• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Attualità > Religione > Il medioevo della chiesa non ha fine

Il medioevo della chiesa non ha fine

Religione e fede come punizione per essere cristiano? Basta.

"Le catastrofi sono talora esigenza della giustizia di Dio, della quale sono giusti castighi”. Roberto De Mattei riporta quello che pensa del terremoto in Giappone Monsignor Mazzella, arcivescovo di Rossano Calabro. “Le grandi catastrofi sono una voce paterna della volontà di Dio, che ci richiama al fine ultimo della nostra vita – scrive Mazzella - se la terra non avesse catastrofi, eserciterebbe su di noi un fascino irresistibile, e non ricorderemmo che siamo cittadini del cielo. In secondo luogo, le catastrofi sono i giusti castighi di Dio. Alla colpa del peccato originale si aggiungono le nostre colpe personali e quelle collettive, e mentre Dio premia e castiga nell’eternità, è sulla terra che premia o castiga le nazioni".

Sono stufa. Stufa davvero. Possibile che la religione e la fede debbano essere sempre esercitate come minaccia e punizione

  • Se usi il preservativo violi le leggi di Dio, invece di pensare che fai un atto di responsabilità e di maturità.
  • Se sei omosessuale sei da condannare perché in realtà Dio ha creato solo l’uomo e la donna. E quindi chi è diverso da questa tipizzazione si è creato da solo? Ah dimenticavo, sono malati. Bisogna che si curino.
  • Se tuo marito/tua moglie ti lascia, allora non puoi neanche prendere la comunione perché vivi fuori dalla grazia di Dio. Poco importa se alla fine tu sei “cornuto e mazziato”.

E ora cosa leggo? Che le catastrofi sono punizioni divine e quindi vanno accettate come cosa buona e giusta!

Ma la Chiesa non dovrebbe fondarsi sull’Amore totale e incondizionato, non dovrebbe essere colei che accoglie i peccatori e li perdona, non dovrebbe essere esempio di moralità, di rettitudine e di povertà?

Resto ancora una volta senza parole.

Commenti all'articolo

  • Di illupodeicieli (---.---.---.141) 23 marzo 2011 13:36

    Infatti, concordo con te: è la chiesa cattolica. Non so se la chiesa Protestante, se la chiesa Battista piuttosto che le confessioni religiose mussulmane come Sciiti o Sunniti,o altre religioni la pensino in materia. Pur essendo con te d’accordo, e lo dico da cristiano (falso e non certo legato a nessuna chiesa in particolare) ho trovato sempre un piccolo neo nelle considerazioni rivolte ai cattolici (area in cui mi sono,tuttavia, formato).Il neo è questo : come mai ogni volta si chiede o si sente solo la chiesa cattolica, e quasi mai le altre chiese o confessioni religiose? E per estensioni possiamo prendere in esame dichiarazioni dell’uomo della strada che potrebbe, con sicura disapprovazione di Piero Angela e del Cicap e della scienza, dire che è colpa dell’Haarp , oppure degli atei in generale. Non amo la chiesa cattolica, nè i privilegi di cui gode nè come gestisce l’enorme ricchezza che, nostro signore, dovrebbe dividere con quelli che nel vangelo sono indicati come fratelli e come i più piccoli. Diceva ,Gesù, di essere servi degli altri, ma qui mi pare che sono ,ancora, dopo duemila anni padri e padroni delle nostre vite. In ogni caso Gesù non mi pare abbia detto niente di quanto alcuni prelati,alti prelati, hanno dichiarato in questi giorni circa i cataclismi.
    Con stima
    Seb

  • Di (---.---.---.159) 23 marzo 2011 14:04

    Chiediamo al Consiglio Nazionale delle Ricerche le dimissioni del Prof. Roberto de Mattei, vicepresidente del CNR per l’evidente incompatibilità con l’incarico conferitogli e le sue affermazioni che lo pongono al di fuori del pensiero razionale e esperienza e comprensione del mondo mediata dal metodo scientifico.

    Firma qui la petizione online

  • Di (---.---.---.93) 23 marzo 2011 20:56

    Quello riportato è un pensiero minoritario nella chiesa cattolica, e soprattutto non rappresenta niente di ortodosso, cioè supportato da sacra scrittura, concili e documenti che contano. È raro trovare uomini di chiesa che la pensano così, tanto che il prof. De Mattei deve ricorrere al pensiero di un vescovo morto nel 1917.
    Gesù Cristo ha mostrato un volto diverso di Dio, e spesso qualche cristiano lo dimentica.

  • Di Alfonso C. (---.---.---.173) 24 marzo 2011 06:34

    Roberto De Mattei? Solo un integralista cattolico.
    Il suo "Finis Vitae - La morte cerebrale è ancora vita" è una chiara dimostrazione di conflitto d’interessi.
    Mostriamo pietà cristiana e stacchiamo la spina a questo corpo ormai senza anima.

  • Di (---.---.---.105) 24 marzo 2011 23:13

    Nei Vangeli Gesù parla di due eventi accidentali che hanno provocato la morte di alcune persone. Quindi anche il quel periodo accadevano calamità rovinose. L’ammonizione del Signore era per chi attribuiva quei fatti a colpe commesse da quegli uomini con conseguente punizione.Infatti questo atteggiamento umano porta a pensare a punizioni divine che hanno come conseguenza o la scelta di "regole" morali oppure (per scansare il problema) a un più facile scetticismo misto a scienza di basso livello.
    Qui la risposta del Signore è (come sempre) unica, eccellente che non viene da uomo ma da Dio stesso. Solo ha bisogno di essere accolta con semplicità per essere compresa.

  • Di paolo (---.---.---.101) 26 marzo 2011 18:04

    Monsignor Manzella è un malato di mente che vive la sua ossessione come una realtà . La fede non esiste è una costruzione della mente che rende fanatici e incapaci di prendere le cose per quelle che sono . Oltretutto , con quello che afferma , squalifica anche il Dio in cui crede perchè ,ammesso e non concesso fosse vero quello che dice , si tratterebbe di un Dio cinico , sadico e vendicativo che non meriterebbe di essere venerato . Le religioni sono la peggiore espressione del genere umano , quella cattolica è tra le più intolleranti .Quello che ha dichiarato a ridosso di un evento che vede migliaia di morti è semplicemente indecente ed orrendo .

    Se fossi stato a portata del monsignore gli avrei rifilato un calcio nel di dietro che gli avrebbe impedito di sedersi per almeno un mese .Il peccato originale è nel suo cervello e farebbe bene a rivolgersi ad un bravo psichiatra .

    ciao


  • Di (---.---.---.84) 27 marzo 2011 14:46

    Ottima esibizione di "tolleranza" di paolo (è quella cattolica a essere intollerante?) Pensare dell’uomo senza trascendenza è come metterlo tra i carciofi. Ma comunque per conoscenza il cristianesimo è l’unica verità rivelata. Attenzione a mettere in ordine le parole prima di commentare. Se si conosce bene, se non si conosce si stà zitti.

  • Di paolo (---.---.---.101) 27 marzo 2011 16:24

    Verita " rivelata" da chi ? E conoscenza di cosa ? .Qui di conoscenza non c’è proprio nulla e complimenti per l’invito alla tolleranza quando dichiari ,caro xxx.xxx.xx.84 , che quella cattolica è l’unica religione "vera" ,chissà come la prenderanno bene i seguaci di Allah , Buddha e tutti gli altri ossessi sparsi per il pianeta . Il tuo Dio è quello vero ,quello degli altri cos’è ,un surrogato ,un dio minore ,una scamorza di dio ? . Tra i carciofi ci siete già voi .L’invito al silenzio poi te lo puoi cacciare sai dove ....

    Comunque è giusto che viviate la vostra condizione mentale come meglio credete ,l’importante è che non pretendiate di decidere anche per gli altri . 
  • Di (---.---.---.250) 29 marzo 2011 22:56

    Non prendere fuoco, vedo che la tua tolleranza è ben lontana da quella che cerchi dagli altri. L’uomo è essenzialmente animato da trascendenza, non da quello che mangia e trasforma in sostanze per l’organismo. Vedo che hai confuso le parole senza leggerle in ordine come avevo suggerito. Probabilmente parli del Dio dei cristiani così come citi Allah e Buddha non conoscendo nulla dei queste religioni ma solo dalle "voci di corridoio". Ecco perché dico di parlare di ciò che si conosce........
    E non ti offendere, Ciao.

  • Di paolo (---.---.---.159) 29 marzo 2011 23:33

    Non prendo fuoco e non mi offendo ,sono nel totale controllo delle mie emozioni , come un ghiacciolo della sammontana .

    Caro amico ti scrivo ... La trascendenza è il dubbio ,il dubbio che anima la ricerca , la voglia di conoscenza , la voglia di capire come è fatto il mondo che ci circonda , quali leggi lo regolano ecc.
    Questa è la differenza tra un’uomo ed un carciofo . Il carciofo sta li’ immobile e probabilmente non va oltre la sua percezione di essere un carciofo (tanto per usare un tuo riferimento) . Chi è depositario di una verità assoluta ,indimostrata ed indimostrabile , non beneficia di un’essenza trascendentale ma è figlio di una costruzione della mente che blocca qualsiasi interesse di conoscenza e di ricerca di quella verità che lo avvicina a Dio . Chi cerca Dio non ha una verità in tasca "rivelata", ma ricerca la verità attraverso il dubbio ( più semplicemente si chiama pensiero scientifico) .
    Sto facendo filosofia di basso cabotaggio per cui ti saluto in totale amicizia e ti auguro di vivere la tua fede nel modo migliore.
  • Di (---.---.---.20) 31 marzo 2011 20:56

    Nella tua calma apparente emerge sempre il disprezzo per le persone di fede; è ovvio che non conosci il concetto di verità rivelata, ma ho sbagliato io a parlarne finendo nell’incomprensione. Caro di paolo, non puoi permetterti di stabilire due tipi di persona e dare giudizi spropositati. Nessuno si è mai permesso di dire che chi non crede non capisce, ma solo che non conosce. Ovvio parli di cose che non conosci, confondendo Buddha con un dio (minuscolo). Ti invito a riflettere per dare risposte serene e aperte non con la mente bloccata perchè non credi. NON SEI UN DIO.
    Ti saluto con amicizia, e mi scuso se ti senti offeso. Ciao.
    PS. riguardo all’articolo è controsenso parlare della Chiesa e in quello che dovrebbe fare se non si crede nella sua essenza Spirituale, è ancora parlare di quello che non si conosce.

  • Di paolo (---.---.---.162) 1 aprile 2011 00:15

    E chi si offende , nessuna offesa . La religione è una costante dell’umanità . I pellerossa d’America adoravano il " grande spirito Manitou " e gli sciamani erano il tramite con il loro dio . Lo schema è presso che identico in tutte le religioni monoteistiche . C’è un dio , un profeta e quindi una genesi e poi c’è chi detiene il codice che interpreta la volontà del dio ,nella religione cattolica il papa , la cui infallibilità è tale proprio perchè è parola di dio . Quello che mi riesce difficile da capire e che è poi quello che ho riscontrato nel tuo iniziale commento è per quale misterioso motivo la tua sia l’unica religione "vera " .

    Perchè i casi sono due : o nessuna religione e"vera " o tutte le religioni sono egualmente vere e quindi essendo la verità una sola ,sono tutte la stessa cosa .
    Basterebbe questo semplice assunto perchè l’umanità avrebbe evitato ed eviterebbe le peggiori infamità della sua storia.
    Purtroppo è proprio dall’affermazione che "soltanto" una è vera mentre le altre sono soltanto "superstizioni " ,che nascono i peggiori guai per l’umanità .
    No so se mi sono spiegato.

    ciao

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.








    Palmares