Fermer

  • AgoraVox su Twitter
  • RSS

 Home page > Tribuna Libera > Lettera al M5S

Lettera al M5S

Forza ragazze e ragazzi del Movimento 5 Stelle! Non è il momento di cazzeggiare!

Probabilmente di scatenare un simile casino non ve lo aspettavate, e gli eventi vi son passati sopra come un treno lanciato a tutto vapore, lo capisco, ma ora è venuto il momento di riaccendere il cervello e farsi due ragionamenti sulla situazione e piantarla con le stupidaggini da Bagaglino.
L'elezione di Laura Boldrini e Pietro Grasso sono la dimostrazione che avete un peso specifico da giocare, che se non ci foste stai voi in Parlamento ci saremmo ritrovati con Finocchiaro e Schifani.

Credo che a questo punto la dovreste piantare di fare i ragazzini rancorosi che devono fare i ribelli contro l'universo intero, e cominciare ad entrar nell'ordine di idee che in guerra ci si sporca, e anche parecchio, e ti va bene se ne esci tutto intero, quindi dateci un taglio con le sceneggiate tipo indire una conferenza stampa soltanto per leggere tre righe prestampate, le guerre non si combattono dall'alto di un piedistallo, ma dal profondo di una trincea che puzza di fango, escrementi e sangue.

In un momento in cui la destra peggiore, quella di chi se la rideva da solo nel letto alle tre di mattina mentre l'Aquila si sbriciolava, quella di chi definisce i magistrati un cancro da estirpare, psicopatici da ricovero e via così di bestialità in bestialità, sta mandando definitivamente in briciole quel pulviscolo di democrazia che ancora aleggiava timido nel paese, non crediate di potervela cavare lavandovene le mani come Pilato, perché sareste complici della mancata occasione di rivoltare il tavolo, né più né meno, come il più infame di quegli stessi politicanti che dite di voler combattere.

Se Grasso e la Boldrini si son tagliati immediatamente gli stipendi vuol dire che a stargli addosso, a questo centrosinistra vergognoso, da spazzar via anch'esso dal parlamento e dalla storia una volta per tutte, a stargli addosso, dicevo, forse qualcosa di buono ci si può tirar fuori, senza contare la goduria conseguenziale di tagliar le gambe al nano di Arcore, che si avvierebbe sulla strada di Arcore camminando sulle orecchie dopo aver fatto voto di clausura e castità.


Quindi vi prego, per favore, piantatela con i giochetti e date la fiducia a questo governo, rimboccatevi le maniche e affondate anche voi nel fango, invece di comportarvi da adolescenti viziati che fanno i bulli per coprire il senso di smarrimento. Stategli addosso, a quel Bersani lì, senza tregua, costringetelo a rispettare le regole, non fategli mai dimenticare che al primo sgarro si torna al voto e nemici come prima, mettetevi finalmente in gioco, ma per davvero, perché questo paese prima che di cambiamenti ha bisogno di coraggio, testardaggine, di donne e uomini disposti a mettere in gioco prima di tutto la propria, di pellaccia, per ricostruire l'interminabile distesa di macerie che è diventato questo paese.

Perché senza queste e tante altre cose, non cambierà un accidenti di niente neanche a questo giro, e ci ritroveremo di nuovo con un altro governicchio di responsabilità, di concordia, di salvezza nazionale, di pace amore e fratellanza o come lo volete chiamare, e tutto andrebbe avanti come prima.

Che vi piaccia o no, evitare che Laura Boldrini e Piero Grasso finiscano per diventare due belle bandierine appuntate sulla cartina soltanto per dare un po' di colore, spezzare definitivamente il gioco delle parti tra PD e PDL, per non parlare di tutti gli altri teatrini di contorno, cancellare dalla faccia della terra chi nel giro di vent'anni ci ha ridotti ad un paese di settima categoria, dipende anche da voi.

Che vi piaccia o no.

Abituatevi all'idea e fate quel che va fatto, o caricate bagagli e burattini e tornate da dove siete venuti, vorrà dire che abbiamo scherzato, e ci si vede in giro.

Buon lavoro a tutte e a tutti.


Ti potrebbero interessare anche

Cronache di un popolo in saldo
Otto marzo: tra stereotipi e femminicidi
L'omicidio di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin
M5S: come volevasi dimostrare!
La sberla di Bergoglio ai politici: «Difficile che un corrotto riesca a tornare indietro»


Commenti all'articolo

  • Di paolo (---.---.---.121) 26 marzo 2013 14:10

    Condivisibile il tuo buon senso , ma ho paura che questi " grillini " se ne sbattono del tuo richiamo cosi’ come quello alla responsabilità da parte di Bersani . Sono come ad una consolle del Nintendo a giocare a "wargames ". 

    Sono invasati dal sacro furore ,si sentono i depositari della verità assoluta ,credono di avere la via spianata verso i nuovi orizzonti di felicità tracciati dal loro padre padrone (milionario) .
    Quando tutto sarà passato ,torneranno ai loro blog a farsi le seghe mentali di sempre .

    Da quel poco che sto vedendo in questi giorni è un bene che stiano fuori da tutto e da tutti ,fossi Bersani ci darei un taglio. Andiamo subito al voto e chiudiamo questa tragicomica situazione .Se vincerà Silvio ,vuol dire che è quello che gli italiani si meritano .

    • Di GeriSteve (---.---.---.74) 26 marzo 2013 18:33

      Mio caro Paolo, come tu sai, il problema è che il richiamo è rivolto ai "ragazze e ragazzi del Movimento 5 Stelle" che in realtà ormai possono fare poco , mentre il boccino è in mano ai senatori M5S che devono scegliere fra la realizzazione del loro programma e il dispotismo capriccioso del loro guru.

      L’unica cosa che quei "ragazze e ragazzi" possono fare è tentare di fare arrivare la loro voce ai senatori in questione per invitarli ad una giusta ribellione invece che ad una vergognosa ubbidienza.  Sono ancora in tempo per farlo.

      GeriSteve

    • Di (---.---.---.35) 26 marzo 2013 22:55

      SONO UN CITTADINO AMMINISTRATORE DEL COMUNE DI UNPAESE,I CITTADINI SONO SODDISFATTI DEL LORO SINDACO E NON HANNO NULLA DA RIMPROVERARMI,ANZI GRAZIE ALLA VECCHIA AMMINISTRAZIONE POLITICA HO TROVATO UN BUCO DI BILANCIO SPAVENTOSO,FINO AD ORA LE SEGHE MENTALI SE LE E SPERATE LEI SIG.PAOLO M5S

    • Di (---.---.---.10) 27 marzo 2013 17:47

      Sei un troll

  • Di (---.---.---.38) 26 marzo 2013 15:50

    Ma lei Madia è proprio sicuro che la peggiore destra sia quella di Berlusconi?

    Quest’ultimo lo sappiamo ha in testa il "modello Putin", una apparente democrazia in un paese retto da una dittaura nuova, moderna, mai vista prima. Un controllo totale di ogni potere autonomo, dalla magistartura ai giornali, alla televisione, ai poteri economici, alle ricchezze reali della Russia, con una opposizione puramente nominale in uno Stato nelle mani di un solo uomo.

    Ma qual’è il modello che hanno in testa la coppia Grillo/Casaleggio? è presto detto: Orwell 1984. La distruzione di ogni forma di democrazia rappresentativa sostituita da un potere tirannico. Una società dove ogni individuo è atomizzato e controllato mediante la rete.

    Mi creda Madia, le sue tiratine paternalistiche sono del tutto campate in aria. Forse possono avere qualche effetto su qualche pellegrino che ha votato M5s proveniente dall’elettorato di sinistra, ma nulla di più.

    Contro queste due destre autoritarie e antieuropeiste abbiamo una destra moderata (Monti) fallimentare e una sinistra egemonizzata da Bersani e dal gruppone di cariaditi del PD.

    Ahi noi!! siamo messi proprio male!

  • Di (---.---.---.35) 26 marzo 2013 22:36

    mi sembra che nonostante tutte le dichiarazioni anticasta non le e entrato in testa NOI NBON CI ALLEIAMO CON NESSUN PARTITO,POSSIAMO SOLO APPOGGIARE E DISCUTRERE DEI PUNTI CHE CONVERGANO NEL NOSTRO PROGRAMMA

  • Di Alfonso Mandia (---.---.---.37) 27 marzo 2013 02:47
    Alfonso Mandia

    Caro anonimo, mi chiamo Mandia: a parte questa pedante puntualizzazione, mi permetta di dissentire.
    Ho scritto più volte che un paese ad immagine e somiglianza di Grillo mi fa venire i sudori freddi.
    E son d’accordissimo sulle sceneggiate di un’ opposizione finta, asfittica, che brucia imperterrita ogni occasione di dare la spallata finale al nano di Arcore per toglierlo dalla circolazione una volta per tutte.
    Non parliamo di Monti e corte dei miracoli al seguito, la cui gran figura di m**** che fatta con l’India per la questione dei marò la dice lunga sulla preparazione dei professoroni, che son gli stessi che han devastato allegramente il paese con la complicità, appunto, di chi oggi mostra di farsi la guerra per scopi puramente elettorali.
    Niente "tiratine paternalistiche", soltanto son convinto che un governo Pd guardato a vista da ragazze e ragazzi che soltanto per essere entrati in parlamento l’hanno reso uno dei più giovani d’Europa, che han dimostrato su molti temi preparazione e passione potrebbe funzionare, i grillini evitano che Bersani faccia gli insoliti infami giochetti con Zu’ Silvio e bersani potrebbe essere un argine alle follie del duo Grillo-Casaleggio.
    Un governo di scopo, un anno per riscrivere la legge elettorale e fa rpoche altre cose necessarie alla sopravvivenza e tutti a casa, tagliando finalmente fuori la destra di Berlusconi che sì, è la peggiore delle destre possibili, la più infame, la più fascista, inzeppata fino all’inverosimile di piduisti e mafiosi, fascisti riciclati e faccendieri di ogni risma, ordine e grado.
    Detto questo, se non sarà possibile fare una cosa del genere, son d’accordissimo con Paolo, che si torni al voto, se necessario anche di nuovo con il porcellum.
    Che si mettano in gioco anche combattendo contro padron Grillo, o tornino a casa e lascino che si arrivi ad una soluzione o al crollo completo, il paese non ha bisogno di Robin Hood da scampagnata, ma di un cambiamento radicale.
    E si sa che i cambiamenti radicali quasi sempre son tutt’altro che indolore.
    Soltanto questo, volevo dire.

    • Di (---.---.---.10) 27 marzo 2013 18:02

      Scusami per il cognome storpiato, ma è stato un errore non voluto.

      Ancora qualche giorno di pazienza e ti accorgerai che stai fantasticando sui grillini.

      A proposito di Bersani, qualcuno deve prima o poi fargli pagare la furbata/vigliaccata di aver rifiutato nel novembre del 2011 le elezioni anticipate consentendo la nascita del governo Monti.

      Con la storiella del senso di responsabilità hanno ingannato tutti gli elettori di sinistra (lui con la copertura di Napolitano) per sottrarsi furbescamente all’ingrato compito di salassare gli italiani. L’avessero fatto loro, innanzitutto sarebbero state misure un pò più eque e oggi starebbero al governo a fare quelle riforme di cui si dicono portatori.

       

       

  • Di (---.---.---.203) 27 marzo 2013 23:49

    Ciao Anonimo, tranquillo per la faccenda del nome, sono stato acido, pardon.
    Il punto è che sono completamente d’accordo con te, amico mio, anche quando dici che sto lasciando briglia sciolta alla fantasia quando parlo dei grillini, e sottoscrivo in pieno quello che hai scritto di Bersani e del PD.
    Davvero.
    Però, per dirtene una, oggi i grillini han fatto uscire allo scoperto un’altra schifezza invereconda nascosta come al solito dietro l’ennesimo provvedimento salva imprese.
    Io dico che forse ce la dovremmo rischiare, e dare l’opportunità a Bersani di presentarsi davanti alle camere e far le sue proposte, perchè è così che funziona la democrazia, e ridarle fiato e valore può voler dire far le cose giustamente anche quando non ne avremo nessuna voglia. Quel che ti chiedo e di scartare di un gradino il punto di osservazione, come una zoomata a ristroso di google maps.
    Bersani non è comunque Silvio Berlusconi, e chi mi segue da tempo sa cosa penso del nano di Arcore e della sua corte di mammasantissima, e che si sia inchiodato sul rifiuto di far patteggiamenti con il PDL, per dirla semplice il famoso "o io o si va a votare", è una cosa, per dirtene un’altra, che mi ha sorpreso, non me lo sarei mai aspettato da quel Bersani lì. Si stanno arpendo crepe importanti, nel PD, basta vedere le prese di posizione di chi comincia a ribellarsi alla dittatura del sì TAV. Ora, lo scopo per il quale stiano facendo tutto questo non mi interessa, l’importante è che si blocchi la TAV, che si allarghino crepe, piccoli granelli di polvere che si accumulano lentamente cominciando ad infastidire l’ingranaggio dei padroni del vapore.
    Allora dico che invece di pensare sempre al peggio proviamo a vedere che succede a fare un miscuglio strano, magari la sorpresa ci arriverà proprio da dove meno ce l’aspettiamo.
    E lo sguardo d’insieme, che dobbiamo cambiare, amico mio.
    Scrolliamoci di dosso la cappa di buio pesto che ci han steso sopra e riprendiamo posto al tavolo da gioco, facciamo una scommessa folle su un numero impossibile.
    E poi stiamo a vedere che succede.
    Tutto qui.

    Un abbraccio

Lasciare un commento


Sostieni AgoraVox

(Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

Un codice colorato permette di riconoscere:

  • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
  • L'autore dell'aritcolo

Se notate un bug non esitate a contattarci.



Pubblicità




Pubblicità



Palmares


Pubblicità