Fermer

  • AgoraVox su Twitter
  • RSS

 Home page > Attualità > Cronaca > Protesta #no2giugno: "Dare quei soldi ai terremotati"

Protesta #no2giugno: "Dare quei soldi ai terremotati"

A seguito del terremoto sta prendendo piede l'idea di annullare la parata del 2 giugno, festa della Repubblica, che ogni anno impegna a Roma migliaia di militari e milioni di euro di investimenti, che potrebbero essere deviati per dare un aiuto concreto alle popolazioni terremotate. 

L'idea è stata lanciata stamattina da Paolo Ferrero, segretario nazionale di Rifondazione Comunista, che ha proposto anche l'interruzione dell'attività produttiva visto il crollo dei capannoni. Ma il "No" al 2 giugno ha visto anche l'approvazione di Antonio Di Pietro. Intanto su twitter, con l'hashtag #No2giugno migliaia di cittadini hanno sostenuto l'iniziativa. 

Il giornalista de L'Espresso Ernesto Maria Ruffini ha scritto: "Dopo 66 anni, l’idea che si spenda anche solo un euro per autocelebrare una Repubblica che sta cadendo a pezzi nel vero senso della parola lascia l’amaro in bocca. Sarebbe sufficiente una cerimonia al Quirinale tra le più alte cariche dello Stato. Niente di più. E non chiamatela antipolitica".

Come dargli torto?




LEGGI ANCHE: #no2giugno, perché annullare la parata non serve



Ti potrebbero interessare anche

Quando la fantasia supera la realtà. “Il Vomerese” di Veraldi, il romanzo che annunciò il sequestro Dozier
Un filo di perla tra la Dama Bianca, Valter Lavitola, Sergio De Gregorio e Gennaro Mokbel
Mondiali 2014: Brasile ai quarti, ma che fatica!
Il portiere degli Stati Uniti salva tutto
Brasile 2014, quasi 9 milioni i tweet per Brasile-Messico


Commenti all'articolo

  • Di (---.---.---.38) 29 maggio 2012 17:57

    sono d’accordo. i soldi diamoli ai terremotati.

  • Di Kocis (---.---.---.31) 29 maggio 2012 18:10

    Dal sito E-Il mensile on line di EMERGENCY:


    INVIAMO UNA MAIL A:

    presidenza.repubblica@quirinale.it
    https://servizi.quirinale.it/webmail/



    Egregio Presidente Giorgio Napolitano

    Lei ha chiesto ai giovani di aprire porte e finestre, anche qualora le trovassero chiuse.

    Le chiediamo con tutto il rispetto di dare l’esempio: apra porte e finestre alla solidarietà;
    trasformi il 2 giugno da festa della Repubblica militare a festa della Repubblica solidale.

    Annulli la parata, che l’anno scorso era costata 4,4 milioni di euro e che secondo il ministero della Difesa quest’anno costerà quasi tre milioni di euro.

    Quei denari investiti in opere di solidarietà con la popolazione stremata dal terremoto e quei contingenti chiamati a sfilare vengano utilizzati nelle zone bisognose di aiuti

    Grazie con tutto il cuore

  • Di (---.---.---.218) 29 maggio 2012 19:01

    I soldi per la manifestazione sono praticamente già spesi e inoltre è l’occasione di ringraziare i professionisti e volontari delle forze armate e della PROTEZIONE CIVILE che da anni salvano vite umane anche in occasione dei terremoti!!!!! Senza contare il danno economico per la città di Roma che avrebbe già speso molti soldi senza avere alcun rientro di turismo o immagine.


    • Di (---.---.---.26) 30 maggio 2012 17:35

      Ma come si fa a pensare al rientro di turismo e soprattutto di immagine davanti alla disgrazia di centinaia di persone che hanno perso tutto?

      Non credo che in una situazione di emergenza come questa sia il caso di far vedere i muscoli di un’Italia che sotto sotto ha le fondamenta fragili.

      Non è con i carri armati, i missili, gli eserciti a passo di marcia e nemmeno le passerelle di generali e alte cariche che ricostruiremo questa Italia dove si è fatto scempio e sperpero di denaro pubblico. Dimostriamo che solo con le armi della solidarietà e l’utilizzo mirato di risorse si può ricostruire la fiducia di un popolo che l’ha persa. 

      Non pensi che le forze armate, la protezione civile e gli altri che hai citato si possano sentire più utili in zone di emergenza a fare quello per cui sono portati che a mostrare le loro medaglie?

      grazie per avermi letto Gasoriste

  • Di (---.---.---.150) 30 maggio 2012 13:19

    una stupidata pazzesca, i soldi sono già stati spesi per una serie di lavori già fatti. Sono abbastanza convinto che l’idea l’’hanno lanciata politici che devono incassare i circa 148 milioni di euro di rimborsi elettorali a giugno (questi si che sono liquidi e pronti) e timorosi che l’opinione pubblica strepitasse per farglieli devolvere ai terremotati.. hanno inventato questa stupidaggine per stornare l’attenzione e procedere in tranquillità all’incasso senza imbarazzi

Lasciare un commento


Sostieni AgoraVox

(Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

Un codice colorato permette di riconoscere:

  • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
  • L'autore dell'aritcolo

Se notate un bug non esitate a contattarci.



Pubblicità




Pubblicità



Palmares


Pubblicità