• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

Home page > VIDEO TV > Attualità > Ogni giorno in Cina, 30mila cani vengono uccisi a bastonate - (...)

Ogni giorno in Cina, 30mila cani vengono uccisi a bastonate - VIDEO

 

Il video è stato diffuso lo scorso aprile dall'Associazione "Animal Equality" e mostra quello che a quanto pare è uno dei più grandi giri d’affari che ci sia in Cina. Stiamo parlando del macello di cani, per l’utilizzo della carne o della pelliccia; un’attività che ogni giorno comporta l’uccisione di circa 30mila cani che, inoltre, vivono in condizione davvero pietose. Mangiare carne canina è una pratica particolarmente diffusa in Cina e vietata solo nell’area di Hong Kong.

“Con questa indagine, presentata contemporaneamente in Gran Bretagna, Italia, Germania, Francia, Messico e India, Animal Equality lancia una campagna internazionale, in collaborazione con organizzazioni cinesi per i diritti animali, con l’obiettivo di bloccare una volta per tutte la pratica del commercio di carne di cane.” 

Spiega "Informare per Resistere" che in questi giorni sta contribuendo alla diffusione del video denuncia.

Il filmato che state per vedere mostra delle scene forti che potrebbero essere non adatte ad un pubblico particolarmente sensibile.

 

Commenti all'articolo

  • Di (---.---.---.103) 15 luglio 2013 16:53

    Premesso che ogni luogo della terra ha le sue consuetudini, mi chiedo se mai questa è una di quelle, ma se anche lo fosse sarebbe doveroso per le autorità verificare che nei ristoranti cinesi non si producano pietanze a base di cani, gatti, topi.
    Non guardo il video perché ne ho visti altri e mi disgustano, ma immagino che sia aberrante, non sia mai che un giorno si invertano le parti...

  • Di (---.---.---.176) 18 luglio 2013 14:28

    Una cultura primitiva e medievale, priva di compassione ma colma di arroganza di potere sui più deboli. Chi riceve questo video ha un preciso obbligo: diffonderlo affinchè:

    • s’interrompa questa orrenda tradizione;

    • s’invitino le autorità a tener conto dei progressi della scienza che hanno individuato che tutti gli animali sono esseri senzienti;

    • che le autorità italiane ed europee intervengano diplomaticamente per far valere le nuove conoscenze scientifiche e risparmiare la vita a 10 milioni di cani ed latrettanti di altri animali che annualmente perdono la vita per tradizioni che non hanno compassione di altri esseri senzienti;

    • che ognuno di noi faccia uno sforzo per realizzare al più presto l’obiettivo della salvezza di cani gatti, orsi e altri ainmali che trovano un predatore innaturale nell’uomo da cui non sanno come proteggersi perchè nella loro etologia NON ESISTE CHE UN ANIMALE UMANO PREDA ALTRI ANIMALI NON UMANI con mezzi amorali, illeciti ed illegati.

    Facciamo tutti insieme, ci renderà più felici eticamente e spiritualmente e contribuiremo a salvare altri esseri senzienti.  

    Gianluca Albertini

    Delegato provinciale varesino e insubrico dell’Associazione Movimento Antispecista (www.antispec.org)

  • Di (---.---.---.1) 23 luglio 2013 12:01

    Trovo poco logico, per non dire ipocrita, indignarsi per il trattamento dei cani in Cina, e considerare normale e adeguato il trattamento dei maiali con cui si fanno salumi e prosciutti, o delle mucche da latte in gran parte delle stalle di tutta Italia, o dei polli che verranno venduti nelle rosticcerie, e via dicendo. 
    Ci sono animali fortunati che razzolano a terra, mucche che pascolano liberamente negli alpeggi, ma l’industria agroalimentare non può permettersi simili sprechi di tempo e di spazio (e di lavoro per gli addetti): le mucche da latte che non hanno la fortuna di trovarsi nelle regioni alpine passano tutta la loro vita legate a una catena, mangiano e vengono munte secondo cicli industriali. I maiali e i polli: vivono alcuni mesi in spazi angusti e per loro innaturali, per essere poi macellati secondo procedure meno brutte da vedere rispetto a quelle dei cani in Cina, ma bisognerebbe chiedere a loro se gradiscono.

    E che dire dei bovini alimentati con sfarinati di carne essiccata invece che con vegetali (costretti in altri termini a diventare carnivori, e molto spesso cannibali, visto che la carne è carne bovina, e che da questo è nata la encefalopatia spongiforme, cioè la cosiddetta sindrome della mucca pazza).

    E le volpi argentate, come credete che vengano uccise, in modo da non rovinare la pelliccia che deve rimanere intatta per poter essere lavorata e venduta con lauti guadagni? Prese per la coda e sbattute con la testa contro il muro o contro un sasso.

    Anche la morte di un pesce appena pescato non è particolarmente invidiabile.

    Per quale ragione un cane dovrebbe avere maggiori diritti di un maiale o di un pollo?

    Se mangiamo carne di bue, se mangiamo una trota o il baccalà, dobbiamo accettare che qualcuno apprezzi la carne di cane, e circa il modo di macellare gli animali ognuno ha la sua sensibilità e le sue tradizioni.

    Certamente nei salumifici della Danimarca gli animali vengono macellati con la dovuta attenzione alle loro esigenze (ricevono una scossa elettrica alla testa che provoca la perdita di coscienza, dopodiché vengono sgozzati), ma a cose fatte, la macellazione kosher, o l’uccisione dei cani come si vede nel video non cambia molto.

    In fondo quando un uomo (o un animale) è morto, per lui non ha più importanza come è morto.

    • Di (---.---.---.13) 6 agosto 2013 22:24

      Trovo il tuo commento giusto e "naturale". Purtroppo noi esseri umani siamo abituati a dettare ciò che è amorale ma sempre secondo i nostri canoni. Cani, gatti, cavalli ed altri animali hanno maggior diritti solo per il semplice motivo che sono "più vicini" all’uomo e perchè da quest’ultimo hanno ricevuto etichette come "animale da compagnia" - "amico dell’uomo", e invece altri animali meno fortunati ne hanno di tutt’altre (animali da macello, pericolosi etc.). Condivido appieno il tuo pensiero.

      Non importa che la carne sia di bue, cane, cavallo, ornitorinco o altro animale. Tutti gli animali sono comunque animali non è per nulla giusto privilegiarne alcuni a discapito di altri (chiamasi discriminazione).

      A mio parere comunque credo che debbano quantomeno esistere leggi che tutelino la "serena vita dell’animale" ovvero permettergli di vivere un esistenza quantomeno degna e libera nei limiti del possibile. Questo non solo per una questione etica ma anche di salute, sia dell’animale che dell’essere umano che consumerà la sua carne...

    • Di (---.---.---.214) 4 ottobre 2013 11:48

      Già.


      E chi si indigna tanto a vedere questo video dovrebbe fare un giro nei canili della nostra civilissima Italia. O considerare il modo in cui noi, civilissimi Italiani, usiamo i cani nei combattimenti. Illegali ma esistono.

      Il paradosso di queste campagne è che vorrebbero mettere gli animali al centro dell’interesse, ma sempre con l’ottica umana: "animali a noi vicini". Il che vuol dire che l’antropocentrismo esce dalla porta ma rientra dalla finestra.

      Gli allevamenti intensivi di pesce e animali da macello non sono molto differenti da quanto visto in questo video, eppure nessuno si scandalizza ad acquistare una spigola. Pensare che neanche la finiscono subito, non muore per lesioni quasi pietose nella rapidità della morte, ma per asfissia. Altrimenti nessuno la comprerebbe, se non integra.

      Chissà cosa pensa di noi occidentali chi considera le mucche animali sacri.

      Poveri cani.
  • Di (---.---.---.188) 3 ottobre 2013 23:42

    Mamma mia , che schifo di paese la Cina come si fanno a commettere certe cose ??? Maledetti , se la prendono con chi non si può difendere ......


  • Di (---.---.---.35) 22 ottobre 2013 04:15

    L’uomo in questo periodo storico ha una natura psichica talmente deviata da non provare sentimenti quando uccide e maltratta così brutalmente come nel video animali, ed in molte realtà esseri umani attaverso animali .Per assurdo, in cina il cane viene così devastato, in Italia invece il cane come simbolo deviato sta diventando un Dio spodestando tutti i valori cristiani, ovviamente manipolato e strumentalizzato da uomini senza etica, morale e dignità che attraverso le televisioni commerciali cercano attraverso stupide mode di imporlo per i loro scopi. Un mondo abitato da folli, umani deviati su una strada che ci porterà anche alla distruzione della specie umana oltre quella di molte specie animale. E’ necessario diffondere il rispetto per la vita, di ogni Essere vivente se vogliamo modificare quanto si manifesta, valore in Italia sempre più debole, voluto da coloro che sostengono teorie di prevaricazione legate a frustrazione e rivendicazioni materialistiche legate al dio denaro. Che siano cani o qualsiasi altro Essere vivente difendiamo il rispetto , ed i valori che trasmettono il precetto di non ledere la sensibilità e la vita di nessuno. Grazie.

  • Di (---.---.---.211) 23 novembre 2013 12:15

    Perché tanti pregiudizi, perché tanta ignoranza! Questo è fomentare odio fra le genti, questo non aiuta la pace nel mondo!


Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.



    Pubblicità




    Pubblicità



    Palmares

    Pubblicità