• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Attualità > Mondo > Bahrein ed Emirati, condanne definitive per due difensori dei diritti (...)

Bahrein ed Emirati, condanne definitive per due difensori dei diritti umani

Quasi di nascosto, mentre le rispettive popolazioni si apprestavano a celebrare l’arrivo del nuovo anno, la Corte di cassazione del Bahrein e quella degli Emirati Arabi Uniti hanno confermato le condanne a cinque e dieci anni di carcere inflitta a due noti difensori dei diritti umani, Nabil Rajab (nella foto) e Ahmed Mansoor.

Rajab, fondatore e poi presidente del Centro per i diritti umani del Bahrein e del Centro per i diritti umani del Golfo, è entrato nel mirino delle autorità sin dall’inizio della “rivolta di San Valentino” del 2011 a causa delle sue denunce sulle violazioni dei diritti umani.

Da ultimo, è stato arrestato il 13 giugno 2016. Ha ricevuto una prima condanna a due anni nel 2017 per aver rilasciato interviste sulla situazione dei diritti umani e poi, lo scorso anno, una seconda a cinque anni per aver twittato contro la guerra in Yemen (cui il suo paese prende parte nell’ambito della coalizione militare guidata dall’Arabia Saudita) e sulle torture nella prigione di Jaw.

Ahmed Mansoorpremio Martin Ennals per i difensori dei diritti umani nel 2015, sconterà definitivamente la condanna a 10 anni emessa lo scorso maggio per aver pubblicato post sui social media contenenti, secondo i giudici, “informazioni false, dicerie e menzogne” che avrebbero messo in pericolo “l’armonia sociale e l’unità” del paese. Il processo si è svolto a porte chiuse.

Mansoor, a sua volta perseguitato dal 2011, ha accusato l’azienda italiana Hacking Team di aver infettato il suo computer con un software-spia per consentire alle autorità emiratine di avere accesso alle sue comunicazioni.

Questo articolo è stato pubblicato qui

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.



    Pubblicità




    Pubblicità



    Palmares

    Pubblicità