Fermer

  • AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Attualità > Cronaca > Mafie in Liguria, così magistrati e prefetti le coprivano [Documento]

Mafie in Liguria, così magistrati e prefetti le coprivano [Documento]

Un presidente di tribunale ai domiciliari per corruzione in favore dei caln. Prefetti che chiudono gli occhi e nascondono il problema. Vertici delle procure sostituiti nella soddisfazione generale dei pm. È quanto emerge dall'audizione in commissione antimafia di due procuratori liguri. Che AgoraVox pubblica integralmente.

Due ore e quarantacinque pagine. Tanto dura l'audizione in commissione parlamentare antimafia di Anna Canepa e Antonio Patrono, due tra i più attivi magistrati liguri. Hanno raccontato gli affari delle mafie in Liguria, del gioco d'azzardo e dei Casinò, i morti ammazzati, il cemento di Matteo Messina Denaro e delle famiglie calabresi che volvano imporre i loro autisti a uno dei più grandi imprenditori edili della Liguria, Piergiorio Parodi, ricattandolo a colpi di fucile sulla sua auto. 

Ma raccontano anche altro, molto altro i due magistrati. Raccontano che in Liguria le infiltrazioni criminali "hanno purtroppo interessato anche settori della magistratura". Il presidente del Tribunale di Imperia, Gianfranco Boccalatte, già a lungo presidente del Tribunale di Sanremo, è finito ai domiciliari accusato di corruzione per avere agevolato dei detenuti legati ai clan. Proprio a Sanremo due anni fa è stato sostituito il Procuratore Capo, Mariano Gagliano, con viva soddisfazione degli altri magistrati. Da quando il procuratore Roberto Cavallone ha preso il suo posto le indagini antimafia in quel distretto giudiziaro hanno subito una brusca accelerata. "Non posso quindi che salutare con estremo favore il nuovo ordinamento giudiziario che ha consentito il cambio di capi di alcuni uffici", confessa la Canepa.

Anche alcuni prefetti, di nomina governativa, cercavano di minimizzare il fenomeno, alcuni i magistrati li definiscono "ritardatari". E Walter Veltroni denucia che dopo avere partecipato a una puntata di Annozero in cui disse che in Liguria c'è la mafia "ho ricevuto risposte piccate dai prefetti di alcune città liguri".



AGGIORNAMENTO: Mafie in provincia di Imperia. Rimosso il prefetto “miope” che non vide le infiltrazioni

LEGGI: Mafia e 'Ndrangheta in Lombardia, chi sono e chi usano

INTERVISTA: "In Liguria la mafia vuole condizionare la politica". Parla il procuratore capo di Sanremo


 

loading...

Commenti all'articolo

  • Di Geri Steve (---.---.---.214) 28 luglio 2011 12:34

    articolo interessantissimo. Purtroppo il documento integrale e’ troppo lungo e quindi difficile da leggere, bisognerebbe selezionare.

    Io ho una mia tesi, semplicissima:

    se una mafia si insedia, e negli anni si espande in un territorio, vuol dire che in quel territorio e’ protetta da almeno una parte dello stato che invece dovrebbe combatterla.

    Cosi’ come non esiste il delitto perfetto, non esiste neanche la delinquenza organizzata perfetta. Se invece questa e’ vincente, vuol dire che non e’ combattuta come si dovrebbe.

    Ed e’ proprio questa la caratteristica distintiva delle mafie dalle altre delinquenze.

    Geri Steve

    • Di (---.---.---.242) 15 dicembre 2011 23:56

      Nel mentre si riconosce Doverosamente che non tutto è perduto e che accade ancora di trovare dei Magistrati Giusti (silenziosi e coraggiosi ...) come in questa dolorosa vicenda dell’orribile assassinio della povera Meredith, si aggiunge pure e purtroppo che piange e si dispera il Popolo Italiano, da quando la Giustizia è in mano al vergognoso e Disonorando Giudiciume politico, di ricche e usurpate Carriere, che per i suoi abbietti scopi si serve pure di alcuni Gendarmi scornacchiati e Corna-copia sui quali stende il manto protettivo della sua potente e scellerata Omertà; che reciprocamente va molto di moda fra i Criminali e gli uomini di merda; a proposito dei Cornacopia, c’è da annotarlo anche in Wikipedia tale pregiato lemma, oltre a fare una rimostranza a Google e affini in rete, perché si vede che non hanno studiato il Latino in prima Media, dove si parla assai di copiae copiarum che significa copiosità (abbondanza) per cui la ricerca del termine senza trattino, restituisce Cornucopia che è limitativo perché trattasi dell’unico corno, seppure dell’Abbondanza.

      -

      Speriamo che i buoni propositi finora espressi con convinzione dal Dottor Vietti, coscienzioso dimissionario da Ministro della Giustizia, per Ragion di Stato, ora vicepresidente del CSM e dalla Professoressa Severino, (il Ministro della Giustizia alla quale va anche la sincera Solidarietà di chi lotta per un mondo migliore e pure contro la violenza di chi, invece di impegnarsi su una Barricata, alla luce del giorno e in prima persona, non sa fare altro che minacciare a casaccio da un comodo nascondiglio), si possano realizzare per porre riparo e fine alle tante Macellazioni Giudiziarie, passate e ancora in atto.
      -
      Altre dimissioni o retromarce, che finora non si vedono ancora sono quelle dello squallido Fini (col suo parentume di Famigli), che grazie ai suoi Compari Giudicioni, non fu neanche interrogato per l’inguacchio di Montecarlo; ma sarà sepolto e dimenticato dalla perdita di consenso alle prossime elezioni; quanta differenza di trattamento a confronto dell’infame Processo Farsa, basato su Scemenze e Calunnie; in una squallida Corte d’Assise della Fogna di Torino, che per laidi interessi Politici e Criminali, molto egregiamente si trasformò in un sublime teatro dei Buffoni, dei Lestofanti e dei Briganti …
      -
      La scelleratezza della Camorra Giudiziaria, partì dal Processone di Viterbo, passò da Napoli per San Enzo Tortora e sostò al comando tappa del Valentino, ma senza la Piemontesina bella; col Ludibrio del “Processo” a Mario Longobardi di Orbassano (con recondito seguito …) per non fermarsi più; dal Vesuvio un abbraccio ai Carcerati (che soffrono da Innocenti), agli Emigranti e una solenne Maledizione agli eccellentissimi Legulei di prestigiose quanto rubate carriere del Turpe Giudiciume, coi suoi associati Compari e manutengoli vari; i vili Gendarmi, i Falsi scribacchini e gli squallidi Pennivendoli.
      -
      Quanta ricord, oi né, quanta ricord …; la grandissima Maria Carta a Piossasco; un vero Comandante (Pattadese e Guzzista col “California”); un’Indegno comandante (con vergognosa e rubata medaglia d’oro); il Nipotame di zio Peppe (Zione, che saluta da Napoli) e i bravi Amici Sardi di Cumiana (incluso gli “indigeni”) e del Torinese e l’Infame padre delle Violenze di Stato, il Giudiciume delle Cloache Piemontesi.
      -
      Quando Maria Carta, la gentile e forte Signora delle canzoni Sarde e i suoi Coristi, deliziavano con le antiche magie delle Favole, anche a Piossasco, dove la gran folla, dei bambini più e ancor prima degli adulti, che era composta da Famiglie di Immigrati da tutte le Regioni d’Italia, si emozionava molto con le allegre Melodie della Natura; quando dopo calorosi applausi, la Gente si ritirava a casa, tutta contenta che il Signore aveva concesso una bella giornata, purtroppo fu anche il triste tempo in cui germinò la mala pianta dei Traditori del Popolo, i sovversivi Felloni dello Stato che cominciarono a defecare sulla Costituzione.
      -
      Fu allora che l’ignorante e criminale Giudiciume “Piemontese” aggredì un Assessore di Orbassano, Meridionale e Socialista … con un Infame Processo Farsa, basato su Scemenze e Calunnie, in una Corte di Buffoni (de la bela Turin), in cui la Turpitudine assassinò il nome e l’esistenza di Galantuomini e Donne per bene di quei paesi, che non avevano mai avuto niente a che vedere con occulte o evidenti Faide Politiche, coi Cialtroni Giudiziari e colle Scelleratezze Tribunalizie.
      -
      Uh, uh, ma ch stronz ’e ris, (pardon, m’è scappato, oh, ooh …); ahi, ahi che ghignate; minchia bravi carusi, se ci penso, che ghignate boja fauss; chiedo scusa ai pazienti lettori per il piccolo sfogo del prolisso eloquio, ma chissà come mai questo lodevole sito (Blog o Forum ?) mi ha sollecitato la memoria, riportandomi indietro nel tempo, alla difficile ma pur spensierata fanciullezza, facendomi ricordare di una storiella sentita allora, sugli sgarrupati marciapiedi degli Scugnizzi (sì; ma attenzione però, che sono anche stato fortunato, perché nato a Chiaja in un palazzo di antichi Principi …).
      -
      C’era una volta un bastimento carico di magnifiche arance (Sorrento o Palermo ?) attraccato alla banchina della “Marina dei Limoni” presso la foce del Sebeto, il mitologico fiume sotterraneo tanto caro a Virgilio e a padre Dante, che già allora, fra le tante schifezze continuamente scaricava in mare anche delle turgide quanto evidenti deiezioni di forma cilindrica e di grosso diametro, presumibile retaggio dei Titani o di mostruosi Umanoidi dal Ciclopico ano e che senza danno, galleggiavano superbamente fra le placide onde.
      -
      Un’improvvisa burrasca fece rovesciare la navicella, per cui quel tratto di mare si riempì di Arance, fra le quali si intrufolarono (aumm, aumm…) e si frammischiarono molti pezzi di quel disumano e fitusissimo sterco; ad un certo punto, ritornato il sereno e vedendo con compiacimento di essere riusciti a sparpagliarsi e confondersi molto bene in mezzo ai nobili agrumi, gli ignobili escrementi allegramente si misero a cantare a squarciagola: “Simm tutt Purtuall; né uè, ca ccà simm tutt Purtuall !!!”.
      -
      Purtroppo sembra che malgrado i secoli trascorsi, i più grossi di questi superbi e Maestosi Stronzi, siano sopravvissuti alla consunzione del tempo e ultimamente, con grande Albagia sguazzano e Impestano in famigerate Chiaviche; per cui si avverte il Popolo di fare molta attenzione e di evitarne qualsiasi contatto; a scanso di Mortali accadimenti.
      -
      Ama la verità; mostrati qual sei, e senza infingimenti e senza paure e senza riguardi.
      E se la verità ti costa la persecuzione, e tu accettala; e se il tormento, e tu sopportalo.
      E se per la verità dovessi sacrificare te stesso e la tua vita, e tu sii forte nel sacrificio.
      http://www.moscati.it/Italiano/It_pensieri.html
      Il grande clinico e Medico dei poveri, Benefattore della dolente Umanità e venerato Santo già da vivo, parlava così perché fra i tanti morbi con cui lottava strenuamente nei lazzaretti non si era imbattuto nella Lebbra della Giustizia; perché all’epoca il mortifero GIUDICIUME togato, non si era ancora diffuso come grave Epidemia Sociale e i Magistrati erano persone serie, austere e morigerate, fatta eccezione di qualche sporadico e recondito bacillo isolato; chissà se fosse vissuto ai giorni nostri, quale sarebbe stato il suo severo pensiero in merito all’Agonia in cui si dibatte la pugnalata Temi; vanamente difesa dalla seria e silente Magistratura.
      -
      AAA. --- Banca di San Marino diffida Roberto Galullo e il Sole 24 ore. --- Lo disse Dante, pensando al Giornalume e questo poi lo confermò anche Nerone, che un Ruffiano è peggio di un Bubbone; specie quando si accoppia al Giudicume.
      http://www.sanmarinonotizie.com/?p=30721
      -
      Da Somma Vesuviana e da parte della gente Onesta, esprimo il sincero Cordoglio per questi giovani Lavoratori Senegalesi, così vigliaccamente uccisi a Firenze e ricordo che, purtroppo Pazzi e Carognoni sono sempre esistiti in ogni tempo e in ogni luogo; un augurio di pronta guarigione per i feriti, colla speranza che non resti nessuna ombra su come si sia svolta questa tragedia; da parte di un ex Emigrante in Piemonte e in anni difficili.

  • Di (---.---.---.216) 12 gennaio 2012 22:11

    Zione dice che per qualche Eccellentissimo Cialtrone, lanciato e protetto per convenienza, dal nefasto e vile Giudiciume Assassino di Mani Sporche (prima) e dai pingui e miserabili intrallazzi “Politici” (dopo) e fino al grande pastone del perenne Truogolo dello Stato, il passo è stato breve; ma fino a quando durerà questo vergognoso Ludibrio ???

    Nel serio e istruttivo Blog dell’Ergastolo senza Fine, si leggono sempre notizie e commenti Sublimi, perché scritti con l’Anima; perciò tenete duro e scrivete sempre, perché anche così riuscirete ad alleggerire un poco la pesante Croce che state portando e questo vale ancora di più per le Vittime Innocenti, che questa Vergognosa magistratura, fornisce sempre in abbondanza alle già affollate Galere. A proposito della Giustizia, come diceva Masaniello: “O pesc, fet r’a Cap (il pesce puzza dalla testa)”; ecco una frase signorile e illuminante, del generale Mori che include con delicata finezza, pure qualche sommo Ignorante e abbietto Criminale del CSM e/o dell’Antimafia, afferenti il vile Giudiciume Politico: “A tutti coloro che hanno davvero combattuto e ancora Combattono Valorosamente contro Mafia e Terrorismo, a spregio di Cialtroni e Parolai che sfruttano i sacrifici di quegli Uomini ”.

    Sagge parole queste, ma pure quelle del dottor Papa, circa la Barbara situazione delle nostre Carceri e anche in merito alla proposta della nomina del guerriero Marco Pannella, a Senatore a Vita; Buon Anno e cordiali auguri, a TUTTI gli Onesti; incluso i vecchi Compagni delle Lotte di Fabbrica in Piemonte e altrove, i Forestieri e i Carcerati Abusivi, Vittime di Giudicioni Terroristi e Mafiosi e a tutti gli Oppressi del Mondo, che soffrono per il Freddo, per la Fame e per la Libertà. Dall’articolo che segue, si capisce quando interesse possa avere qualche Casta di Mangioni a tradimento, a preoccuparsi dell’iniquo costo della benzina; visto che loro hanno macchine sempre col pieno, Autisti, eccetera e tutto "a gratis ...".
    Auto blu e benefit: così il Csm divora 35 milioni all’anno. Altro che tagli, il Consiglio superiore della Magistratura è il più ricco al mondo: stipendi da 110 mila Euro, per lavorare 12 giorni al mese.
    http://www.ilgiornale.it/interni/linchiesta/08-01-2012/articolo-id=565795-page=0-comments=1&order=0

    Auspico che il dottor Palma, Guardasigilli in attesa, il dottor Vietti, Vicepresidente del CSM e la signora Severino, Ministro della Giustizia, possano realizzare i loro costruttivi propositi di Civiltà, per Riformare questa Giustizia Iniqua; senza avere nessuna rottura di marroni da parte di chicchessia; a cominciare dalla vile Giudiceria Mafiosa (con turpi scagnozzi al seguito); ma anche da parte di chi, Violento o Inesperto della Vita, confondendo la cacca colla cioccolata, fornirebbe così l’ennesimo e vile PRETESTO a qualche Carognone giudiziario, di continuare a Felloneggiare. — Certamente che se il Ministro della Giustizia pensasse al proprio tornaconto, avrebbe ben altro e ancora meglio da fare, per cui non è la quasi universale Ingordigia del guadagno che anima la signora Severino, che sta percorrendo una spinosa e difficile strada e si sta prodigando in ogni modo, per cercare di aprire una necessaria valvola di sfogo Sociale, pur di alleviare così la gravissima situazione Carceraria in cui ci troviamo in Italia; in primo luogo per le nefaste conseguenze del viscido Giudiciume, scellerato figlio “dell’Eversiva Giustizia Politica” da riformare urgentemente e radicalmente.


    Il Guardasigilli, sta cercando di evitare di far resuscitare il mai obliato Masaniello; che è sempre pronto a risvegliarsi, specie e in primis a causa delle grosse Ingiustizie Sociali (e Tribunalizie …) che immiseriscono il Popolo e ne avvelenano la vita; in tanti non saranno d’accordo, a cominciare dai presuntuosi scribacchini, dagli interessati pennivendoli, dai loro Compari Associati (ai reconditi Assassini e occulti Ladri di Stato …) e dai Fortunati Cittadini che non hanno subìto ancora la Disgrazia di fare neanche la più lontana conoscenza di qualche infame Giudicione Politico; ma ciò non toglie che questa Donna Coraggiosa merita il Rispetto di tutte le persone che hanno un minimo di buon senso e cercano la Pace, almeno per quelli che stanno crescendo … (fra l’altro la Dottoressa è pure esposta al pericolo di qualche Pazzo); pertanto mi sembra giusto che non venga vigliaccamente Offesa da qualsiasi scornacchiatissimo individuo, che razzola impunemente nei Blog e nei Forum.

    Ama la verità; mostrati qual sei, e senza infingimenti e senza paure e senza riguardi. — E se la verità ti costa la persecuzione, e tu accettala; e se il tormento, e tu sopportalo. — E se per la verità dovessi sacrificare te stesso e la tua vita, e tu sii forte nel sacrificio. — http://www.moscati.it/Italiano.....sieri.html — Il grande clinico e Medico dei poveri, Benefattore della dolente Umanità e venerato Santo già da vivo, parlava così perché fra i tanti morbi con cui lottava strenuamente nei lazzaretti non si era imbattuto nella Lebbra della Giustizia; perché all’epoca il mortifero GIUDICIUME togato, non si era ancora diffuso come grave Epidemia Sociale e i Magistrati erano persone serie, austere e morigerate, fatta eccezione di qualche sporadico e recondito bacillo isolato; chissà se fosse vissuto ai giorni nostri, quale sarebbe stato il suo severo pensiero in merito all’Agonia in cui si dibatte la pugnalata Temi; vanamente difesa dalla seria e silente Magistratura.

    In ricordo di Mario Longobardi; Meridionale, Socialista di Orbassano e Vittima del Giudiciume “Piemontese”.

    Male non fare e paura non avere; gli “ERRORI GIUDIZIARI” sono quasi sempre comprensibili; invece quelli “omonimi” dei Cialtroni e dei Terroristi togati (e associati, che andrebbero comunque messi nudi, a bue ponzoni e frustati sulla pubblica piazza, già per il solo Ludibrio che suscitano, quando dopo le gravi nefandezze perpetrate da questi Vigliacchi, specie quando si scatenano rabbiosamente a danno degli Umili e dei Poveri Cristi che vengono Martirizzati per Albagia o per interesse di Setta, hanno pure la sfacciataggine della querela facile …) sono il frutto di laide MENZOGNE di IMPOSTORI e vanno perciò perennemente svergognati e Denunziati, nell’intento di cercare almeno di contrastarne la futura Violenza distruttiva a danno di qualche altra Vittima (con Familiari annessi …); questo va fatto con qualsiasi mezzo Legale per chi può, incluso e meglio ancora se su liberi Blog e Forum divulgativi (e specialmente per chi non può …); ma anche colla consapevolezza, che qui coscienziosamente preme ricordare, specie ai poveri Padri di Famiglia, che anche così si rischia una possibile disgrazia … da parte di qualche Bravo o interessato Giustiziere al seguito; comunque la battaglia contro la moderna Crocifissione degli Innocenti è sacra e irrinunciabile, perché un vero Errore giudiziario subìto, rappresenta solo un sassolino nella scarpa; rispetto allo scoglio sul groppone, di una volontaria e criminale BARBARIE, commessa (il più delle volte) dalla vera Mafia della Magistratura Politica.

    Scritto, letto, approvato e sottoscritto in toto da — A. V. G. — Associazione Vittime del Giudiciume; di Zione sottoproletario, fondatore e socio unico; ex Compagno di Lotte per la Civiltà e per la Salute Pubblica; comprensivo e tollerante, sui VERI ERRORI in buona fede; ma inflessibile fustigatore di turpitudini, carognate e Fellonìe, che affollano immoralmente e inutilmente le già orrende Carceri, forniscono un supplemento di prematuri clienti alle Pompe Funebri e contribuiscono ulteriormente, con Faraoniche spese per processi che spesso si concludono (specie per i Potenti) con titanici risarcimenti da parte del soccombente STATO, ad aumentare il già grave danno procurato prima, da questi incontrollabili Pazzi furiosi (ahi, ahi, che bella cosa fosse se un buon Governo rimettesse in servizio i Mastuggiorgi …), per Spese di “causa”, indagini, intercettazioni, perizie, consulenze, missioni, rogatorie; alloggio e scorta con sufficiente personale e a rotazione su tutti i turni, per i “Pentiti”che non sempre sono fedeli osservanti dei Dogmi della Chiesa … e ai loro familiari, con relativi stipendi, straordinari, trasferte e via dicendo; tutto questo finisce di Dissanguare il già esausto Popolo Italiano; chi scrive, oltre a fremere di Indignazione per tanta irresponsabilità e impunibilità è altresì preoccupato per la serenità e per il domani del Nipotame; di tutti, incluso quello che appartiene per congenita sventura, agli Eccellentissimi TERRORISTI TOGATI, della disgustante fogna di Torino, dove persiste ancora l’orribile tanfo della Putrefatta Giustizia; che ivi, con grande Empietà e scelleratezza, a tradimento e Aumm Aumm … fu ferita a Morte con Infamia; dai miserabili vermi del vile BRIGANTAGGIO tribunalizio e affine.

  • Di (---.---.---.32) 16 marzo 2012 22:26
    ANTIMAFIA? No grazie, perché puzza di Camorra e di Sovversione. Taci, emerito IGNORANTE; così disse nella Pubblica Aula, l’Avvocato al miserabile p.m. Verme, in una Turpe corte di “Colti” Buffoni, nella tana dei Ratti della Fogna tribunalizia di Torino, dove saccentemente e con somma Albagia, pisciavano sulla Gente Onesta; con quell’INFAME magistrato, com’era consuetudine in quel luogo Immondo, con Superbia e Ludibrio, e specie coi poveri Cristi riottosi al pronto e profondo inchino, molto Scelleratamente perseguitavano gli Umili e gli indifesi, Defecando sul sacro Libro della Legge da veri TERRORISTI; e fu anche per questa Eccelsa figura di MERDA e alla complicità di servili Lacchè e squallidi Pennivendoli, che il Suino iniziò la rapida carriera, raggiungendo le più alte vette di quella parte della degenerata e Criminale Magistratura che tanto gode della carpita Autorità raggiunta; con l’Alto Tradimento del proprio Dovere nei confronti del Rispetto delle Persone e dello Stato.
    -
    Questo illustre Pendaglio da Forca e FELLONE Giudiziario, sempre pronto ai Salamelecchi, infra nos e Aumm aummm, in ossequio alla MAFIA che lo lega ai suoi Compari, ignobili Usurpatori di Oneste Carriere e grazie alla reciproca Omertà coi suoi servili, asserviti e medagliati Sgherri è sempre pronto a magnificare e Premiare gli errori e le Infamie dei suoi Soci e a Calunniare e SEQUESTRARE, Innocenti e Incensurati; Puah, alla faccia di questi Mariuoli dell’Onore, finora poco Disonorati, ma molto Disonorandi, infidi e abbietti Cialtroni del GIUDICIUME senza Dio, che vogliono farsi passare per Paladini della Giustizia, alla quale essi stessi, per laidi fini Politici o di personale tornaconto, hanno scavato la Fossa e perennemente continuano ad irrorala col sangue che avidamente succhiano all’Oltraggiato Popolo Italiano e col Barbaro Vilipendio di intere e laboriose Comunità; Impestando così tutte le Istituzioni dove fraudolentemente, razzolano e si ingrassano, questi feroci BRIGANTI.

  • Di (---.---.---.177) 12 giugno 2012 23:32

    Ma boija fauss, miinchia; chissà perché, il vile Giudiciume Politico è tanto Mona, che cerca sempre di prendere la vacca per le balle, calunniando, minacciando e SEQUESTRANDO i TESTIMONI, come fece quello Bischero-Piemontese, ignorante, pusillanime e Infingardo, colla Farsa-Tragedia del “Processo” (e a seguire) alla buonanima di Mario Longobardi il bravo assessore Socialista di Orbassano; ex “Polstrada Guzzista”, Meridionale e Operaio Fiat.

    Fetenti, Fetentoni; ma quand’è che finalmente metterete la testa a posto, finendo fra l’altro anche di immiserire il Popolo Italiano che è ritornato a deambulare colle scarpe rotte, per vostra somma colpa e delle vostre SPESE da Manicomio, a cominciare dalle Intercettazioni Abusive; ma quand’è che vi mettete a Lavorare Coscienziosamente e così non rovinerete più la reputazione alle persone per bene e non romperete più le balle alle brave Ragazze da marito, colle vostre disgustanti Calunnie; e speriamo che finalmente troverete il tempo di scrivere qualche Sentenza (seria …) e per andare a sentire i poveri Cristi che languono e muoiono in orrende Carceri, dove il più delle volte qualche miserabile Verme, con usurpata toga di Giudicione e con forte Istinto Criminale, li tiene in dimenticato “ARRESTO” da lungo tempo.

     A proposito del pretestuoso e laido “processo Ruby" e del perenne Ludibrio che IMPESTA certi Tribunali della MAFIA Giudiziaria, ma non vi Vergognate, perfide Jene e infidi Sciacalli; ma come vi permettete di Violare, Violentare e Coartare così barbaramente la personalità e la riservatezza del Popolo Sovrano, che in ossequio alla chiamata della Legge si presenta spontaneamente a deporre in un’Aula d’udienza e che da quel momento, diventa un Pubblico Ufficiale che rappresenta lo STATO ed ha il Diritto di essere TUTELATO in modo particolare, onde evitare, a chi non si scappella per tempo a qualche abbietto prurito di corna del “Tribunale” che con Terroristiche Imposizioni pretende di estorcere fantasiosi fatti, o di essere preso a pesci in faccia con sciagurate minacce e Banditesche Coartazioni, miranti a rubare notizie della propria intimità.

     Ma non lo sapete, crudeli Cialtroni che i fatti Personali sono SACRI e nulla hanno a che vedere coi vostri Ribaldi comportamenti, da fetentissimi Briganti di strada; evidentemente cercate di acquisire in questo modo qualche ignobile punto di merito, che purtroppo e solo nella vostra vile Confraternita assicura grandi Carriere (come capitò al potente SUINO della Fogna di Torino, che tanto brillò di Scelleratezza, colla benedizione (“postuma ?” …) di una Corte di Buffoni); mentre invece in tutti i Mestieri e le Professioni Oneste, dove normalmente non vige la regola della reciproca Omertà in Fellonìa e si opera sotto il manto della Legge, queste Turpitudini, rappresenterebbero un valido motivo di cacciata dal posto che si occupa indegnamente (e spesso abusivamente, con reconditi accordi infra Vos …) immantinente e a calci in culo, per Manifesta INFAMIA.

     Fate attenzione, Serpentoni della GIUDICERIA Politica Organizzata; pentitevi Grullacci e Mariuoli del sangue della Gente, scostumati mascalzoni e farabutti, che sfacciatamente e impunemente, inquinate la (fu Gloriosa e Laboriosa) Magistratura Italiana, assassinando lo sventurato Popolo di questa infelice Nazione; riguardatevi, perché il Governo, su saggio consiglio del Cavaliere, nel doveroso intento di attuare la RIFORMA della Giustizia e di alleviare così in parte anche la disoccupazione giovanile dilagante, ha intenzione di riaprire i Mendicicomi, per sistemare l’ingorda Banda dei Giudicioni più Carognoni e di rivalutare così la mai obliata categoria dei benemeriti Infermieri dei Folli, alias i Mastuggiorgi; quei bravi Marcantoni che già alla prima chiamata arrivavano in un lampo e se occorreva, allora per magia tiravano fuori a Raggiòn (il randello) e subito calmavano e facevano ritornare il senno anche al più PIRLA e furioso dei PAZZI ..

  • Di (---.---.---.243) 23 giugno 2012 23:07

    … per Etica cercava di Toscaneggiare, sapendo che si trovava davanti a “Coltissimi” Giudicioni; ma quando si rese conto che in quell’Impuro Luogo c’era tanfo di MAFIA che Tramava e lì nel sacro Tempio di Temi, regnava l’Odio e il Tradimento, fu aggredito dal torvo P.M. del Giudiciume (quello finora Fortunato nell’impunita e premiata Scelleratezza a danno dello Sventurato Popolo) e allora il Testimone tapino si raccomandò al buon cuore di quel feroce Giustiziere, dicendogli: "GNURANT, parl cu l’Omm; nun parlà che pann !".

     ----- 

    Fu così, che si sollazzarono certi feroci Ratti e disgustanti PANTEGRANE dalle scorticate code, defecando in Aula per laidi fini POLITICI, sul libro della Legge e macellando con fine stronzaggine e con somma Infamia il SOCIALISTA (e Meridionale …) Mario Longobardi di Orbassano, dissacrando e Coartando i Testimoni e Sequestrando (nel mistero) certe persone alle quali quei criminali e Miserabili Vermi, non erano degni neanche di PULIRE loro le scarpe ...

    -----

    Buondì cerea orso Bruno, indimenticaticabile Redoglia benemerito fondatore del CIRCOLO OPERAIO di None e “me car Sumà”; certo che avevi ragione quando dicevi che uno non deve mai mettere una persona colle spalle al muro, fosse anche il suo peggior nemico, ma deve sempre lasciargli un’ultima possibilità, peccato però che nell’uditorio non c’era neanche qualche “Magistrato” o qualche gendarme, di quelli che truffando, spergiurando e Assassinando, fanno grandi carriere e rubano ad altri, Onori e Lustro, seppure con relativa perdizione della loro ANIMA NERA; che bei tempi allora, quando il Padrun ci elogiava col “Signore” e ci accontentava, specie per l’Ambiente la Sicurezza per poi aggiungere ”per le palanche poi ne parliamo, me ora vi prego, andate a buttarvi nella sghinga”; Giuda fauss … Compagno di tante giuste e sofferte Lotte di Fabbrica, fatte Doverosamente e principalmente per aiutare la “Base” più umile e indifesa e pagate in proprio con discriminazioni e ritorsioni, ma pure con l’illusione di cercare di migliorare almeno un poco questo sporco Mondo, in cui una manica di fetenti e Superbi, dopo aver tenuto a BALIA il Terrorismo, si vuole appropriare pure del merito della sua scomparsa (?) dovuta principalmente ai Rusconi, che non lo hanno fatto proliferare, respingendolo in tutti i modi possibili; invece gli Infamoni Giudiziari, abusando ignobilmente delle proprie funzioni, apportano da troppo lungo tempo, solo Sciagure ad una maggioranza di persone che al contrario di loro sono per BENE e Laboriose.

    -----

    Quante volte abbiamo parlato con (tutti …) i LAVORATORI dell’INDES e calmato, in nome della Pace Sociale (e pur rischiando …) anche la Maraja più incazzata che minacciava sfracelli e tendeva a scivolare ...  ciau, dal “Napuli” dell’attrezzeria, che qualche volta e senza volere, ti faceva saltare la mosca al naso (per la sua troppa Bontà ?), ma subito se la dava a gambe, atterrito dai tuoi ciclopici urli; riposa in Pace grande Urs, prepara una Celestiale butta stuppa e attendi tranquillo, che adagiot adagiot arriveremo anche noi e speriamo senza fermata intermedia, perché già bellessì fa un caldo Infernale; a proposito avevi ragione quando confermavi quello che sostenevano “i Compagni che sbagliano” a proposito del TRIBUNALE di Torino, che era diventato un’Orrenda CLOACA, come già da tempo lo gridavano fra gli altri, pure Morgantini e Neri, di Orbassano; mentre io, Ingenuamente ritenevo che una volta nella pubblica Aula di Udienze, chiunque avrebbe potuto parlare Liberamente; purtroppo questo è stato il maggiore e più disastroso ERRORE della mia vita e da allora mi porto dietro il rammarico di non aver potuto reagire come avrebbero meritato quei grandi Delinquenti; ma non è detto che finisca così, perché a volte e con l’aiuto del Signore, la Storia viene anche riscritta dai Vinti; ma con Coscienza e Verità.

    -----

    Per totale adesione; letto e sottoscritto dal vecchio Zione, il Fondatore e (finora …) socio unico della A. V. G. (Associazione Vittime del Giudiciume) che dal Vesuvio ricorda per qualcuno dalla memoria labile, dei sublimi e anche ameni canti senza tempo, che hanno segnato il triste passato dei nostri avi, ma che “Emigranti e Indigeni” nelle Lotte di Fabbrica cantavano in coro e con passione; si invia un sincero augurio per un sereno futuro a tutti i Bambini e pure agli adulti, buoni o cattivi che siano; Carognoni esclusi.

    -----

    Addio Lugano bella http://www.youtube.com/watch?v=k84G4ODpBsE

    Libertà http://www.youtube.com/watch?v=6HQW7ZOYrOM&feature=related

    Sciur Padrun … (ed anche) La Domenica … http://www.youtube.com/watch?v=8kWctBeproo

  • Di (---.---.---.103) 3 luglio 2012 21:55

    Zu Pè (che non è un Principe …) dice che la Famigerata e Immorale toga rossa Ilda Boccassini, i suoi degni colleghi più qualche altro eccelso e plurimedagliato “Clandestino al timone”, nell’ennesimo e Laido Processo fuori Legge, così vergognosamente voluto dai loro Capintesta e stupidamente architettato, con gravissimi danni per l’Erario dello Stato (AUMENTO delle già affardellate TASSE), per la Magistratura Seria, per Papy, per Ruby e per tantissime brave Ragazze, SCELLERATAMENTE Spiate, Denigrate, Calunniate e Rovinate, sulla Brigantesca strada già percorsa, per la cara Noemi e la sua Famiglia, prime e maggiori VITTIME di questa ignobile Banda di Malfattori da scudiscio e Bricconi da Forca. --- Questo capita solo perchè nel pretestuoso e Delinquenziale proposito di questi Criminali, di stravolgere amene e festose cene PRIVATE, dal presunto seguito più o meno Boccaccesco, ma al quale nessun era obbligato a parteciparvi e forse soprattutto per meschina invidia o perfida gelosia da parte delle loro Nefandezze per un mancato invito, o per i tanti atti di generosa Bontà del PRESIDENTE, che a dire degli Inquirenti venivano fatti nell’interesse personale (tutto da dimostrare) dello stesso e solo al fine di soddisfare le sue insane voglie da assatanato Stallone e per questo motivo, l’andazzo  trascendeva oltre il lecito e pertanto con tanti sfaccimmi di Belin che ci ballano nella testa, questa voracissima Bestia grama della nostra Magistratura Autonoma (quella Deviata e irresponsabile), si sollazza con pruriginose intercettazioni e si Trastulla col fare inutili PROCESSI POLITICI.
    — - Adesso sembra che costoro si rendono conto che cercavano di prendere la VACCA per le PALLE e finalmente hanno capito che questo non si può fare; ragion per cui ora rinunciano all’interrogatorio in Aula di ben quaranta Testimoni, perché evidentemente sotto la mannaja della Prescrizione mancherebbe loro il tempo per Impestare ulteriormente la Giurisprudenza con un’altra EMPIA “Sentenza”; ed è per questo che adesso stanno cercando di correre ai ripari e metterci una pezza, con Sommo Ludibrio e colle brache in mano. --- A l’è tard, boja fauss; facimm ampress, si nò ccà perdimm pur chist’atu sfaccimm e Tren; minchia COMPAI, balenti Legulei e bravi carusi Gendarmi; ma mi raccomando pure agli estrosi Gaglioffi che dopo un piccolissimo SANTANTONIO (con un semplice Morto ? Ma che sarà mai, con quel che succede su questa Terra …) riescono perfino a refertare al paziente uno stato di “Buona Salute”, prima del pur liberatorio trapasso; lo sovvengo anche all’abbietto Canagliume dei telefonisti SPIONI, che dissacrano case e Persone, e lo ricordo pure ai prezzolati Pennivendoli; quì se non ci muoviamo subito, questo Maledetto (il sagace CAVALIERE …) ci frega ancora una volta e così insieme a tutte le Mandrognate che fuma (le INFAMIE che commettiamo) ci caricheranno sul groppone pure quest’altra grandissima figura di MERDA che stiamo facendo; e allora chi li sentirà a chilli piezz e Scurnacchiat dei nostri CAPIZONA, quei prevaricatori e presuntuosi MONA, che per i loro intrallazzi ci rompono sempre i marrun (i totani, quei gustosi molluschi); e questo succede solo perchè mangiamo tutti noi (i Fetenti …) tanta di quella sghinga e sempre per colpa di questo Satanasso. --- Da voci di corridoio, ausuliat (“audite”) in un’orrenda Cloaca Tribunalizia, dal Popolo Italiano (tantu Mischineddu) pluritormentato e Assassinato dal Fellonesco GIUDICIUME Politico. --- Per adesione; letto e approvato dall’ A. V. G. (Associazione Vittime della “Giustizia”) che augura a tutti i Bambini del Mondo un felice futuro senza i Sudicioni della turpe Giudiceria, ma anche ai Nonni in sofferenza e a tutti i poveri Cristi, crocifissi da Scellerata mano, un poco di sereno avvenire; si saluta pure la normale Gente; CAROGNONI esclusi. --- Così parlò Zione in nome della Libertà, da questa valorosa Barricata dove si difende la Dignità, l’Onore e la PACE della Nazione; e questo, pur superando il timore della Barbarica Vendetta, che prima del parafulmini Berlusconi (sempre sia Lodato !), giungeva copiosa, rapida e occulta; ma anche ora e malgrado le infinite cartine di tornasole che continuamente Sputtanano e provano la triste Malvagità di questi miserabili Giudicioni, infidi usurpatori di altrui carriere; con tali Vermi, ben ASSOCIATI a pusillanimi Sciacalli e infingarde Jene, si deve sempre stare attenti a qualche velenoso schizzo di rancorosa Bile, che potrebbe arrivare da parte di qualche eccellente Pazzo o Terrorista dei sempre sfacciati Cialtronacci e temerari Felloni, della vile MAFIA Magistraturale. --- Giammai a disposizione dell’Omertoso TERRORISMO perpetrato con vigliaccheria, supponenza e Albagia da questi nuovi Conquistadores, alias vandalici Masnadieri del pustoloso corpo estraneo al Civile Consorzio Umano; ma in attesa di una Rivoluzionaria RIFORMA della GIUSTIZIA e come al solito, il dolente tapino è sempre pronto a servirli come meritano, questi servili ruffiani di dannosi Scribacchini e i loro Caporali, quei viscidi Legulei TRADITORI dello STATO, apportatori di immani sciagure, al seviziato Popolo Italiano. 

  • Di (---.---.---.166) 11 marzo 2013 18:32

    La blasfema, SOVVERSIVA e criminale Associazione Malfattori e C. (triste Setta del barbaro Giudiciume) va rinchiusa al completo e subito nel più vicino Manicomio Criminale; e forse solo così la finirà di DISSANGUARE il Popolo e non romperà più le balle, boja fauss. Così parlò Zione.

  • Di (---.---.---.8) 18 marzo 2013 23:03

    Vergognatevi Emeriti Cialtroni, a cominciare da quel laido MARJUOLO di Di Pietro; perché in uno Stato di DIRITTO, non deve esistere il turpe Giudiciume coi suoi loschi affari, specie quello “Piemontese” di alta scuola, che per ignobili fini POLITICI e colla scusa del Terrorismo (già allora finito da tempo) incominciò a Macellare i poveri Cristi e ad Impestare i Tribunali, con un manipolo di valenti MASNADIERI, spargendo fertili e venelosi semi anche in varie Istituzioni. --- Nelle Nazioni Civili, i probi Cittadini non vengono continuamente OFFESI e contagiati da gocce di Odio, da parte dei Gaglioffi giudiziari e quindi non avvertono come da noi la necessità di una Doverosa Rivoluzione; pertanto in quelle Nazioni non c’è nessun Scombinato p.m. ad avere tanta briglia sciolta nel SOVVERSIVO disfacimento (e senza rendere conto a NESSUNO) dell’Ordine legittimamente costituito.
    -----


    Solo chi è in preda a deliranti sogni di assurdi e impunibili Privilegi Medievali o è affetto da gravi turbe mentali, cerca di sfogare così perfidamente la propria Mania di Persecuzione e con scellerata cazzimma raffinata, spreca milioni di litri di SANGUE, succhiati per SCEMENZE e Follie al già Bisognoso POPOLO colle scarpe rotte; a cominciare dalle forsennate spese per quella grande Schifezza dell’abnorme quantità di Intercettazioni in un’unica direzione e al di fuori della LEGGE; oltre ai Reazionari processi/Farsa che hanno sempre organizzato certi Ignobili giudicioni ignoranti e BUFFONI; che manovrando FALSI pentiti o peggio ancora minacciando, coartando e SEQUESTRANDO con Infami Arresti illegali i malcapitati e INCENSURATI Testimoni che non si piegano al loro infame Istinto Criminale, intendono dimostrare, anche con l’infido venticello della costruita Calunnia, le loro FALSE verità.

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.



    Pubblicità




    Pubblicità



    Palmares

    Pubblicità