• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Attualità > Scienza e Tecnologia > Come generare password robuste e facili da ricordare

Come generare password robuste e facili da ricordare

In un precedente articolo, ho illustrato come generare password conWolframAlpha: il metodo è sicuramente poco pratico per utenti meno esperti e se, da una parte genera password robuste, dall’altra risultano essere di difficile memorizzazione.

A questo problema si potrebbe ovviare con l’utilizzo di software per la gestione delle password (come vedremo in un altro articolo), ma se invece vogliamo creare password sicure e facilmente memorizzabili, ci sono una serie di trucchi. Come già detto, anziché utilizzare nomi di persone, animali e date di nascite, si possono utilizzare come password frasi prese dalla propria canzone preferita o di una poesia, che conosciamo a memoria. Partiamo, ad esempio da:

Nelmezzodelcammin.

Una password di 17 caratteri, quindi abbastanza lunga e facile da ricordare. Però è molto debole, come possiamo verificare su questo sito. Quindi dobbiamo renderla più sicura: proviamo iniziando ogni parola con la lettera maiuscola, in modo da ottenere "NelMezzoDelCammin". La password è solo un po’ più sicura, ma siamo ancora lontani dal risultato.

Se provassimo ad aggiungere dei numeri? Presto fatto: possiamo trasformare le “o” in “0″, le “i” in “1″ e le “e” in “3″, le “a” in 4 e così via, ottenendo una serie di varianti:

nelmezz0delcamm1n
n3lm3zzodelcammin
N3lN3zz0D3lCamm1n


n3lm3zz0d3lc4mm1n

La robustezza passa da “molto debole” a “debole”. Ultimo passo per renderla più robusta è l’inserimento di caratteri speciali o di punteggiatura:

nel.mezzo.del.cammin
nelmezzo,delcammin.
nel!mezzo?del!cammin?
N3l!M3zz0?D3l!C4mm1n

Nell’ultimo esempio abbiamo generato una password molto forte, sempre secondo l’analisi del sito. Di fatto abbiamo utilizzato:

  • una password abbastanza lunga (17 caratteri)
  • lettere maiuscole e minuscole
  • numeri
  • caratteri speciali

Riassumendo: dimentichiamoci di utilizzare nomi di persona, di animali, date di nascita o qualsiasi cosa facilmente individuabile da chi vi conosce o da un estraneo. Pensiamo ad una frase che conosciamo a memoria, la nostra canzone preferita, un verso di una poesia e poi divertiamoci a complicarla un po’, con maiuscole, minuscole, numeri e punteggiatura. Avremmo così password più sicure e di facile memorizzazione.

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.








    Palmares