• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Tempo Libero > Musica e Spettacoli > Ci stanno un napoletano, un (piccolo) umbro e uno Zecchino...

Ci stanno un napoletano, un (piccolo) umbro e uno Zecchino...

Alla kermesse dell'Antoniano vince una canzone scritta da Sergio Iodice

Dopo la proclamazione non aveva capito di aver vinto. Giusto così, a 4 anni non si ha il senso della competizione. Si fa tutto per gioco, anche cantare. E trionfare allo Zecchino d'oro, come è successo a Massimo Spiccia, il bimbo di Spoleto primo classificato sul palco dell'Antoniano 2012. 

 

La storia ce la racconta l'autore del brano vincente, 'Il mio nasino'. Si chiama Sergio Iodice, è napoletano, e molti lo conosceranno come paroliere di Peppino di Capri, Fred Bongusto, Eduardo De Crescenzo. Per la prima volta si è misurato con un testo per bambini: "Molto più difficile che scrivere per i grandi: perché devi essere al tempo stesso semplice e non banale". 

La canzone, una filastrocca più che orecchiabile, era nata prima in musica, sulle note di Piero Braggi (anche lui partenopeo) che l'ha fatta sentire a Iodice. I due ci hanno lavorato qualche giorno e l'hanno iscritta allo Zecchino. Poi è arrivato Massimo: "Sembra scritta su misura per lui: un minuscolo gigante, con un naturale senso della ribalta e una faccia da schiaffi. Il risultato è che era identico al nostro brano". Così, non poteva che vincere, dopo un testa a testa con 'il quotato 'La banda sbanda', sorta di rap, carico di effetti e suoni meno tradizionali.

 

La canzone vincitrice, invece, è più nella storia dello Zecchino: scherza, con note da cantilena, sul rapporto tra un bambino e il proprio naso, fino all'inevitabile marameo finale "che è il momento che Massimo preferisce. Quando abbiamo avuto i risultati finali tutti gli facevano i complimenti. Perciò l'ho preso in braccio per festeggiare e lui mi ha spiazzato ancora, chiedendomi: 'Sergio, chi ha vinto'?", dice Iodice. E spiega i retroscena: "Il livello di serietà di questa gara è pari a quello di Sanremo: musicisti, organizzatori, conduttori e artisti hanno un grado di professionalità pazzesco. Unica differenza, dopo non ci sono strascichi e polemiche. Un'esperienza da ripetere". 
 
Per Iodice è un momento d'oro: a breve uscirà 'Opera d'arte', l'album di Toquinho in cui il paroliere napoletano ha adattato i testi originali di Antonio Skarmeta: "Per arrivare ad una versione più vicina alla sua poesia l'ho conosciuto e ne è nato un rapporto meraviglioso", conclude. L'album, la cui produzione è ancora da definire, sarà distribuito in cinquantamila copie nel 2013.

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.








    Palmares