a Linux ecco 27 validi motivi per farlo, OpenOffice 3.1.1 installare in Ubuntu con guida e videoguide, Format Factory 2.10 italiano per Windows portable anche per chiavetta USB, VirtualBox 3.0.4 italiano per Windows portable anche per chiavetta USB, O-PenDrive 1.0 la Open Source Suite USB portable per Windows, Riformattare no grazie alla immagine di sistema creata con macrium reflect, Firefox 3.5.3 come installarlo facilmente sotto Ubuntu con una videoguida, manuale Firefox facile e componenti aggiuntivi con videoguide, ViVo portable USB per fare parlare il computer ovunque, Ubuntu 9.04 versione USB avviabile anche con CD, Altreconomia un articolo su scuole open source, Le dirette RAI, le TV e le radio un un click da Ubuntu nuova versione Ubuntuwin TV 0.5, Writer3 di OpenOffice per la videoscrittura con CD videoguide scaricabile, manuali e videoguide on-line gratuiti per il computer la sicurezza e la manuntenzione, Tutte le nostre Ubutnu Plus Remix Italiane, Tutte le nostre portable USB per Windows italiane.

Linux Day 2009 al Majorana di Gela sabato 24 ottobre 2009

In 120 città d’Italia ci saranno persone disponibili a spiegarvi qualsiasi cosa su Linux e a darvi una mano per partire. In più, moltissime presentazioni e spiegazioni su come usare Linux e i programmi Open Source.

Andate su: http://www.linuxday.it/ e trovate la città più vicina. (dal commento di iced)

Ti potrebbero interessare anche

Con ubuntu 14.04 LTS trusty tahr, tutto il necessario per l'ufficio
Windows XP: non buttate il PC
Ubuntu 14.04 Trusty Tahr rilasciato in versione beta 2 download
Red Hat Enterprise Linux 7 Release Candidate sta arrivando RHEL 7
Gnome 3.12 non sarà incluso in Ubuntu 14.04 nella versione stabile, ecco il perché


Commenti all'articolo

  • Di nickrivers (---.---.---.196) 21 ottobre 2009 11:04

     Io li ho provati un po tutti, xp vista seven linux.
    Devo dire che va a gusti/possibilità.
    Comunque l’aggiornamento richiede 20 ore solo nei casi peggiori non sempre.
    C’è una bella differenza...

    • Di (---.---.---.148) 25 ottobre 2009 18:10

      dipende per passare da vista a seven ci vuole solo un po di pasienza e non piu di due ore, inoltre le distro linux sono ottime, ma moltissimi programmi non girano oppure bisogna farli girare in virtuale,troppe risorse meglio xp o anche seven

  • Di Franco (---.---.---.10) 21 ottobre 2009 11:05

    Sono super d’accordo. Tanto per completare il paragone, snow leopard costa 29€. Si tratta proprio di una posizione di mercato dominante e arrogante, speriamo ancora per poco. Evidentemente MS è soprattutto interessata al mercato dei netbook, più che al rinnovo del parco svista. Li andrà giù pesante, proprio per contrastare Linux, come ahimè ha già fatto con XP

  • Di Luca (---.---.---.130) 21 ottobre 2009 11:06

    Questo parere è da relegare tra quando Internet putroppo spesso ci propina: notizie sintetiche, spesso incomplete e con un evidente parere di parte.

    Sarebbe curioso sapere di più dell’autore, delle sue esperienze professionali, del tipo di utenti e di aziende con cui ha esperienza.

    Windows 7 è solo in parte quello che ci viene riferito in questo editoriale. Stessa cosa potremmo dire di Linux per come è trattato in questo articolo: vogliamo parlare dei costi di standardizzazione, messa in produzione e manutenzione di Linux in un ambiente Enterprise?

    • Di Mik (---.---.---.229) 21 ottobre 2009 11:16

      In Europa le pubbliche amministrazioni sempre di più adottano il software libero
      Anche in Italia ci sono molti esempi
      Quindi L’adozione di linux può in molti casi essere vantaggiosa
      In ambito desktop a me personalmente non è costata nulla, nemmeno il prezzo del Cd dove l’ho salvata, poichè uso quelli riscrivibili
      Devo dire che mi trovo veramente bene con Ubuntu e non ho più avuto necessità di usare ancora software proprietario

      Cedo che sia venuto veramente il tempo di passare a Linux

      In fondo provare non costa nulla

    • Di cap. kirk (---.---.---.61) 21 ottobre 2009 11:21

      a beh, se è enterprise... MS, là dove nessun uomo era mai giunto prima!

      soldi gettati al vento. ecco un parere sintetico, e di parte.

  • Di (---.---.---.1) 21 ottobre 2009 11:22

    Con Linux si risparmia di sicuro, dovrebbero usarlo tutti, comprese le scuole e gli uffici statali. Cosi si che si risparmia sull baget.


    www.afarcasa.com 

  • Di Mikk (---.---.---.70) 21 ottobre 2009 11:22

    Più che un articolo, questo mi pare una forma di propaganda...

  • Di Gnomopol (---.---.---.28) 21 ottobre 2009 11:24

    Io ho cominciato col dos e windows 3.1 fino ad oggi dove uso tranquillamente vista e win7.
    Sinceramente ad oggi non ritengo per niente un flop vista, dato che si richiede un po di risorse in più ma sull’uso di varie applicazione in contemporanea (e in ufficio lavoro con + programmi e 2 monitor) e nello sfruttare l’hardware lavora molto ma molto meglio di xp.
    Windows 7 ottimizza tale cosa in un ambiente molto + leggero.
    Linux... negli anno ho provato più volte ad usarlo, ma alla fine a parte l’installazione "base" se poi c’è da installare un driver per la scheda video per esempio che non è già integrato nell’installazione cominciano i dolori. Cercare quello giusto (sempre che si trovo spesso non ci sono neanche) per non parlare dell’installazione! Ma per favore, se nn si è veramente pratici di linux non c’è niente da fare. Ultimo esempio, un mini pc con chipset intel gma945 e relativa vga (parliamo di un sistema video molto semplice e che esiste da tanto tempo) 2 miei colleghi che lavorano da anni su linux non son riusciti a farlo andare decentemente. Niente supporto effetti video e risoluzioni sopra il 1024x768.
    Leopard, ovvero mac os? si costa poco se hai preso da poso un mac altrimenti ha i suoi costi anche quello.
    Resta il fatto che per windows trovi giochi programmi di ogni tipo (e volendo anche gratis) e l’installazione di driver e altro è molto ma molto semplice.

    • Di Detestor (---.---.---.31) 27 ottobre 2009 13:26

      Questo era vero fino a qualche anno fa, ormai su molte distribuzioni (ad esempio Ubuntu) per installare il driver della scheda video basta un clic, molto più facile di Windows. Per quanto riguarda i giochi (non gratis) ti dò ragione, anche se non è certo colpa di Linux se le aziende di videogiochi non scrivono i giochi anche per Linux. Di giochi gratis ce n’è molti anche per Linux (forse anche di più). Per quanto riguarda i programmi, stesso discorso dei giochi gratuiti, ce n’è molti di più, e sono anche gratis!

  • Di kittenwolf (---.---.---.19) 21 ottobre 2009 11:33

    tempo di passare a linux ???
    sono d’accordo con te fino ad un certo punto.... purtroppo linux è macchinoso se uno deve installarsi periferiche driver o semplicemente per installare qualsiasi programma, l utente normale non se lo installerà mai. e dei giochi ne vogliamo parlare? sparatutto auto ecc.... auguri a caricarli su linux , esistono si emulatori tipo wine o simili ma non tengono proprio il confronto, pur avendo un buon pc, vedi chiaramente che i giochi non sono fluidi come usarli in win....
    linux è ottimo per server o cose simili ma per l utente domestico è una ciofeca. a meno che l’utente usi solo internet e si limita ad usare sempre i soliti 4 / 5 programmi. ma se uno è abituato a provare , installare testare programmi di qualsiasi tipo, usare webcam giochi ecc... allora c’è da dire siamo obbligati a mantenere win fino a che magari, uscirà un OS in grado di sfidare windows.

    • Di Ahpook (---.---.---.77) 27 ottobre 2009 11:51

      purtroppo linux è macchinoso se uno deve installarsi periferiche driver o semplicemente per installare qualsiasi programma
      magari dieci anni fa adesso basta collegare una periferica e ti viene riconosciuta senza drivers e senza isogno di fare nulla>>>informati prima di sentenziare
      linux è ottimo per server o cose simili ma per l utente domestico è una ciofeca
      e beh non ci sono virus, non salta mai, non devi mai formattare si aggiorna da solo installare un programma è in automatico senza crack ecc eccc>>>informati prima di sentenziare

    • Di ozn3rold (---.---.---.56) 30 ottobre 2009 21:43

      Confermo! Sono un utente Linux (kubuntu) da parecchi anni:
      ho la fortuna di avere linux anche in ufficio (Suse)!!
      Le poche volte che mi capita di avere a che fare con Windows ho la netta impressione
      di trovarmi all’età della pietra, specialmente quando incappo in Vista.
      Purtroppo molta gente non sa quanto sia facile e intuitivo da utilizzare Linux,
      in particolar modo Kubuntu e Ubuntu: provarla non costa nulla!!

  • Di Aprilione (---.---.---.14) 21 ottobre 2009 11:38

    Sono perfettamente in linea con Luca e Gnomopol, parlar male di MS è facile come sparare ad un elefante da un metro, ma anche io gli ho provati un po tutti e con linux se non sei veramente pratico è molto più doloroso di windows ma dico molto. Quindi non diciamo cose tanto per dire o fare propaganda, vorrei vedere quante persone a digiuno di sistemi ecc. che oggi smanettano con windows, installano programmi ecc ecc farebbero la stessa cosa con linux. Il vero progresso si ha quando è alla portata di tutti non di pochi eletti linuxiani. E anche se con tanti difetti windows risulta ancora molto più semplice da gestire come sistema.

  • Di sante (---.---.---.249) 21 ottobre 2009 11:51

    uso linux dal 1999. non è stato sempre tutto rose e fiori ma è costantemente migliorato ed i vantaggi esistono eccome, come pure qualche svantaggio accettabile, in primis il fatto che certi programmi non esistono per linux. ma a meno che si tratti di giochi , di solito esiste una alternativa valida, vedi Open Office al posto di word. il fatto che linux sia ’difficile’ è una fesseria: forse che windows o il DOS vi son sembrati intuitivi, la prima volta che vi siete accostati ad un PC ? e allora sotto e leggetevi qualche introduzione a linux. Inoltre tenete conto che è possibile far girare molti programmi windows, giochi compresi, in emulazione sotto linux.
    linux vi farà risparmiare non solo i soldi della licenza windows ma anche quelli della licenza office e dell’antivirus, il tutto in maniera legale. avrete un sistema più stabile e meno vulnerabile a molti tipi di insidie ed è un mistero come mai in ambienti d’ufficio windows la faccia ancora da padrone. e se poi vi trovate nei guai per problemi di configurazione esistono migliaia di forum pieni di gente che vi darà (gratis) una mano. ci vuole solo un po’ di pazienza ma il pinguino vale la candela. provate Kubuntu , ma evitate per il momento la 9.10 perchè usa kde4 che non è ancora maturo, meglio il roccioso kde3. fidatevi.

  • Di miciux (---.---.---.153) 21 ottobre 2009 11:55

    L’articolo è ovviamente di parte e piuttosto impreciso.
     - L’update può impiegare nel caso PEGGIORE, FINO a 20 ore.
     - Per chi ha comprato un PC o Notebook con una versione di Vista da HOME in su da giugno a gennaio può passare a Windows 7 pagando solo le spese di spedizione (attorno ai 20€).

    Non tutte le distro Linux hanno supporto per tutti i formati multimediali già da subito... ad esempio con ubuntu bisogna installare medibuntu (operazione non semplice per utenti digiuni in materia).
    Esistono purtroppo varie periferiche per cui non ci sono ne supporto ne driver per Linux (anche se alle volte vale l’opposto... io ad esempio possiedo uno scanner datato che va una bomba sotto linux ma da windows ME in poi non ha driver per Windows).

    Per il resto è verissimo che al giorno d’oggi non è più come 10 anni fa. Molte distribuzioni di linux sono molto più semplici da installare di un qualunque windows e ti permettono di fare quasi tutto (tranne giocare agli ultimi titoli usciti per Windows).
    Ho installato ormai 3 anni fa una bella Kubuntu a mio padre (che di PC non ne capiva quasi niente) e si trova benissimo, chatta, naviga, ascolta musica, guarda film, gioca con i vari solitari, scrive mail, legge news... senza doversi preoccupare di Virus, Malware etc...

    Sia ben chiaro, io a casa uso unicamente Linux mentre per lavoro sono obbligato ad usare Windows ma ho provato la RC di Windows 7 e si è visto un grosso cambiamento tra questo e Vista.
    Questa volta Microsoft sembra aver fatto FINALMENTE qualcosa di decente... ma come tutte le cose COSTA.

    Linux ora è quasi per tutti... ma perché diventi davvero PER TUTTI ci vorrà ancora un po e magari un aiutino dai produttori di hardware.

  • Di Rocco Pellegrini (---.---.---.3) 21 ottobre 2009 12:10

     benchè, per quanto mi riguarda, trovo Linux enormemente superiore a Windows in tutti i sensi, devo riconoscere e me ne dispiace tanto che nonostante i notevoli sforzi fatti da Unbuntu per rendere la piattaforma Open Source meno ostica a chi non è un programmatore ancora non ci siamo rispetto alla semplicità di Windows o di Mac. Forse la soluzione verrà da Goobuntu, cioè dal SO che Google ha annunciato: una distribuzione di Linux orientata al cloud computing che dovrebbe semplificare al massimo tutto lasciando agli esperti le straordinarie doti di base.
    Lo spero tanto ma per il momento, per motivi di lavoro, mi appresto a fare l’upgrade da Vista a 7....

  • Di supernatural (---.---.---.36) 21 ottobre 2009 12:25

    salve,
    sono in possesso del sistema operativo ubuntu ma non posso usarlo perkè bisogna installare tutte le configurazioni internet ed oltre a questa difficoltà bisogna aggiungere che le istruzioni sono in inglese.
    Perckè non c’è una installazione guidata per le configurazioni internet come c’è in windows?Se fosse così anche
    uno inesperto come il sottoscritto potrebbe usare linux.
    Linux deve capire che il computer non è usato solo da esperti hacker ma anche da neofiti come me.
    Grazie e ha risentirci.
     
     supernatural

    • Di smanettone-67 (---.---.---.197) 30 ottobre 2009 23:20

      Ciao, come per te anche io all’inizio ho trovato molte difficoltà all’inizio con ubuntu. Ho tentato 8 volte prima di riuscire a partire, non avevo ancora capito che praticamente internet era essenziale per poter usare questo s.o. , tutte le info si trovano in rete, quando vuoi fare qualcosa o risolvere un problema basta google, oppure il forum di supporto http://forum.ubuntu-it.org/, lo stesso per iprogrammi.
      Non ho capito a quali configurazioni internet ti riferisci, funziona tuto di default e per quanto riguarda l’installazione fa tutto in automatico, se poi ci cominci a capire qualcosa puoi nelle eventuali reinstallazioni successive smanettare unpochino di più.
      Ritornando alla mia esperienza ti dico che sul portatile oltre ad Ubuntu ho anche XP e ti assicuro che quest’ultimo non lo sto avviando più da parecchio tempo, forse a breve lo disinstallo.
      A proposito di smanettamenti ho notato che nonostante installo e disinstallo continuamente programmi per provarli il pc non si è perniente rallentato, con windows forse avevo già fomattato da tempo.
      Insisti e vedrai che anche tu avrai delle soddisfazioni.

  • Di Zelluccio87 (---.---.---.41) 21 ottobre 2009 12:29

     L’upgrade richiede 20 ore nei casi in cui si ha una elevata memoria ooccupata e molti programmi installati .Sinceramente però che si faccia un upgrade o un downgrade è semore consigliato formattare e fare della pulizia del registro.
    Personalmente da ex sistemista per privati ho sempre consigliato windows perché si deve essere capaci di usare linux e molta gente non è in grado.
    Ho provato la prima versione su un pc vecchio e mi sono trovato piuttosto bene.
    Windows Vista sul mio Sony Vaio VGN-FW11M preinstallato non mi ha MAI dato problemi ed è sempre stato piuttosto celere. 
    Andrò ad acquistare Windows 7 , pagherò 129 euro e ne sarò contento . Male che vada riformatto e tengo Vista .
    Trovo questo articolo comunque una pubblicità a Linux. Ognuno faccia come crede però sinceramente se non siete esperti e non siete degli "smanettoni dei computer" o se non avete connessione a internet scegliete comunque Windows.

    • Di nickrivers (---.---.---.196) 21 ottobre 2009 14:24

      Io adesso ho il "vizio", quando formatto, di mettere solo ed esclusivamente versioni portable.
      Così prima di formattare sposto le applicazioni e una volta formattato le rimetto.
      Pulito e veloce.
      Tornando all’articolo. L’installazione da 0 di Seven ha impiegato si e no 20min su un pc vecchio di 4 anni!!!.
      L’ho tolto solo perché la scheda video mi dava rogne.
      Per quanto riguarda linux. Ogni volta che esce una release di ubuntu quasi sempre la installo, ma poi torno indietro perché trovo sempre l’applicativo di turno che mi serve che giro solo ed esclusivamente sotto windows.
      Poi colpa mia a non cercare un programma simile in ambito linux.
      Per linux bisogna solo avere la voglia di star li a imparare. Ma se teniamo conto che molta gente si tiene IE solo perché non ha voglia di cambiare browser di sicuro non cambierà un SO.

      Nick

  • Di ellepikappa (---.---.---.194) 21 ottobre 2009 14:52

    Io personalmente ho istallato le immagini disco di Sidux e Mint (con Grub per avviarli) sulla stessa chiavetta usb e non ho problemi per utilizzarli su diversi computer portabili o tower. Su un’altra chiavetta ho istallato Sidux e con synaptic ho accesso a tutti i programmi immaginabili, mentre i programmi proprietari come java o adobe reader sono facilmente scaricabili in rete e s’installano senza problemi.

    Quando ai programmi per pc Windows, l’istallazione di Wine permette di farli funzionare compreso i giochi. Contrariamente a Ubuntu, che utilizza il desktop di Gnome, Sidux o Knoppix utilizzano il desktop di KDE e un utilizzatore di Windows non si sentirà spaesato.

    Per un utilizzo di base, andare su internet, scrivere un testo o ascoltare musica o vedere video la lingua italiana c’è sufficiente. Mentre per spingersi oltre l’inglese è indispensabile. Ma non tutti gli utilizzatori di M$ Windows sono dei programmatori, così neanche gli utilizzatori di Linux.

    La differenza è che chi compra un computer oggi si ritrova con M$ Windows già istallato e non si fa altre domande, invece chi sceglie Linux lo fa coscientemente con un atto di volontà. Il resto è un discorso di soldoni. Quanti articoli o notizie in tivvù avete letto o ascoltato che parlano di software libero o sistemi operativi aperti?

    La fondazione di Bill Gates ha offerto nei paesi d’Africa pc alle scuole con, come ovvio, M$ Windows istallato ma la manutenzione e gli upgrade sono a spese dei beneficiari. Ancora uno stratagemma per invadere il mercato. $oldi $oldi $oldi ....

  • Di Alessandro (---.---.---.16) 21 ottobre 2009 15:21

     Utilizzo Linux da circa 2 anni e ho capito questo:
    Ogni volta che le persone dicono "ma questo con Linux non si può fare e quello neache..." non capiscono ke non è incapacità di Linux come OS ma quelle maledettissime Software House ke nn vogliono rilasciare niente o rilasciano per linux robe da fare schifo....
    Forse l’unica cosa ke manca all’interno di Linux è un pò di standardizzazione (ad esempio io odio tutti quei formati di pacchetti x ogni distro!)....
    Per il resto Linux e FreeBSD ( ke ricordo deriva MacOS) sono i migliori OS... 

  • Di Massimo (---.---.---.74) 21 ottobre 2009 16:48

    Chi è interessato a linux,in questo sito trovera’ un valido aiuto.
    http://www.istitutomajorana.it/index.php

  • Di sessant’otto (---.---.---.13) 21 ottobre 2009 16:51

    E poi non vedo cosa c’ha da invidiare OpenOffice a MSOffice, se non la differenza che l’uno è gratuito l’altro invece no.

    Per chi non può reprimere la sua assuefazione a MS Windows ci sono applicazioni libere da istallare su una chiavetta usb o il pc. Portabili ovunque con se. Come il pacchetto LupoPenSuite o WinPenPack e un ripositorio completo su PortableApps.com

    E se si vuol provare, così solo per curiosità, cos’è una distribuzione Linux; sul pc basta istallare VirtualBox e il gioco è fatto.

    Chi cerca trova. Chi non ha mai cercato non ha mai trovato niente. L’imagination au pouvoir!

  • Di dumbix (---.---.---.57) 21 ottobre 2009 17:01

    Una sola domanda, come e’ possibile che ci vogliano 20 ore? il processore va durante l’installazione o aggiornamento a 0.5 hertz? che storia é? non capisco tutto questo tempo da che dipende, mi pare fuori luopgo leggendo la cosa in tale modo. Poi saraà vero sicuramente, non discuto , ma come e’ possibile che una licenza di vista x64 l’ho pagata 100 euro ivata e l’upgrade venga 129???
    c’e’ qualcosa che non mi torna, nessun lume in più in giro ??

    Grazie !!

  • Di Utente indeciso (---.---.---.23) 21 ottobre 2009 18:51

    In sintesi: linux sarebbe meglio se fosse veramente alla portata di tutti come windows, ne + ne -: l’unica cosa che decreta il successo di un’innovazione è la sua semplicità di utilizzo. Questo perchè non tutti hanno tempo, voglia o capacità di smanettare per ogni singola operazione e sopratutto il sistema DEVE funzionare agevolmente per tutti gli ambiti di utilizzo normali che un utente può richiedere. E’ dal 1999 che provo a installare le varie versioni e in effetti non lo trovo ancora alla portata di tutti. Io mi considero un utente medio che usa il pc x lavoro e svago: con windows riesco a farlo con linux sono costantemente bloccato in qualcosa. Esempio eclatante: lavorando molto con le applicazioni MSOffice e dovendo interagire coi colleghi ho provato tutte le altre alternative gratuite (prima ai tempi staroffice di Sun e ora Openoffice); troppe volte mi cambia completamente formattazioni, sfalsa le tabelle, non interpreta correttamente i formati. Tutto questo comporta costanti ritocchi e perdite di tempo per poter interagire con gli altri utenti. Risultato: sono ritornato al vecchio MSoffice che con le sue pecche almeno non mi fa perdere tempo inutile. Domanda: cosa ne pensate del nuovo OS che dovrebbe lanciare google? Sinora ci ha abituati a bellissimi software gratuiti che lavorano molto bene...

    • Di Detestor (---.---.---.31) 27 ottobre 2009 13:38

      Openoffice sfalsa i doc quando i doc sono mal scritti. Ad esempio, se per lasciare uno spazio usi Tab, Openoffice non lo sfalsa, se usi spazio-spazio-spazio-spazio-spazio-spazio-spazio... beh, può capitare. Questo perché il formato doc è molto complesso e sopratutto chiuso, per cui gli sviluppatori di OpenOffice che lo devono reversare hanno non poche difficoltà. Un ultima osservazione... prova ad aprire con una data versione di Office un doc scritto con un’altra versione... e non dirmi che non lo sfalsa perché non ci credo!

  • Di ErnstFree (---.---.---.203) 21 ottobre 2009 22:07

    Linux è difficle? Provate Mandriva e poi mi sapete dire!
    Linux è anni luce davanti a Windows (che ne copia le innovazioni);
    Windows esiste solo per un unico motivo: l’illegalità e la pirateria.
    PS: l’articolo non pubblicizza un bel niente visto che Linux nasce dalla condivisione di sforzi della comunità e sarebbe come stupirsi se lo stato pubblicizza i sui servizi!

    ErnstFree

  • Di ildrugo (---.---.---.246) 22 ottobre 2009 11:40

     Ma il signore che ha scritto l’articolo l’ha provato windows 7 ? L’ha installato?! io si e ci ho messo neanche 20minuti,compresa formattazione completa(e non rapida) di un hdd da 250GB, quindi caro signore perchè scrivi 20ore? avrai letto forse qualche articolo in giro ed hai preso solo una riga che poi hai riportato qui?!! 
    E poi smettetela ogni volta di parlare di Bill Gates ecc..., il dato è UNO solo, grazie a Microsoft c’è stata una diffusione spaventosa dei pc nelle case, grazie a Microsoft mio padre che ha 60anni sta utilizzando il pc, e come lui milioni di persone, che invece se ci fosse solo linux spegnerebbero il pc dopo 1minuto. quindi, meditate gente!!! 

    • Di (---.---.---.156) 27 ottobre 2009 12:46

      ah si? strano...mio padre ha la stessa età ed usa ubuntu senza nessun problema e non credo sia affatto l’unico.

    • Di ildrugo (---.---.---.166) 27 ottobre 2009 13:28

      Il senso della mia frase sta nel fatto che grazie a Windows chiunque accende un pc e lo utilizza (non è stato grazie a linux che i pc sono nelle case di tutti!!), senza dover conoscere righe di comando oppure, come fanno molti che si atteggiano a grandi utilizzatori di linux, dover fare dei continui copia e incolla dai vari forum di supporto per linux.Ma per piacere, se così non fosse perchè i progetti linux cercano di continuo di avvicinarsi a windows?! per non parlare se vuoi utilizzare un gioco poi, lasciamo stare.
      Io proprio non capisco, grazie a windows i comuni mortali hanno iniziato ad usare il pc (perchè è cosi e sfido a dire il contrario!!,da quando avevo windows 3.11), ed invece le persone vogliono fare i fighi?gli alternativi?a complicarsi la vita, alla base dell’ideologia linux c’è il fatto che è un sistema aperto e quindi modificabile ecc..., ma alla fine della maggior parte degli utenti chi è che effettua modifiche?!! tutti si scaricano la bella iso del nuovo ubuntu e via, poi magari voglino fare gli alternativi e non conoscono mezza riga di comando neanche di dos, ma vanno avanti a forum e copia e incolla

    • Di Detestor (---.---.---.31) 27 ottobre 2009 13:40

      Non è l’unico, anche mio padre

    • Di Detestor (---.---.---.31) 27 ottobre 2009 13:49

      Chi effettua modifiche? OVVIAMENTE non l’utente finale, ma TUTTI coloro che scrivono software liberi partono + o - dal software libero di qualcun altro, se così non fosse la ISO di Ubuntu che nomini non esisterebbe nemmeno. Mi dispiace che tutte le persone che hai incontrato che ti consigliano Linux di fatto non lo conoscono, ma ti assicuro che non vale così in generale, conosco un sacco di esperti, e pur non ritenendomi un esperto vero e proprio diciamo che qualcosina so fare. Comunque anche se fosse, la gente non usa Linux per moda alternativa ma per la maggiore stabilità e gestione delle risorse, nonchè per il fatto di non doversi più preoccupare per i virus. Per finire, non è vero che le distribuzioni Linux cercano di avvicinarsi a Windows, semmai l’interfaccia grafica di questi sistemi cerca di avvicinarsi a Mac OS X, a mio parere il sistema più avanzato attualmente per quanto riguarda l’interfaccia grafica. E’ Windows semmai che, come molte distro Linux, ultimamente sta scoppiazzando in maniera indegna Mac OS X (cosa per altro notata dalla stessa Apple facendosi due risate), sopratutto con Windows 7. Positivo comunque, perché copiando i maestri si migliora.

    • Di ozn3rold (---.---.---.56) 30 ottobre 2009 21:54

      Anche mio padre che ha 60 anni usa ubuntu.
      Anche lui non ha problemi ad utilizzarlo: in più, rispetto a quando usava Windows,
      ora è più felice.

  • Di Danilo Tulone (---.---.---.208) 22 ottobre 2009 12:08

    Io sono passato ad Ubuntu proprio un anno fa. Non tornerei mai indietro. La personalizzazione dei sistemi GNU/Linux non ha eguali. Occhio a chi dice che è difficile. Per alcune cose è molto più immediato di Windows!

    P.S.: quando parlate di Linux e vi riferite a GNU/Linux, scrivete GNU/Linux. E’ importante!

  • Di iced (---.---.---.155) 22 ottobre 2009 16:06

    Linux non è così difficile come sembra, basta avere voglia di imparare qualcosa di nuovo, ma non tutti ce l’hanno. Ho elencato in questo post 10 buoni motivi per NON passare a Linux

    http://dariocavedon.blogspot.com/20...

    Per tutti gli altri, non ci sono scuse. Ormai Linux è alla portata di tutti.

    Ho letto poi qualche post estremamente impreciso e mi pare giusto dire le cose come stanno: Ubuntu Linux supporta tutti i formati multimediali possibili immaginabili, se non sono installati lo riconosce e scarica da rete i codec giusti per leggerli. Lo stesso dicasi per Adobe Flash e driver per schede video.

    Infine, Sabato 24 ottobre 2009 c’è il Linux Day in tutta Italia: in 120 città d’Italia ci saranno persone disponibili a spiegarvi qualsiasi cosa su Linux e a darvi una mano per partire. In più, moltissime presentazioni e spiegazioni su come usare Linux ei programmi Open Source.

    Andate su: http://www.linuxday.it/ e trovate la città più vicina.

    Ciao, iced

  • Di Gil-galad (---.---.---.106) 25 ottobre 2009 11:14

    I prezzi non sono quell iesorbitanti detti sopra.
    Windows 7 Home premium: 199
    Windows 7 Professional: 199
    Windows 7 ultimate: 299
    Windows 7 family pack 3 pc: 149

    http://www.agoravox.it/spip.php?pag...

  • Di Conte di Montecristo (---.---.---.4) 25 ottobre 2009 12:41

    Ci sono vantaggi e svantaggi certo ma i vantaggi vincono di misura e per i newbie come il sottoscritto che uso il pc per navigare in sicurezza e sperimentare tante volte è molto più semplice, ho sia vista basic che ubuntu con il secondo di default su un modestissimo minitower.

    Un aneddoto molto semplice, il mio telefonino sony-ericson per scaricare i video su pc disponeva di un applicativo compatibile solo Winzoz xp e vista ma non riusciva a scaricare oltre a creare seri problemi di funzionamento.
     Dopo essermi fatto "odiare" anche da qualche parente per aver installato l’applicativo difettoso sul suo portatile (senza ottenere risultato) ho provato semplicemente a collegare ugualmente il cavetto al pc mentre girava ubuntu e questo da solo mi ha aperto una finestrella con l’elenco di tutti i file presenti. Ho potuto così inviare i miei contenuti direttamente da telefonino a youtube, se non si è costretti a usarlo per lavoro non vedo paragoni.

  • Di Globem (---.---.---.181) 25 ottobre 2009 17:37

     Sono d’accordo con te su quasi tutto. Linux, è di gran lunga superiore per certi aspetti, ma dobbiamo mettere da parte le ipocrisie comuni. Per chi con il pc ci fa grafica, per chi ci lavora, per chi lavora con la suite Adobe, Linux non è la risposta giusta.


  • Di Wuolla (---.---.---.218) 25 ottobre 2009 18:01

    Ok, installate Ubuntu (per dire). Poi provate a configurare una trackball, che so, a cinque tasti, e provate a usare un software per montare i filmini delle vacanze. Se poi avete una tastiera MIDI, provate a collegarla e a suonare qualcosa, così, per farci una piccola colonna sonora. Poi, se un Word processor vi serve veramente per scrivere, aprite il Thesaurus di Openoffice e contate i sinonimi, e confrontateli con quelli di Word.
    Ragazzi, che dire, io ci ho provato. Dalla Ubuntu 5 alla 9.04, la prima che è stata in grado di rilevare automaticamente il doppio monitor. E con "automaticamente" intendo senza spippolare con comandi SUDO e roba varia.
    Non è una questione di ideologia, ma di praticità; che il 90% dei PC nelle case fa quella roba lì, non deve mantenere un Server e fare lo swap dei dischi a pc acceso. Tutto qui. Gugolate "Linux per futili motivi".
    Un saluto.

  • Di suc (---.---.---.86) 25 ottobre 2009 18:05

    Questo articolo è puro FUD

  • Di Sandro kensan (---.---.---.50) 25 ottobre 2009 18:47

    Io uso Mandriva 2009 e mi trovo molto bene però devo dire che non capisco chi usa windows e poi fa i bonifici tramite il computer oppure fa le ricariche telefoniche tramite pc.

    Un paio di giorni fa il Washington Post ha pubblicato un articolo in cui si sconsigliava l’uso di windows per gestire i propri soldi via windows per via dei tanti soldi prelevati dai conti correnti bancari da parte di cracker.

    Quindi non capisco questo attaccamento per windows a chi ha a cuore i propri soldi e fa uso dell’on line banking.

    http://voices.washingtonpost.com/se...

    nel testo di Brian Krebs si citano alcuni casi di persone che hanno perso un po’ di denaro da 10 mila a 500 mila dollari. Sinceramente non capisco come windows e on line banking ma un po’ tutta la gestione dei soldi tramite pc possano andare d’accordo.

    Interessante è il fatto che la transazione fatta da noi o dal computer infetto da virus per la banca sono identici quindi è difficile dimostrare che non si è fatto la transazione finanziaria volontariamente.

  • Di luca (---.---.---.175) 25 ottobre 2009 20:05

    finche linux non usa un sistema comune di distribuzione files non avra mai successo nelle case

    basta con sti rpm e file incompatibili.

    speriamo che ritorni Amiga

  • Di Sandro kensan (---.---.---.179) 25 ottobre 2009 20:24

    Ho aperto il programma per scaricare i files, ho cercato VIRUS e mi sono apparsi gli antivirus con una loro descrizione. Volevo così installare l’antivirus ClaimAV con un click ma mi sono fermato e ho cercato info sui virus per linux. Un po’ tutti dicono che claimav serve per togliere i virus windows che arrivano per mail nel sistema linux. A questo punto ho rinunciato, l’antivirus per linux non serve.

  • Di Roberto (---.---.---.89) 27 ottobre 2009 12:46

    Passato a Linux (Ubuntu) da oltre un anno. Dimenticati tutti i problemi di virus, le inesplicabili lentezze e i blocchi di sistema. Intallato su hardware obsoleto (per windows) non ho mai dovuto intervenire da linea di comando. Usiamo il pc in famiglia come normali utenti per farci di tutto. Si accende e si spegne in un attimo. Già due aggiornamenti dalla 8.04 senza nessun problema. Windows? Neanche pagato!

  • Di Marco (---.---.---.77) 27 ottobre 2009 12:54

    Purtroppo molti programmi da lavoro sono stati creati per Windows e non girano con wine. Linux e’ utile per i server, per il pc di casa e per i pc dell’impiegato medio. In molti altri casi windows e’ l’unica possibilita’.

    • Di Detestor (---.---.---.31) 27 ottobre 2009 13:55

      Questa è l’unica motivazione razionale che ho letto finora a favore di Windows. Sarai comunque d’accordo con me che la colpa è dei produttori di software che non fanno una versione Linux. Concordo però che se a uno servono per lavorare non c’è alternativa.

  • Di ildrugo (---.---.---.166) 27 ottobre 2009 13:30

     Il senso della mia frase sta nel fatto che grazie a Windows chiunque accende un pc e lo utilizza (non è stato grazie a linux che i pc sono nelle case di tutti!!), senza dover conoscere righe di comando oppure, come fanno molti che si atteggiano a grandi utilizzatori di linux, dover fare dei continui copia e incolla dai vari forum di supporto per linux.Ma per piacere, se così non fosse perchè i progetti linux cercano di continuo di avvicinarsi a windows?! per non parlare se vuoi utilizzare un gioco poi, lasciamo stare.
    Io proprio non capisco, grazie a windows i comuni mortali hanno iniziato ad usare il pc (perchè è cosi e sfido a dire il contrario!!,da quando avevo windows 3.11), ed invece le persone vogliono fare i fighi?gli alternativi?a complicarsi la vita, alla base dell’ideologia linux c’è il fatto che è un sistema aperto e quindi modificabile ecc..., ma alla fine della maggior parte degli utenti chi è che effettua modifiche?!! tutti si scaricano la bella iso del nuovo ubuntu e via, poi magari voglino fare gli alternativi e non conoscono mezza riga di comando neanche di dos, ma vanno avanti a forum e copia e incolla

    • Di Detestor (---.---.---.31) 27 ottobre 2009 14:01

      Già risposto più sopra, comunque approfitto per rispondere al punto "grazie a Windows... ecc.". Grazie a Vasco in Italia la gente sa cos’è il Rock, chiunque ascolta una qualsiasi varietà di Rock sa benissimo che Vasco non ha inventato il Rock, non è quello che lo fa meglio di tutti e c’era qualcuno prima che faceva qualcosa di molto simile - <colpo di tosse>Apple<colpo di tosse>. Vasco è famoso a furia di martellarvelo nella zucca da parte di tutte le radio, solo per questo.

    • Di (---.---.---.97) 27 ottobre 2009 16:49

       Che paragone è? ma stiamo scherzando? in termini di usabilità windows e linux non si possono proprio paragonare. Chi utilizza linux e non conosce il linguaggio avrà continuamente problemi,dovrà continuamente chiedere aiuto nei forum, troverà sicuramente dei paletti quotidianamente. Sono sempre imparziale nel dare giudizi ( non scrivo che per installare win 7 ci vogliono 20 ore, altrimenti direi una fesseria enorme), e riconosco che linux è valido, molto valido ma windows in termini di usabilità è superiore,in termini di compatibilità lo stesso, linux è per una nicchia e tale rimarrà. Il costo del s.o.? e vabbè, ma le centinaia di migliaia di famiglie che lavorano grazie a ms?
      Per quanto riguarda apple meglio non parlarne, oramai è una moda e basta, il bel computerino bianco che fa tanto figo (se non vendessero i macbook e gli iphone avrebbero bei problemi economici). 300euro di macchine a 1000 e passa euro(chi vende il s.o. piu costoso?), la maggior parte delle persone li compra per moda e basta,al massimo ci guarda un film e ascolta la musica con itunes.Siamo nel 2010, quindi le vecchie scuse del tipo " io utilizzo programmi di grafica e quindi uso la mela" non reggono più, con 600euro ti fai una bestia, altro che mela.

    • Di Detestor (---.---.---.31) 28 ottobre 2009 11:46

      "Chi utilizza linux e non conosce il linguaggio" quale linguaggio? Se ti riferisci alla linea di comando, come già detto esiste un sacco di gente che usa Linux senza mai usare la linea di comando, il tuo discorso era sicuramente valido, ma qualche anno fa (neanche tantissimi a onor del vero).
      Per quanto riguarda Apple, purtroppo sei vittima dei pregiudizi che molti hanno sui computer della Mela: "costano di più" e "sono solo una moda". Ho più volte confrontato i prezzi dei Macintosh (alla data di uscita) con i corrispondenti di altre aziende, e i prezzi sono comparabili se non addirittura minori. Io preferisco Apple a Microsoft non certo per moda, ma perché Mac OS X è avanti anni luce a Windows per stabilità, innovazione (Microsoft li copia da quasi 30 anni) e sicurezza. Volevo puntualizzare che le mie opinioni non sono quelle di un amatore della Domenica, ma di qualcuno che queste cose le ha studiate in dettaglio per anni e le analizza ogni giorno per lavoro. Per dar contro a questo o a quel sistema ci vogliono fatti e conoscenze tecniche, non pregiudizi e qualunquismi.
      Completamente d’accordo con te sugli iPod, quella è solo moda. Forse il prezzo maggiore è giustificato dai costi di ricerca, è facile far pagare meno un prodotto copiato da un’altra azienda che ha dovuto pagare la ricerca e sviluppo per anni per arrivarci. Comunque, dal punto di vista del consumatore, comprare un iPod Apple piuttosto che un altro lettore mp3 è sicuramente un affare in perdita, a meno che l’interfaccia distintiva di Apple (l’unica differenza tecnica) non sia irrinunciabile.

    • Di Antonio DS (---.---.---.5) 28 ottobre 2009 14:00

      Per quanto in linea di massima non ti si possa dare torto (non considero il confronto mac—microsoft ma solo linux-win) bisogna considerare l’evolversi dei due sistemi operativi, Windows, forte di un mercato acquisito è vincolato a leggi di mercato ed orientato al profitto in modo quasi spasmodico, al punto che ogni uscita equivale a un test fatto al domicilio del "cliente", la filosofia stessa che regge questo sistema operativo resterà sempre schiava dei limiti imposti dal vertice; mentre linux, da quando è nato, è in continua espansione ed evoluzione, è retto da una filosofia di condivisione e progredisce sempre più in direzione dell’utente, se solo consideri le difficoltà di istallazione di 4 o 5 anni fa ti rendi conto del progresso che ha fatto, certo che se il problema è quello del dover ricorrere ai forum x ottenere assistenza, la soluzione potrebbe essere più vicina di quanto non si possa credere. Comunque bisogna anche riconoscere che i progressi ci sono stati anche da parte delle case di hardware che sempre più si orientano a riconoscere il linux, e in questa prospettiva che secondo me, ci potranno essere ulteriori sviluppi positivi per linux...

      un’altro segnale, piccolo ma a mio avviso significativo:

      GLI ARTICOLI PIU’ LETTI

      proprio così, questo articolo risulta, al momento in cui scrivo, il più letto del sito...
      e chi se lo sarebbe mai immaginato solo qualche anno fa???
      C’è solo da sperare in una svolta da parte dell’utente finale, che si avvii ad una maggiore conoscenza dell’informatica e riesca ad avere un peso più determinante nel cosiddetto "mercato dei SO".

Lasciare un commento


Sostieni AgoraVox

(Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

Un codice colorato permette di riconoscere:

  • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
  • L'autore dell'aritcolo

Se notate un bug non esitate a contattarci.



Pubblicità




Pubblicità



Palmares


Pubblicità