• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Attualità > Politica > Io sono Stato

Io sono Stato

Per quanto tempo siamo ancora disposti a sopportare quest’immobilismo?

Quante ulteriori nefandezze, quanta impunità e quanto privilegio siamo disposti a tollerare e concedere?

Sono questi alcuni interrogativi da sciogliere.

C’è chi dice che questa “crisi di sistema” durerà fino a dicembre. E, non a caso, anche in quel mese, è prevista la decisione sul legittimo impedimento da parte della Corte Costituzionale.

Ci vorrebbe un minimo sussulto d’orgoglio e dignità da parte di ciascuno di noi: democratici, di sinistra, di centro o di destra, amanti della Costituzione, cittadini consapevoli d’un senso dello Stato che ci appartiene e di cui siamo parte.

Ognuno di noi dovrebbe dire: io sono Stato.

Io non sono estraneo rispetto a tutto ciò che mi circonda e perciò mi riguarda.

Io detesto il privilegio, la “specialità”, concessa ad alcuni, che vulnera la mia uguaglianza, i miei diritti, e la mia libertà che, così, risultano limitate.

Io non sono disposto a veder mortificate e vilipese le Istituzioni che dovrebbero rappresentare, assieme alla loro, la mia dignità, il mio orgoglio e il mio onore d’essere Stato.

Io esigo un’Italia migliore.

Allora si dia fine a questo scempio quotidiano.

Si dia corpo ad un ritrovato “Risorgimento”, capace di portare fuori dal forzato scontro ideologico quest’Italia.

Non è più tempo dell’enfasi del proprio consenso (peraltro pur sempre parziale, seppur maggioritario) e del disprezzo di quello altrui (che pur esiste nella sua veste parlamentare e nella sua mancata rappresentanza).

E’ tempo di portare l’Italia fuori dalla crisi, di elevarla al di sopra del dileggio di chi ci guarda con commiserazione e inorridisce davanti a troppe anomalie, bassezze ed enormità.

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.








    Palmares