• domenica 20 aprile 2014
  • Agoravox France Agoravox Italia Agoravox TV Naturavox
  • Fai di AgoraVox la tua homepage
  • Contatti
AgoraVox Italia
  Home page > Attualità > Scienza e Tecnologia > Windows 7 arriva il 22 ottobre, è tempo di passare a Linux
di Resist Enza mercoledì 21 ottobre 2009 - 56 commenti oknotizie
18%
Articolo interessante?
 
82%
(193 Voti) Votate quest'articolo
  • Fare una donazione
  • Stampa
  • Lasciare un commento
  • Marquer et partager

Windows 7 arriva il 22 ottobre, è tempo di passare a Linux

Dopo il flop di Windows Vista, lanciato nel 2006, Microsoft fa un passo indietro e presenta la sua nuova creatura: Windows 7. Un OS (sistema operativo) che vuole correggere le incongruenze e gli inutili fastidi di Windows Vista rivisitando Windows XP con un look più trendy. La svista della ditta di Redmond vi costerà da 129 euro a 319 euro per l’upgrade, a secondo la versione che avrete da aggiornare: 129 euro per la Home Premium, 299 euro per la Professional e 319 euro per la Ultimate. Se invece aspettate l’offerta per studenti o per le famiglie, dimenticatele. In Italia non ci saranno al contrario degli USA o di Francia e Germania. Nei States la copia di aggiornamento per studenti per le versioni Home Premium o Professional di Windows 7 costerà 20 euro e per le famiglie 3 copie di aggiornamento di Windows 7 Home Premium costerà 150 euro. Mentre se comprerete il set di installazione completo spenderete 209 euro per la Home Premium, 329 euro per la Professional e 339 euro per la Ultimate. A questo punto vale la pena fare un po’ di conti. Se nel 2006 avete acquistato nuova di zecca la versione Ultimate di Windows Vista pagandola 599 euro, dopo neanche tre anni volendola aggiornare Microsoft vi chiede altri 319 euro. Totale a vostro carico: 918 euro. Certo è che se c’è qualcuno che sborsa un altro tesorizza. E Bill Gates e Steve Ballmer, i due druidi della Microsoft, non si perderanno in pensieri preoccupati di come faranno ad arrivare a fine mese.

Oh! stavo per dimenticare una cosuccia: l’upgrade di Vista a Windows 7 vi costerà anche un po’ di tempo: 20 ore.


A conti fatti una decisione s’impone: passare a Linux il sistema operativo libero, sicuro e gratuito, sempre aggiornato con tutte le applicazioni già fornite. Si può installare su una qualsiasi partizione del disco rigido oppure avviarlo da un CD o un DVD indipendentemente dal computer (live-distro). Oppure istallarlo su una chiavetta USB di 4Gb e portarlo dovunque con se, far funzionare il pc di casa o dell’amico o della scuola senza toccare il disco rigido del computer ospite (funziona anche senza che il pc sia dotato di un hard disk), con vecchi - pentium II ad esempio - e nuovi portabili.

Come fare. Scaricare una distribuzione e masterizzare l’immagine disco su un CD o DVD a secondo della scelta.

Quale distribuzione. Ce ne sono a decine. Dallo storico Knoppix a Sidux passando per Mepis e l’italiano dyne:bolic. Senza dimenticare Ubuntu.

Dove trovarle. Tutte le distro su DistroWatch.com (inglese).

A l’avvio del CD o DVD si può scegliere la lingua (come l’italiano) e se si istalla su una partizione o la chiavetta USB questa scelta è permanente.

Potrete aprire e modificare tutti i documenti prodotti con MS Office e registrali nei stessi formati di MS Word o MS Excel, leggere tutti i formati video e ritoccare le immagini, ecc.

P.S. Un minimo di conoscenza dell’inglese non disturba.
 


pagina successiva >>



di Resist Enza mercoledì 21 ottobre 2009 - 56 commenti oknotizie
18%
Articolo interessante?
 
82%
(193 Voti) Votate quest'articolo
  • Fare una donazione
  • Stampa
  • Lasciare un commento
  • Marquer et partager

Parole chiave

Microsoft Linux Windows 7

Commenti all'articolo

Lasciare un commento


(Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

Attenzione : questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell’articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista… Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l’articolo nello spazio I commenti migliori

Un codice colorato permette di riconoscere :

  • I nuovi iscritti
  • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
  • L’autore dell’aritcolo

Se notate un bug non esitate a contattarci.

Pubblicità

Pubblicità

Sondaggio

Dal palco del V-Day Beppe Grillo ha proposto di indire un referendum per uscire dall’Euro. Secondo voi


Vota

Palmares

Pubblicità


  • Groupe Agoravox sur Facebook
  • Agoravox sur Twitter
  • Agoravox sur Twitter
  • Agoravox Mobile

AgoraVox utilizza software libero: SPIP, Apache, Debian, PHP, Mysql, FckEditor.


Sito ottimizzato per Firefox.


Avvertenza Legale Carte di moderazione