• giovedì 24 aprile 2014
  • Agoravox France Agoravox Italia Agoravox TV Naturavox
  • Fai di AgoraVox la tua homepage
  • Contatti
AgoraVox Italia
  Home page > Attualità > Cultura > (In)ter(per)culturando: alcune considerazioni su ’Nessun dorma’ di Alistair (...)
di BarbaraGozzi (sito) sabato 27 agosto 2011 - 0 commento oknotizie
0%
Articolo interessante?
 
100%
(1 Voti) Votate quest'articolo
  • Fare una donazione
  • Stampa
  • Lasciare un commento
  • Marquer et partager

(In)ter(per)culturando: alcune considerazioni su ’Nessun dorma’ di Alistair Morgan

 
Tra morbosità ed eccessi, ringhi e tentativi di fughe, piaceri della carne quanto carni sbudellate dai piaceri, dolori attesi ma insonorizzati e sensori deficitari; John resta vittima e carnefice di ben più d’un fatto più grande di lui.
E non ci sono sconti, nemmeno per i morti o per chi pare aver già subito fin troppo. Nulla è troppo, non finché si resta svegli e Alistair narrando questa storia tenta per l'appunto d’impedire il sonno, troppo dolce e comodo per chi nell’umana natura annega sempre più.
 
Anni fa smettemmo di fare sesso per sei, sette mesi. In quel periodo mi capitava di svegliarmi, la notte, e di frugare nel cesto della biancheria sporco nel nostro bagno per cercare le sue mutandine. Lei dormiva, e io sgattaiolavo in salotto, mi sdraiavo sul divano con un paio di mutande sulla faccia, e un altro arrotolato intorno all’uccello: in quel modo, ho avuto alcuni degli orgasmi più intensi della mia vita. Anche quando ricominciammo a fare sesso, continuai a preferire le mie esperienze solitarie. L’idea che il suo corpo avesse bisogno di me era diventata intollerabile: ai mie occhi era una debole, incapace di controllare le sue pulsioni. (pag.72)
 
 
A tratti il narrare si perde nel flusso dei pensieri di John, pensieri diretti quanto annegati in un magma a mischiare fatti e immagini, realtà e qualcos’altro che non sempre sembra riconoscibile e distinguibile a una prima lettura. A mio avviso questo narratore è decisamante consapevole nel miscelare realtà, contesti, immaginazioni, proiezioni e verosimiglianze in un effetto mai fermo, mai certo, a ricreare orizzonti variabili in continue mutazioni. Difficile per il lettore avere certezze, perfino nel momento in cui si raccontano avvenimenti in divenire, il dubbio che non tutto sia così certo, resta.
 
Sono sorpreso dal desiderio che si muove dentro di me, come uno sciame di vespe scacciato dall’alveare con il fumo. La vista del corpo di Jackie, nudo e solo sulla spiaggia deserta, mi ha preso alla sprovvista e, senza nemmeno rendermene conto, ho cominciato a spogliarmi anch’io. Lei entra in acqua e comincia a camminare… i suoi movimenti sono così fluidi che sembra stia scendendo su una scala mobile. Quando rimane in superficie solo la testa, comincia a nuotare a rana verso l’imboccatura.
Emergo dalla foresta nudo e con l’uccello semieretto. Non è la triste storia dell’uomo? Sa uscire dal folto del bosco, ma non è capace di resistere ai suo desideri più bassi. L’acqua mi arriva già alla vita quando Jackie mi vede; non sembra affatto sorpresa, e non fa nulla per venirmi incontro, o per allontanarmi.
(pag.212-213)
 
 
Un libro interessante e curato nell'edizione italiana, un autore in divenire la cui maturazione già evidente in questa pubblicazione, merita future attenzioni.
 
 
***
 
È possibile leggere QUI le prime 25 pagine gratuitamente.
Su Il Corriere della Sera, un articolo di Cinzia Fiori del 4 Luglio 2011.

<< pagina precedente      



di BarbaraGozzi (sito) sabato 27 agosto 2011 - 0 commento oknotizie
0%
Articolo interessante?
 
100%
(1 Voti) Votate quest'articolo
  • Fare una donazione
  • Stampa
  • Lasciare un commento
  • Marquer et partager

Lasciare un commento


(Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

Attenzione : questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell’articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista… Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l’articolo nello spazio I commenti migliori

Un codice colorato permette di riconoscere :

  • I nuovi iscritti
  • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
  • L’autore dell’aritcolo

Se notate un bug non esitate a contattarci.

Pubblicità

Pubblicità

Sondaggio

Dal palco del V-Day Beppe Grillo ha proposto di indire un referendum per uscire dall’Euro. Secondo voi


Vota

Palmares

Pubblicità


  • Groupe Agoravox sur Facebook
  • Agoravox sur Twitter
  • Agoravox sur Twitter
  • Agoravox Mobile

AgoraVox utilizza software libero: SPIP, Apache, Debian, PHP, Mysql, FckEditor.


Sito ottimizzato per Firefox.


Avvertenza Legale Carte di moderazione