• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Attualità > Politica > La Binetti: “Non esistono privilegi su Ici e Chiesa”. Da quale pulpito viene (...)

La Binetti: “Non esistono privilegi su Ici e Chiesa”. Da quale pulpito viene la predica?

La papessa della politica italiana Paola Binetti che dopo un lungo trascorso nel Pd è tornata al suo alveo naturale l’UDC (Unione dei Democratici Cristiani) ha dichiarato alla Zanzara su Radio24 ''La Chiesa paga l'Ici in modo documentato, non gode di nessun tipo di privilegio. Chi solleva la questione dell'Ici vuole fare solo una campagna denigratoria sulla Chiesa. Chi denuncia irregolarità deve fare nomi e cognomi altrimenti deve stare zitto. Lo Stato anzi dovrebbe ringraziare la Chiesa per quello che fa''. Paola Paola a differenza di Paolo di Tarso (che nel Cristianesimo vide la luce della verità) sembra ottenebrata nel difendere il verbo di Oltretevere. Straparla, dimenticandosi di fare gli interessi di coloro che rappresenta in Parlamento: gli italiani onesti che pagano regolarmente le tasse (sia atei che cattolici). Non i porporati dello stato del Vaticano.

E’ evidente il fatto che nessuno vuole denigrare la chiesa cattolica, che svolge magistralmente l’altissimo compito di missione sociale a cui è chiamata. Coloro che chiedono di far pagare l’ICI agli enti della chiesa che svolgono attività commerciali vogliono colpire chi nella situazione attuale ci sguazza, arricchendosi all’ombra dei fedeli. Si porta avanti una battaglia di civiltà che vorrebbe stanare gli ampi privilegi da cui il nostro malconcio paese è infestato e zavorrato.

Si vuole insomma capire cosa deve pagare Cesare, cosa non può pagare Dio in quanto (giustamente) privilegiato e quanto deve devolvere qualche Cesare travestito da Dio che non salda i suoi conti con il fisco. Come dovrebbero fare tutti i cittadini onesti. Specialmente in tempi di crisi.

Le inchieste del partito Radicale, gli scandali di Propaganda Fide, dei Monsignori di sua Santità, del Cardinale Crescenzio Sepe, del cardinale Michele Giordano, del Cardinale Marcinkus e dello Ior, la commistione tra apparati para religiosi come Comunione e Liberazione con affari molto terreni e poco celesti fanno presagire che qualche sacca di irregolarità si nasconde anche sotto qualche campanile. Questi casi vanno scovati e sanati. Il governo Monti dovrebbe farsene carico per non rischiare di delegittimare i forti sacrifici che sono stati richiesti. A tanti . Ma non ha tutti. La manovra è stata condensata in un decreto denominato “Salva –Italia” non “Salva Vaticano”. Mario Monti dovrebbe saperlo.

La Binetti (la stessa che per la cronaca va in giro dicendo che pedofilia ed omosessualità sono la stessa cosa) ha anche dichiarato ''La Chiesa non ha interesse a bluffare su una cosa che potrebbe infangarla, come il pagamento delle tasse. Anzi lo Stato dovrebbe ringraziare per tutto quello che fa per esempio nel turismo”. I riconoscimenti sono dovuti e lo ribadiamo: “ringraziamo la Chiesa per la sua opera morale e storica”, ma quanto a bluff malcelati meglio tralasciare.

Oppure vogliamo parlare delle cantonate prese dalle gerarchie ecclesiastiche di cui l’esenzione ICI potrebbe essere l’ultima di una lunga serie?

Il processo di riabilitazione della figura di Galileo Galilei che è stato portato a termine solamente a distanza di secoli, oppure la piaga dei preti pedofili che è stata riconosciuta a seguito di una pressante campagna stampa, non hanno insegnato nulla?

Chi sono Paola Binetti e Marco Tarquinio, il direttore del Giornale dei Vescovi (che in questi giorni sta denigrando coloro che chiedono un po’ di chiarezza) per difendere la Chiesa? Con il loro operato e le loro parole delegittimano l’istituzione che vorrebbero salvaguardare.

Un noto politico cattolico diceva “a pensar male si fa peccato ma spesso ci si azzecca”, anche in questo sembra che pensando male si sia toccato un tasto dolente.

Una Chiesa solamente sfiorata dall’accusa di godere di alcuni privilegi indebiti non fa comodo a nessuno. Come spesso accade il gregge è molto piu’ avanti dei pastori (e dei cani pastore) che pretendono di giudarlo. Speriamo se ne rendano conto

Questo articolo è stato pubblicato qui

Commenti all'articolo

  • Di (---.---.---.166) 9 dicembre 2011 11:03

    il link del mio video sulla manifestazione dei radicali contro i privileggi della chiesa....


  • Di (---.---.---.167) 9 dicembre 2011 19:32

    A parte la questione tasse-Vaticano... mi pare che chiedere a Monti questo o quello... è come far finta che lui possa fare e decidere cose diverse da quelle che ha fatto e deciso... dimenticando che lui è l’uomo della Golden Sachs e della Trilateral e ciò che fa e decide è esattamente ciò che interessa al signoraggio bancario...
    Direi che è ovvio!!!!
    Sperare che lui possa fare e decidere cose diverse mi pare ingenuo o ipocrita!
    A Monti bisogna chiedere solo una cosa... di andarsene da dove è venuto; anzi, non chiederglielo, ma cacciarlo gentilmente da li... perché non solo non è stato neanche eletto dagli italiani, ma perché rappresenta e difende gli interessi del signoraggio bancario CONTRO gli italiani, cioè contro i cittadini che producono beni materiali e intellettuali e servizi (i produttori delle vere ricchezze sociali e individuali) i "banchieri" privati e i politici corrotti sono solo parassiti!!!

  • Di Toscana (---.---.---.62) 9 dicembre 2011 22:11

    I privilegi ci sono e ci sono sempre stati però è giusto differenziare gli alberghi ecclesiastici dalle chiese.
    Un saluto dalla Toscana

  • Di (---.---.---.249) 10 dicembre 2011 05:23

    Da Galileo a Marcinkus. Di tutto e di più, ma molto facilmente ... fuorché un vero articolo di denuncia.

    Si chiedono nomi e cognomi. Cosa c’è di male in questo?
    Parrocchia X, prete Y, Congregazione Z, via Tal dei Tali. A chiacchiere siamo bravi tutti.
    Chi sa parli!!! BRAVA LA BINETTI (almeno in questo)
  • Di (---.---.---.80) 11 dicembre 2011 20:42

    Se si rastrellassero ogni anno i 13 miliardi di euro che un sottogoverno confessionale continua a donare alla Città del Vaticano, sottraendoli con la menzogna dalle tasche della povera gente, se si recuperassero tutti gli introiti dell’ICI (il valore degli immobili vaticani ammonta per difetto a 30 miliardi di euro), la smetteremmo di parlare di debito pubblico (altra bufala) , di crisi delle pensioni, di tagli ai rinnovi contrattuali, alla sanità, alla scuola pubblica, all’arte, alla musica e allo spettacolo… Grazie a Berlusklaun il Vaticano, il più ricco Stato del Mondo, non paga più neppure l’ICI, i suoi monumenti privati sono ristrutturati con le tasse imposte ai lavoratori italiani, e gli istituti cattolici sono finanziati con i soldi di noi tutti, non con le offerte dei fedeli o delle aziende di Berlusconi, abbastanza ricche da permetterselo. Siamo il solo caso nel mondo in cui una popolazione multirazziale e multiconfessionale deve obbligatoriamente versare i propri contributi per farsi indottrinare. Atei, non credenti, agnostici, musulmani, ebrei, protestanti ed induisti, le cui tasse statali sono devolute molto benignamente ad una ideologia religiosa che li combatte accanitamente e che se potesse tornerebbe ad accendere nuovi roghi! È come se gli Italiani – il paragone non vi sembri forzato – fossero costretti a finanziare l’Iran per lasciarsi plagiare: è la stessa identica cosa, anche se sembra assurda. Ma come ha detto qualcuno: “Il Vaticano è uno stato! L’Italia no!”. DA: LA RELIGIONE CHE UCCIDE
    COME LA CHIESA DEVIA IL DESTINO DELL’UMANITÀ
    (Nexus Edizioni), giugno, 2010.
    517 pagine, 130 immagini, € 25

    http://www.shopping24.ilsole24ore.com/sh4/catalog/Product.jsp?PRODID=SH246200038
    http://www.macrolibrarsi.it/libri/__la-religione-che-uccide.php
    http://shop.nexusedizioni.it/libri_editi_da_nexus_edizioni_la_religione_che_uccide.html

  • Di (---.---.---.67) 17 dicembre 2011 16:39

    hai perfettamente raggggggione solo che gli italiani sono idioti chi è causa del suo mal pianga se stesso. 

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.








    Palmares