• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile


Commento di Cesarezac

su Le centrali nucleari in Italia. Il caso del Garigliano (Seconda Parte)


Vedi tutti i commenti di questo articolo

Cesarezac 28 agosto 2013 14:57

Caro DI MARCO,

in sostanza stiamo paragonando pericoli ipotetici, vittime incerte, danni certi procurati dalla nostra mancanza di centrali nucleari, dati non accertati, contro un numero impressionante e drammatico di vittime della strada che si attestano a poco meno di 5mila ogni anno, 300mila menomati per colpa delle istituzioni e della insensibilità e superficialità della gente che attribuisce gli incidenti all’eccesso di velocità autorizzando Stato e comuni a "fare cassa" con gli autovelox.
Il sottoscritto ha sporto denuncia alla Procura della Repubblica contro l’ASTRAL e il Ministero delle Infrastrutture per la pericolosità della SR 207 NETTUNENSE, la strada più pericolosa d’Italia soprattutto a causa delle centinaia di grossi platani che la costeggiano. La strada non rispetta le leggi vigenti che vietano le alberature a distanza inferiore a metri sei dalla carreggiata stradale.Sulla NETTUNENSE gli alberi si trovano A POCHI CENTIMETRI DI DISTANZA. I rischi certi del gas RADON non sono meritevoli di attenzione?
Mi ascolti, continui ad interessarsi dei rischi del nucleare ma in una scala di priorità razionale e non puramente emotiva dia la precedenza a fatti certi, non ipotetici come le vittime della strada e le vittime del RADON.
Cordialmente CESARE ZACCARIA

Vedi la discussione






Palmares