• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Tribuna Libera > Jean Dominique, l’agronomo spina nel fianco del potere

Jean Dominique, l’agronomo spina nel fianco del potere

Jean Dominique era scomodo al potere, per questo è morto. Il suo anniversario ricorre il 3 aprile. Oggi sono dodici anni che è stato ucciso sotto la sede della sua radio, ad Haiti.

Di professione non era un giornalista. In gioventù non avrebbe mai immaginato che oggi lo avremmo ricordato in quanto tale. Aveva studiato per diventare agronomo. Ma quando il suo Paese è stato sconvolto dalla dittatura di Duvalier, Jean Dominique ha sentito il dovere di informare i suoi concittadini di ciò che avveniva.

Così è nata Radio Haiti, una zona franca da cui era possibile criticare il governo e fare campagna per libere elezioni. La sua vita è stata messa più volte in pericolo, costringendolo all’esilio negli Stati Uniti.

Ritornato in patria nel 1994, nei sei anni successivi ha denunciato la corruzione dilagante nella società haitiana.

A tutt’oggi nessuno è mai stato incriminato per il suo assassinio.

Questo articolo è stato pubblicato qui

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.








    Palmares