Fermer

  • AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Attualità > Cronaca > Annozero: prove tecniche di censura

Annozero: prove tecniche di censura


Lucia Annunziata abbandona a sorpresa lo studio di Anno Zero. Un gesto personale e poco giustificabile, che offre però l’ennesima occasione per un grave assalto della politica contro la trasmissione di Santoro.

Chi ha seguito interamente Anno Zero, non può che trovare fuori luogo ed incomprensibile il coupe de theatre esibito a sorpresa da Lucia Annunziata.
Per tanti validi motivi.

Uno in particolare: fino a quel momento il dibattito in studio si era svolto su toni abbastanza accesi, come era prevedibile, ma garantendo comunque un certo equilibrio delle opinioni espresse dagli ospiti.

C’era la scrittrice israeliana Manuela Dviri, da anni impegnata per la pace tra Israele e Palestina, c’era Rula Jebreal, che rappresentava il punto di vista di chi segue le ragioni della causa palestinese, insieme al giornalista di Al Jazeera International per l’Europa Claudio Lavanga, gli ospiti in collegamento da Milano ed un altro ragazzo palestinese in studio.

Dall’altra parte, se cosi si può dire, l’analista militare Andrea Nativi, che ha continuamente difeso le ragioni dell’attacco israeliano, comprese le morti civili, Tobia Zevi, ragazzo israeliano impegnato in politica e sostenitore indefesso della pace, una ragazza israeliana che rivendicava il suo diritto di andare al centro commerciale senza farsi esplodere da un kamikaze ed un altro ragazzo con indosso la kippah, che ricordava come l’educazione dei bambini fosse un requisito essenziale per costrure le basi di un nuovo futuro.

In posizione defilata le vignette di Vauro, ardentemente filo-palestinese, e Marco Travaglio, dichiaratamente innamorato di Israele. Infine Lucia Annunziata, di cui conosciamo il punto di vista.

Adesso, chiunque può comprendere come da questo schieramento sia emerso un dibattito appassionato e ricco di spunti diversi e contrastanti, ma tutti all’insegna di un certo pluralismo.


Per cui l’uscita improvvisa di Annunziata, "da giornalista devo criticare la conduzione di questa trasmissione, al 99,9% filo-palestinese", non ha alcuna attinenza con la realtà e con quanto ascoltato fino a quel momento.

Ironia della sorte, dopo Lucia Annunziata avrebbe dovuto parlare Tobia Zevi.
Stando questi i fatti, e considerato chi ha innescato la miccia, è comprensibile la dura replica di Santoro: "Lucia forse stai acquisendo crediti per qualcuno".
Criticare Israele, o comunque non mostrarsene fedele alleato, durante un dibattito pubblico in una trasmissione televisiva italiana, può costare caro.

La faccenda si poteva chiudere qui. Un gesto personale e ingiustificato.

Leggendo però le cronache del giorno dopo si rimane impietriti: il presidente della Camera Fini, che abdica al suo tradizionale ruolo di equilibrio e definisce "indecente" il comportamento di Santoro. L’ambasciatore di Israele Gideon Meir che protesta ufficialmente per "uno spettacolo vergognoso che provoca sconcerto".

Infine l’ex piduista Fabrizio Cicchitto, capogruppo dei deputati Pdl, sorpreso "che al momento non ci sia ancora stato un atto di censura da parte dei vertici Rai".
Ancora non si è capito cosa non sia piaciuto.

Il sasso comunque è stato lanciato e presto qualcuno lo raccoglierà.

Anno Zero sta durando troppo, e le prove tecniche di censura sono solo all’inizio.

loading...

Commenti all'articolo

  • Di INDIGNATO (---.---.---.59) 16 gennaio 2009 17:10

    e ti pareva! polverone suLl’unica trasmissione non censurata dai leccaculo di israele! VERGOGNA!

    • Di (---.---.---.68) 16 gennaio 2009 17:31

      mi e’ sembrata un trasmissione equilbrata meno la povera lucia annunziata che si è dimenticata la sceneggiata von il cavegliere su rai tre. e possibile che in italia non si possa dire niente nemmeno con l’evidenza di quei bambini morti. che brutto paese

    • Di luisa (---.---.---.61) 20 gennaio 2009 15:53

      Di equilibrato in questa trasmissione non c’era assolutamente nulla, ad iniziare dal suo conduttore, persona arrogante, supponente, maleducata e chiaramente faziosa e di parte. Spettacoli del genere è difficile vederli su altri canali dei paesi della UE. E tanta di cappello per Lucia Annunziata da cui sinceramente non mi sarei aspetatta una reazione del genere che condivido in pieno. Perché sarebbe ora che in TV si finisse di offendere ed offendersi, di dire parolacce, di umiliare ecc. E poi se il ns. è un brutto Paese, se ne vada altrove! Ed a proposito di quei bambini morti..... certo dispiace. è uno strazio, ma si è mai chiesto perché non se li tengono in casa i bambini, perché non li proteggono invece di usarli come scudi umani?

  • Di Elio (---.---.---.21) 16 gennaio 2009 17:39

    Un giornalista ,che si definisce tale, dovrebbe attenersi ai fatti e non dare giudizi settari; a maggior ragione un giornalista che svolge la sua professione su una rete pubblica.
    Ieri sera abbiamo assistito ad uno spettacolo indegno, farcito da filmati palesemente costruiti ad arte facenti parte di una guerra mediatica che ha lo scopo di indirizzare l’opinione pubblica.
    A mio avviso si è cercato di strumentalizzare questa drammatica situazione di guerra alla ricerca di qualcosa che nulla ha a che fare con la ricerca della verità, della pace e della equità. 

    • Di Elia Banelli (---.---.---.59) 16 gennaio 2009 18:07
      Elia Banelli

      Avviso subito che se fosse arrivata una segnalazione di abuso al commento, è stato solo un errore di click.
      Sono d’accordo con te che un giornalista debba attenersi ai fatti e restare integro, ma sono contrario all’arbitrarietà assoluta a tutti i costi. E’ legittimo che anche chi lavori in un settore delicato come l’informazione, abbia comunque una sua dimensione umana fatta di idee, pensieri ed opinioni personali.
      L’importante è dare la parola a tutti.
      Come è stato fatto ieri.
      Non capisco come si possono definire "palesemente costruiti ad arte" filmati che non sono neanche stati realizzati da una trupe di Anno Zero. O sono sotto accusa gli spezzoni del film "Valzer con Bashir" che tra l’altro era riferito alla tragedia di Sabra e Chatila?
      In quello studio chiunque ha avuto la possibilià di dire la sua.
      Addirittura, se vuoi un parere peronale, dopo la trasmissione di ieri mi sono sentito più vicino ad Israele di prima, sentendo anche le opinioni di chi la difendeva attaccando Hamas e ricordando l’incapacità e la corruzione di molti governanti arabi.
      Se poi gli italiani non devono vedere quelle scene di violenza perchè "inquinano" certe campagne d’immagine allora è un altro discorso.


    • Di Elio (---.---.---.67) 16 gennaio 2009 20:56

      Rispetto il tuo pensiero,ma devi convenire che i filmati sono stati diretti e costruiti da una persona di parte; ti sembra una cosa verosimile, la prassi comune , come è emerso dai vari servizi, il riunire 30,40 o 50 persone tra cui donne e bambini in alcuni edifici per poi bombardarli con missili?
      Ti ricordo che la guerra mediatica usa gli strumenti che più fanno presa sulle persone, indipendentemente dalla vericidità dei fatti descritti e pertanto bisogna essere più neutrali e realisti senza avere dei preconcetti che fanno intravedere una verità annebbiata.
      Ti ricordo i dogmi politici che sono stati propinati ad intere generazioni che poi si sono rivelati falsi e contrari agli interessi della povera gente, pertanto ti invito a riflettere e a rimettere la palla al centro per favorire, nel nostro piccolo, un dialogo più costruttivo. 

    • Di Fabio Barbera (---.---.---.145) 17 gennaio 2009 08:36

      Elio cosa ti rode? Penso che chi pensa che AnnoZero sia fazioso, di parte e che non rispetti le regole deontologiche debba semplicemente smettere di guardarlo e rivolgersi a quei lidi invece "onesti" e "giornalistici" come Studio Aperto, il TG4, il TG1... lì troverà esempi di grande giornalismo e soprattutto di spirito di abnegazione al potente di turno (che piace).

      Per quanto riguarda la "guerra mediatica" mi piace ogni tanto ricordare quell’editore (alto tre mele o poco più) che un giorno spuntò in tv a reti unificate a dire "scendo in campo" e da quel giorno non uscì più e non c’è verso di liberarcene! Neanche l’età ci può (visto che campano più di 90 anni - come andreotti - e non vanno in pensione).

      Io continuo a seguire AnnoZero che dalla sua parte ha milioni di persone a seguirlo e argomentazioni forti, intelligenti e ben realizzate, grazie ad un team redazionale di tutto rispetto, figlio di grandi maestri come Biagi e Montanelli.

      Saluti

      Fabio

    • Di Elio (---.---.---.101) 17 gennaio 2009 12:23

      Fabio,nulla mi rode,credo di essere abbastanza obbiettivo e senza preconcetti di sorta; mi sono limitato a constatare l’uso improprio e unilaterale che il Sig. Santoro ha fatto del programma messogli a disposizione dal servizio televisivo pubblico, che sarebbe stato inaccettabile anche se fsse stato prodotto da Hamas.
      Non stiamo disquisendo del ruolo del Sig. Berlusconi che senz’altro ha più di una anomalia, o di qualche suo giornalista dipendente( ve ne sono anche di ottimi che lavorano in modo indipendente), questa è un’altra storia,ma stiamo parlando , oltre che del servizio predetto, della feroce violenza verbale che il conduttore ha usato nei confronti della Sig.ra Annunziata( dandogli senza alcun motivo della venduta) solo perchè la stessa aveva rilevato la non imparzialità della trasmissione. Andasse il Sig. Santoro in una testata giornalistica smaccatamente schierata e vivesse di quello, visti i milioni di estimatori che tu dici.
      Vorrei esprimere alla Sig.ra Annunziata tutta la mia solidarietà , per il coraggio avuto ,come grande giornalista e come persona , in considerazione del contesto della trasmissione.
      Un saluto. 

    • Di Fabio (---.---.---.167) 22 gennaio 2009 09:39

      Mi sembra, caro Elio,che le persone come te,e ne conosco molte,vogliano portare qualsiasi discussione all’imparzialità,quando invece sanno che nella vita non esiste l’imparzialità.
      Il fatto che tu denunci ,come al solito è un’estrapolazione pilotata dal contesto di un programma che si è svolto in modo ben diverso,dove alcune voci pro Israele non si sono presentate, nonostante la loro preventiva adesione e dove comunque il dibattito si è svolto in contraddittorio anche se non si può nascondere la parzialità filopalestinese del conduttore,che comunqua ha tutto il diritto di avere , viste le atrocità perpetrate dal popolo israeliano nel tempo.
      Non nascondiamoci dietro la fantomatica necessità di imparzialità del servizio pubblico.
      Persone come te vogliono l’imparzialità legata alle proprie idee,se le idee sono diverse allora si sfocia nel settarismo.
      In una democrazia tutti hanno la facoltà di esprimere le proprie opinioni e se non ti va di vedere Anno Zero cambia canale e sintonizzati su altre trasmissioni e altri condutori che la pensano come te ( ci sono alcuni programmi interessanti su Telenova),tanto lo sapevi che Santoro la pensava in questo modo. 

    • Di Elio (---.---.---.111) 22 gennaio 2009 17:40

      Fabio, i tuoi pensieri non portano da nessuna parte, sono il frutto di una demagogia che prende spunto da una vecchia politica unilaterale,sorda, fallimentare ed antistorica.
      Mi compiaccio del fatto che hai conosciuto molte persone che la pensano come me,pensa se fosse il contrario. 

    • Di Pier (---.---.---.233) 22 gennaio 2009 20:30

      Egregio signor Fabio vivissimi complimenti per l’arguzia, lei appartiene al partito "Rivogliamo la Siberia"?
      Per favore la smetta di sparare c............te. 

    • Di Fabio (---.---.---.167) 23 gennaio 2009 00:18

      Io invece mi dolgo di aver conosciuto persone come te, che accusi di demagogia gli altri,ma ne elargisci a piene mani.
      La tua chiusura mentale nei confronti di cose che fai fatica a capire è simile a quello che storicamente ha portato la società nei baratri più neri del totalitarismo e della catastrofe.
      Ritengo non si possa nemmeno discutere con una persona che pretende di comprendere le mie idee politiche,le giudica fallimentari e sorde,permettendosi di giudicare il lavoro di altri con l’arroganza con cui tu ti sei espresso.
      Ti ricordo che persone che la pensano come te,hanno allontanato dal servizio pubblico un’uomo come Enzo Biagi tacciandolo per servo di uno schieramento politico soltanto perchè si permetteva di dissentire dal pensiero del padrone.
      Cerca di riconquistare il gusto per la Libertà ,con la L maiuscola, quella libertà che permette alle persone di esprimere le proprie idee anche su un servizio pubblico come la RAI e che oggi in Italia sembra un tantino latitante. Ti ripeto comunque che se non vuoi vedere Annozero puoi guardare qualcosa d’altro,ma non insultare l’intelligenza delle persone.

    • Di Fabio (---.---.---.167) 23 gennaio 2009 00:26

      Mai voluto la Siberia,sembre piuttosto dalla Sua risposta che Lei appartenga a quel genere di persone che preferiscono insultare invece di discutere
      Ho conosciuto molte di queste persone una volta si chiamavano f......i,ora siedono in parlamento annidati in uno dei due schierament politici;indovini a quale mi riferisco.

  • Di (---.---.---.107) 16 gennaio 2009 17:43

    Non si tratta di leccaculi,il tema della trasmissione è delicato e molto importante e Santoro non può portare il tutto prò - Palestina. Giustamente non si può essere morbidi con dei terrosisti. Non sono gli Israeliani che uccidono i civili , ma i terroristi che si riparano tra i civili. I palestinesi non vogliono la guerra.Questo il mio pensiero. Solidarietà alla sig.ra Lucia Annunziata. 

    • Di pint74 (---.---.---.205) 16 gennaio 2009 19:27
      pint74

      I terroristi possono pure nascondersi fra i palestinesi ma questo non giustifica i bombardamenti su ospedali e sedi ONU.C’è una convenzione da rispettare in caso di guerra.
      Permettendo tali atti criminali si giustifica un bombardamento a tappeto di tutte le strutture come si faceva nella seconda guerra mondiale.
      Che cosa avrebbero dovuto dire i nazzisti?
      Abbiamo raso al suolo Londra perchè fra la popolazione c’erano soldati inglesi?
      Questo sarebbe un ritorno alle barbarie pre civiltà.
      Alla faccia dell’evoluzione umana e del concetto di non violenza.

    • Di Cassandra (---.---.---.248) 20 gennaio 2009 02:43

      Che squallore nel tuo cuore morto. Spero che un terrorista dei NAR si nasconda nel tuo sgabuzzino delle scope e che tu, la tua collezione di best sellers di Bruno Vespa e l’accento che metti su "pro" siate -secondo tua logica- spazzati via per lasciare un mondo un po’ piú decente.

  • Di fms (---.---.---.237) 16 gennaio 2009 17:45

     Cicchitto "Ex" piduista? Ex?

    • Di azzurra miller (---.---.---.253) 16 gennaio 2009 18:45

       Cicchito e company farebbero meglio a tacere
      invece di governare, voti presi in parte con il metodo P2, in parte "vedere Ariosto"
      dovrebbero imbarcarsi e andare definitivamente a godersi i loro soldi altrove
      biglietto solo andata
      sono la vergogna del paese all’estero
      ma sapesse l’estero come stanno le cose qui.. 

  • Di paolo (---.---.---.106) 16 gennaio 2009 17:49

    dopo che per la prima volta qualcuno ha avuto il coraggio di far aprire gli occhi alla massa tenuta sotto ipnosi,era normale che si sarebbe alzato un gran polverone dei soliti servi del potere e delle lobby ,grazie Santoro per il tuo coraggio ,

  • Di Damiano Gargiuso (---.---.---.232) 16 gennaio 2009 18:18

     Elia..ma facci il piacere!

  • Di azzurra miller (---.---.---.253) 16 gennaio 2009 18:40

     nessuno deve censurare niente
    ognuno deve aver diritto di dire ciò che pensa 
    unica cosa: se ne deve prendere le responsabilità 
    azzurra miller

  • Di mariuccia (---.---.---.74) 16 gennaio 2009 18:40

    Il conflitto non è tra israeliani e palestinesi. Ma tra Israeliani e Hamas.
    Quando Hamas ha massacrato a Gaza centinaia di palestinesi Santoro non li ha difesi.
    I palestinesi vivono in territori occupati.
    I terroristi di Hamas vivono in un territorio occupato solo da loro.
    Santoro viene accusato ingiutamente: chiawramente lui ce l’ha con israeliti e se ne frega dei palestinesi.


    • Di (---.---.---.244) 16 gennaio 2009 21:24

       Ma come fai a dire che il conflitto non è tra israele e i palestinesi, ma solo con Hamas. Questa è un’opinione sganciata dai fatti. I fatti dicono che ci sono almeno 700 morti civili palestinesi. Quindi Israele è in guerra con i palestinesi. Dal momento che interrompe spesso e volentieri i soccorsi umanitari Israele è in guerra soprattutto con i palestinesi feriti. 
      Immagino che i palestinesi tutti (e non solo Hamas) si ricorderanno in futuro chi ha ucciso qualche loro parente, o chi ha impedito le cure a qualche parente ancora in vita, e, in virtù proprio dei ritardi medici, poi deceduto. 
      Si ricorderanno, e giustamente si vendicheranno. E il modo più semplice per vendicarsi, in quella terra, è sparare razzi. Perchè la democrazia, lì, non è rispettata. La democrazia ha fatto sì che Hamas vincesse le elezioni. E Israele, oggi, vuole uccidere rappresentanti del governo in Palestina.

      Se Santoro non se ne fregasse dei palestinesi, perchè ce l’avrebbe con Israele? A prescindere?
      Ma questa è un’altra opinione. 

    • Di Antonio (---.---.---.244) 16 gennaio 2009 21:26

       dimenticavo, l’anonimo sono io. 

    • Di (---.---.---.78) 17 gennaio 2009 20:16

      quoto in pieno..
      Anche perchè non comprendo, non avendone peraltro mai sentite di serie, le proposte alternative.
      Lo stare lì ad aspettare che i razzi ti caschino in testa è forse un’alternativa ? magari gli mettiamo pure il tappeto rosso..
      Boh..io proporrei al sig. Santoro, o altri benpensanti, un bel soggorno in stile reality in qualche cittadina di confine israeliana, di un anno o due, in cui ci racconti in tempo reale, con una striscia quotidiana, come si vive.

  • Di (---.---.---.138) 16 gennaio 2009 18:49

    Che delusione Lucia Annunziata..... poteva risparmiarsi la sceneggiata...

  • Di Rocco Pellegrini (---.---.---.2) 16 gennaio 2009 19:16
    Rocco Pellegrini

    Santoro è e rimane un imbonitore da quattro soldi.
    Lucia Annunziata ha fatto benissimo a fare quello che ha fatto.
    La decenza è stata violentata in un dibattito a senso unico che sembra concordato con Hamas.
    Complimenti a tutti i sostenitori di questo brutto personaggio.
    Bisogna usare la tv in modo responsabile e non con faziosità ed arroganza, sbilanciato da un parte sola, soprattutto quando le cose sono difficile e complese come questa tragica storia.
    Addirittura Tavaglio si è sentito in difficoltà ed ha preso la distanza da un simile ambientino....

    • Di Roberta (---.---.---.60) 16 gennaio 2009 20:54

       Gentile Rocco Pellegrini, ti prego, non parlare di tv responsabile, senza faziosità e arroganza. di decenza violentata, di sensi unici, sbilanciati da una parte sola... non esiste nulla del genere nelle tv ufficiali, mediaset in testa,e la rai è sempre stato solo un carrozzone del potere politico, Nessuno ha mai voluto veramente cambiare le cose. In questo senso, la sopravvivenza di Michele Santoro e di Anno Zero è propaganda per far credere al popolo italiano che ancora esiste un pluralismo... non esiste da molto molto tempo, se mai è esistito. Le reti tv sono saldamente in mano a chi ha lavorato con questo scopo da circa vent’anni. Michele Santoro può essere una persona sgradevole, ma ha mandato in onda immagini che altri non hanno mandato (in Italia, all’estero sì). E non è un’invenzione di Anno Zero la sistematica violazione da parte di Israele dei diritti umani. Io sono europea. Non taglio la testa in diretta agli esseri umani, non mi faccio esplodere uccidendo me stessa e altri esseri umani e non bombardo esseri umani. Con stima e rispetto Roberta. 

    • Di Rocco Pellegrini (---.---.---.2) 16 gennaio 2009 22:05
      Rocco Pellegrini

      gentile signora mi creda quello che dispiace a lei dispiace anche a me.
      Il mio dolore è immenso quando vedo quello che ho visto ieri sera; io seguo anche le tv arabe come faccio ogni giorno.
      Mi informo per quanto posso utilizzando la rete e considero la tv un canale d’informazione la cui influenza diminuisce nel tempo.
      In Italia il pluralismo, mi dispiace che lei la veda diversamente, esiste e come nei limiti delle scelte che fanno i cittadini elettori.
      Chiunque può presentarsi alle elezioni e, come dimostra da ultima l’esperienza della Lega ad esempio, se ha qualcosa da dire che interessa una massa sufficente di persone raggiunge il parlamento e conta nel paese.
      Se non prende voti allora è meglio che stia al palo perchè questa è legge della democrazia.
      Quanto all’argomento che stiamo discutendo il punto è che Santoro è una sorte di prete "rosso", lo metto tra virgoletto perchè adesso mi sembra un prete "verde" ma sempre un prete che si arroga il diritto non di informare la gente perchè si formi un’opinione ma di conquistarla attraverso l’uso spregiudicato e manipolatorio di qualsiasi immagine emotiva per raggiungere il punto che lui ritiene importante.
      Mi creda è un demagogo da 4 soldi e stargli dietro è un torto all’intelligenza di chi lo fa.

    • Di Fabio Barbera (---.---.---.145) 17 gennaio 2009 08:43

      Usare la tv in modo responsabile significa fare come Mattino5 che mette quattro opinionisti di giornali di destra in una sola puntata, uno dietro l’altro a fare propaganda? O Porta a Porta che fa 30 puntate sulla franzoni? Guarda che AnnoZero a confronto è un’isola felice del giornalismo e lo dimostra il fatto che ci lavorano parecchio, non sono puntate riciclabili, registrate o "usa e getta" come quelle di Matrix.

      E comunque rappresentano un’altra voce, anche opposta-differente ma comunque un’altra voce. L’allenamento al regime che stiamo subendo in questo decennio ci ha insegnato ad odiare le voci scomode e citiche e ad amare quelle che diffondono (falsa) armonia o tesi filo-governative. Un po’ come succedeva con i dispacci radiofonici ai tempi di Mussolini!

    • Di virginia (---.---.---.96) 17 gennaio 2009 09:50

      Ieri sera mi sono guardata la trasmissione fino all’uscita di scena di Annunziata. A quel punto mi sono sentita, da giornalista, solidale al 100% con lei ed ho lasciato anch’io. Ero davvero disgustata per come il conduttore Santoro ( che mi appare sempre più come un domatore-imbonitore, una specie di Zampanò alla "pummarola" ) ha inteso fare una trasmissione su Gaza e la Palestina.
      Ma è giornalismo questo? A me è apparso più una trasmissione "delle lacrime" ,peggio, molto peggio di quelle della Carrà o della De Filippi. E infatti la Jebreal si asciugava le lacrime e gli altri presenti non sapevano se piangere o andarsene.
      Si, perché chi da casa e in studio avrebbe voluto farsi un’idea più chiara, più vicina alla realtà, del conflitto, beh, ieri sera è uscito soltanto incazzato.
      Come si fa, caro Santono, affidare ai farneticanti discorsi di due ragazze invasate, la spiegazione del perché del massacro? E dove sta la pietà, come vorrebbe la deontologia professionale, verso una bimba che a malapena riesce a respirare ( ha una ferita alla testa, ci hanno spiegato) a pronunciare una sillaba e invece la si continua a interrogare? Il padre ha permesso che la si riprendesse, che un giornalista la interrogasse, certo Santoro ha soltanto mandato in onda. Ma di fronte a tanta violenza, lui, il Santoro-guru avrebbe dovuto rinunciare allo scoop.
      Santoro si è comportato come quel tale che per farti capire una situazione, ti sferra un pugno in faccia
      Più ignobile di così c’è soltanto Annozero.
      Ma per favore, signori della Rai, non poniate fine alla trasmissione. Santoro diventerebbe un martire, un santino da incorniciare.Non fate questo errore!

    • Di Fabio Barbera (---.---.---.145) 17 gennaio 2009 10:00

      M sento all’asilo!

      Farò di tutto per non diventare un giornalista che si "disgusta". Povera Italia!

    • Di nforcheri (---.---.---.13) 17 gennaio 2009 12:41

      APPUNTO QUEL CHE FA PIANGERE E’ CHE ANNOZERO SIA CONSIDERATA UN’ISOLA FELICE QUANDO NON HANNO PRESENTATO I FATTI NEI LORO NESSI CAUSALI E CRONOLOGICI; nessuno lo fa spiccherebbe troppo il torto marcio di Israele e ieri si è visto chiaramente quanto è schierata la televisione il governo e i massoni PROISRAELE a tal punto che diventa propagandistico mostrare i bambini morti. QUANDO QUESTI BAMBINI MORTI CI SONO E ANCHE TANTI CIVILI O I FERITI NON SOCCORSI PERCHE I MEDICI E INFERMIERI PRESI DI MIRA O IL FOSFORO BIANCO

      Non sia mai un bambino israeliano vale 100 bambini palestinesi, NEI FATTI,e questi sono i fatti, il RESTO E PROCESSO ALLE INTENZIONI, e FARE UNA GUERRA PER PROCESSO ALLE INTENZIONI, non vi è niente di piu criminale perché si arriverebbe a estremi come: PERCHé NON BUTTARE UNA BELLA BOMBA NUCLEARE SUGLI IRACHENI E GLI AFHANI CHE "odiano" GLI AMERICANI E "VORREBBERO" DISTRUGGERLI TUTTI?

      ho sentito israeliani giustificare la guerra appunto perché quei terroristi "vorrebbero ucciderli tutti": SENZA MA CHIEDERSI CHE COSA ALIMENTA QUELLA RABBIA E ASCOLTARLA, è l’unico modo di attenuarla e dsinnescarla

      Questo è un attacco sulle presunte intenzioni e dichiarazioni di un gruppo costretto al terrorism dal non riconoscimento di democratiche elezioni,

      RICRDO IN QUESTA SEDE CHE IL MANIFESTO ELETTORALA DI HAMAS AVEVA TOLTO LA CLAUSOLA DELLA DISTRUZIONE DI ISRAELE E NON RICONOSCIMENTO E CHE CONTEMPLAVA PACE IN CAMBIO DI TERRA

      NESSUNO MAI PARLA DEI FURTI DI TERRA DI ACQUA AI DANNI DEI PALESTINESI
      E QUANDO LE DUE RAGAZZE HANNO INIZIATO A URLARE L’ANNUNZIATA HA FATTO UNA VERA E PROPRIA CENSURA, PERCHE IO COME TUTTI QUANTI AVREMMO VOLUTO SAPERE COME SONO ANDATE VERAMENTE LE COSE.
      LA PALESTINESE PARLAVA DI CHIAVI DI CASE ANCORA NELLE MANI DI PALESTINESI SFOLLATI LE CUI CASE SONO STATE OCCUPATE

      NON ANDAVA APPROFONDITO QUESTO ARGOMENTO? CON LA RAGAZZINA ISRAELIANA CHE HA URLATO COME UNA ISTERICA NON è VERO NON è VERO

      RACCONTARE I FATTI SAREBBE STATO DESCRIVERE QUEGLI ABUSI E QUESTO ALLA TELEVISIONE ITALIANA NON SI PUO
      PERCHE QUESTO è UN REGIME IN CUI L’ELEMENTO SIONISTA è PREPONDERANTE
      CORPORSIONISMO CHE FA UNA GUERRA PER RUBARE AI PALESTINESI I GIACIMENTI DI GAS AL LARGO DI GAZA CHE IN VIRTU DEL DIRITTO INTERNAIZONALE APPARTENGONO AI PALESTINESI
      www.mercatoliberotestimonianze.blogspot.com/2009/01/gaz-gaza.html
      nicoletta forcheri

    • Di Elia Banelli (---.---.---.235) 17 gennaio 2009 13:27

      Cara Virginia guarda che le immagini dell’intervista alla bambina, struggenti e drammatiche, non sono state riprese dalle troupe di Santoro ma da giornalisti che lavorano in campo internazionale.
      Spettiamola per favore di ribaltare la realtà. Santoro doveva censurarle? Certe cose in tivù non si possono vedere? Dobbiamo parlare di guerra ma senza le immagini orribili della guerra?
      Preferiamo consolarci con il conto dei numeri senza un minimo di riscontro con le emozioni, il dolore, la morte?
      Come si fà a dire che la trasmissione era sbilanciata "al 99,9%" quando, come scritto nell’articolo, gli ospiti erano ben schierati da una parte e dall’altra, e sono stati lanciati numerosi messaggi di pace.
      Come si possono paragonare le lacrime spontanee della Jebreal con i programmi osceni e costruiti del duo Carrà-De Filippi?
      Secondo me stiamo proprio perdendeo il senso della misura.

    • Di Elia Banelli (---.---.---.235) 17 gennaio 2009 13:30

      Non so se avete seguito per intero la trasmissione, ma come scritto nell’articolo c’era una vasta pluralità di ospiti e di opinioni, e sono stati lanciati numerosi messaggi di pace.
      E’ ridicolo afermare che "il 99,9% della trasmissione è stata pro-Palestina, come ha fatto l’Annunziata.
      Un dettaglio finale: Travaglio non ha preso le distanze perchè "c’era un simile ambientino" ma perchè è sempre stato dichiaratamente filo-israeliano. Un’altra voce in più nel pluralismo della serata.

  • Di (---.---.---.85) 16 gennaio 2009 19:37

    Quello che maggiormente da fastidio in questa polemica creata ad arte, è la falsa coscienza e l’ipocrisia di noi occidentali. La cosidetta doppia verità per cui se espressa dalla maggioranza dei nostri media, è onesta e obiettiva se invece proviene dal campo avverso allora è falsa e non "democratica".L’Italia poi in tutto ciò fa una figura a dir poco squallida con il paradosso degli israeliani difesi dalla destra ex fascista. Ma sopratutto fa rabbia e indigna l’atteggiamento di tanti di religione ebraica che davanti ad ogni critica anche se giusta verso la politica israeliana, tirano fuori sempre l’antisemitismo come se noi dovessimo sempre sentirci in colpa per quello successo durante il nazismo. Bisogna avere il coraggio di dire le cose come stanno: Israele sta attuando da anni con l’appoggio determinante degli Stati Uniti una politica di repressione ed espulsione dei palestinesi da quelle zone.Chiamarla fascista da fastidio? Dategli un altro significato se vi calma le coscienze e vi farà sentire più democratici ma il concetto di fondo non cambia.Per quanto poi riguarda Hamas molti dimenticano di dire che ha vinto democraticamente le elezioni ma siccome non contano nulla a livello politico ed economico allora sono terroristi. Dopotutto ogni impero e la storia insegna, stabilisce le regole della democrazia; lo facevano i romani già 2000 anni fa. Per quanto riguarda l’Annunziata e il suo presunto concetto di democrazia, basti solo questa frase da lei pronunciata ad anno zero a definire il personaggio: i giornalisti sono gli unici che possono orientare l’opinione pubblica.

    • Di Kocis (---.---.---.130) 16 gennaio 2009 19:46
      Un vivo ringraziamento a Santoro  e alla sua trasmissione “anno zero” che hanno messo a nudo tutte le italiche “anime belle”.
       
      Finalmente in Italia anche i bambini, che ancora non sanno inserirsi sulle Tv estere satellitari ( uffa……troppi bottoni da premere) per gustarsi in diretta gli orrori provocati dagli adulti, hanno potuto vedere come sono “ trattati” i loro coetanei di GAZA dai governanti di Istraele. 
      Altro che le…favole della bella addormentata nel bosco e dei nanetti…..portati dalla befana.. Addormentate, si! Per sempre, però!
      Bene, molto bene, Cominciano ad imparare, in presa diretta, i “guai della vita”, il sapore della libertà, e, quindi, cos’è il valore fondamentale della non censura.
      Certo, giustamente ed umanamente, la vista del sangue fa spavento. Poi, se si metti anche le membra infantili squartate, anche con il contributo delle “ deliziose bianche polveri”, buttate dall’altro dagli aerei e spari dal vento, la paura fa 90.
      Sonni agitati, in molte case, la scorsa notte.
      Chissà quanti sciacquoni in opera!
      Camomille a go-gò, e vivi ringraziamenti ai santi ( specie il barbuto nostro famoso nazionale) per avere la fortuna di essere lontani….dai rombi…..dei motori devastatori e degli assassini cannoni.
      Scandalo, orrore e oltraggio al pudore, gridano tutte le “anime belle”, i cultori del gossip e i razzisti nostrani. Quelli che, giusto tanto per favorire, presentano continuo conto agli immigrati per i loro lauti banchetti, e vorrebbero fare “festa tricolore”, mettendo assieme ( si veda la nuova proposta di legge), spalla a spalla e mano nella mano, i torturati e gli assassinati di “quei bei tempi antichi”, con gli aguzzini, quelli del tic del braccio teso.
      La morte in diretta?
      Perbacco, non sia mai nel paese dei balocchi……e dei confetti famosi in tutto il mondo.
      Ma, come! Davanti ai nostri giovani figli che, con tanta fatica, sono stati fatti crescere con le dolci merende racchiuse nella plastica e con le visioni delle pale dei mulini che accompagnano il suono degli uggelli?
      Tutte quelle ( le anime belle) cresciute in “sonno”, tra candidi cuscini, lussi di Tv propagandatici, conti in banca e facili ed edulcorate carriere politiche assicurate ed ereditate dagli antichi e nuovi liberi “ventenni”.
      Ora sbraitano…..hanno rotto l’aulico italico incanto.
      E, poi, a dibattere, Loro, gli esperti, in affari interni ed esterni, specie quelli in auge in governo, non c’erano. Sono stati tenuti fuori dalla porta. Hanno chiamato il volgo popolo.
      ………Sapesse “contessa”, che orrore e scandalo!
      Stupisce, alfine, la direttrice, che al fine ha potuto rendere pan per focaccia …..era proprio da tempo che la teneva in serbo.
      Finalmente! Dopo essere stata lasciata impalata in sedia da Quello lì, anche lei ha reso la pariglia.
      La direttrice, anche se ormai ex - da tempo -, pensa sempre di comandare, anche non avendo più lo scettro.
       
      Che bello, però!
      Mentre i bimbi di GAZA sono maciullati dalle “eroiche” truppe, qui, non avendo meglio da fare, si azzannano sullo scarno e ormai spolpato osso…..rimasto.
       
       
       
    • Di Rocco Pellegrini (---.---.---.2) 16 gennaio 2009 20:00
      Rocco Pellegrini

      ma che vuol dire che Hamas ha vinto democraticamente le elezioni?
      Anche Hitler vinse democraticamente le elezioni. Ciò non toglie che fu un bel furfante come sono furfanti e terroristi quelli di Hamas. E bada bene che non la pensano così soltanto gli ebrei ma la grandissima maggioranza della comunità internazionale, la maggioranza dei paesi arabi e quasi tutto il parlamento italiano.
      Vorrei ricordarti che la posizione di Dalema nel PD è fortemente minoritaria.
      Dunque di cosa si parla?
      Non c’è nessuna ipocrisia sopratutto di fronte a tanto dolore tragedia. Infine ricordati che gli ebrei, in quanto tali, in Italia saranno si e no 100.000 persone e dunque dove sta tutta sta gente?
      Chi scrive non è ebreo, non ha parenti ebrei ed appartien ad una famiglia cristiana di origine.

    • Di Antonio (---.---.---.244) 16 gennaio 2009 21:38

      Certamente, anche Hitler ha vinto le elezioni. Hai ragione. 
      E quindi, che ne deduci? che il popolo tedesco non avrebbe dovuto diritto di voto, cioè di espressione, perchè non in grado di votare bene? (tra l’altro col senno di poi..). Se la pensi così, dovresti spiegare cosa significa votare bene. Se un popolo ha solo il diritto di votare per qualcuno, ma non per qualcun altro, beh, allora questa democrazia assomiglia ad una semi democrazia, in cui si vota una lista di persone scelte da un organismo superiore (vedi il Partito comunista cinese, o le ultime elezioni in italia). 

      io invece deduco semplicemente che la democrazia rappresentativa è migliore dell’aristocrazia, o dell’oligarchia. Ma ha alcuni limiti, tra cui la creazione organizzata del consenso, fenomeno grazie al quale i poteri forti mediatici dirigono l’opinione pubblica.
      In Italia i poteri mediatici sono un tutt’uno con i poteri economici: non per niente berlusconi è presidente. 
      In Palestina ciò che dirige l’opinione pubblica non è la tv, ma i morti ammazzati dall’artiglieria israeliana. Un parente, o un vicino di casa morto spostano l’opinione pubblica molto più velocemente e radicalmente di un programma televisivo. Hamas è in grado di incanalare l’opinione pubblica palestinese. E di questo, ancora, è colpevole Israele. 

    • Di Rocco Pellegrini (---.---.---.2) 16 gennaio 2009 21:54
      Rocco Pellegrini

      sono d’accordo che la democrazia è la forma migliore per l’espressione di un popolo. Ma come il popolo tedesco pagò un drammatico tributo alla scelta folle di scegliere Hitler così i palestinesi stanno pagando la tragedia di aver scelto i terroristi di Hamas come loro leadership.
      Terroristi crudeli, completamente dimentichi degli interessi della loro gente guidati da un prete folle che vive a Damasco e che pontifica sul sangue della sua gente, pieno com’è di integralismo e di disprezzo per la vita altrui.
      Vede il sangue scorrere ma deve tenere il punto il codardo, deve continuare a sparare i suoi razzetti tanto inutili quanto provocatori ed infami.
      La storia non è un pranzo di gala e le scelte che si fanno si pagano.
      Se oggi Israele può fare quel che fa senza che la comunità internazionale prenda risolutamente le sue distanze dipende proprio dalla follia di essersi i palestinesi messi con un gruppo di fanatici che cacciano le donne dalla scuole, che imnpongono la sharia a chi non è mussulmano, che esaltano il suicido contro vittime innocenti ed altre amenità del genere.
      Quanto all’Italia mi dispiace per te ma sono elezioni democratiche perchè nessuno costringe nessuno questo in paese, come vedi da questo sito neanche gli amici dei terroristi e dei nemici della libertà.

    • Di Antonio (---.---.---.244) 16 gennaio 2009 23:28

       In Italia abbiamo avuto il diritto (e non l’obbligo, come giustamente puntualizzi) di votare per qualcuno non scelto da noi, cioè scelto da qualcun altro (liste bloccate). E senza il vincolo del 50 % (come per i referendum). Quindi abbiamo avuto come unica alternativa all’astensionismo questo tipo di votazione. Per tutti coloro la cui coscienza vieta l’astensionismo, l’unica alternativa diventa, appunto, un obbligo. 

      Inoltre non posso accettare la tua spiegazione sull’ignavia della Comunità internazionale. Se questa non prende le distanze da Israele, non è perchè prende le distanze da Hamas.
      E’ come dire che a chi non piace aprire l’ombrello quando piove, piace bagnarsi. 
      In realtà, potrebbe semplicememte usare un kway, o tuta antipioggia.
      O meglio, è come dire che chi ammette ufficialmente di detestare gli animali, sia costretto a dirsi carnivoro. Potrebbe benissimo essere vegetariano, e avere rispetto per la vita degli animali, ma non sopportarli.
      Ho reso l’idea? 

    • Di Antonio (---.---.---.244) 16 gennaio 2009 23:38

       Un’altra cosa. Non dire assurdità come il fatto che i palestinesi di Hamas impongono il velo alle donne, o rifiutino l’idea di vederle istruite. O addirittura che impongono la sharia a chi non è musulmano.
      sono cretinate che non ti si addicono, dal momento che, da quanto vedo, sei in grado di articolare un ragionamento di un certo livello anche senza dover ricorrere a questi mezzucci retorici (questi sì, da semplicistica creazione di consenso). 

      sai perchè hanno inventato i razzi? per colpire i nemici al di là di ostacoli fisici insormontabili. 
      E’ lo stesso motivo per cui i kamikaze sono diventati armi, strumenti di offesa. Arrivano vicino, dove nessuno può arrivare con un arma visibile. 
      I razzi servono a chi non ha gli arei (palestinesi contro israeliani). 
      i kamikaze servono a chi non ha carri armati (ancora, palestinesi contro israeliani). 

      Non c’è un valore diverso dato alla vita umana, da parte degli uni o degli altri. 
      semplicemente, ogni limite ha una pazienza. 

    • Di Rocco Pellegrini (---.---.---.2) 16 gennaio 2009 23:42

      No scusa ma non ho proprio capito la tua similitudine.

    • Di Rocco Pellegrini (---.---.---.2) 16 gennaio 2009 23:49

      di assurdità ne hai dette tante che neghi anche che siano dei fondamentalisti e che impongono la sharia.
      Rula Gebreal che è palistenese-israeliana ha detto ieri sera che lei sotto Hamas non potrebbe vivere.
      Perchè li chiami mezzucci? Perchè ti copri gli occhi? Hai bisogno di nasconderti le cose?
      L’integralismo islamico esiste, è reale e sei tu che ti chiudi gli occhi per non vedere la realtà delle cose.


    • Di Antonio (---.---.---.244) 17 gennaio 2009 15:33
      Io mi rifaccio a quanto dichiarato dalla stessa Hamas, subito dopo la formazione del governo. Ti parlo di febbraio 2006, se non ricordo male. Loro intenzione era creare un governo civile, e non religioso, senza differenziare tra cristiani e musulmani - a loro dire accomunati dalla resistenza ad israele. 
      Al momento Hamas non ha proclamato lo Stato islamico a Gaza. Che esistano nel mondo arabo situazioni del genere è indicutibile. Ma, ripeto, questo non è quello che succede a gaza.
      Il mondo arabo è ampiamente variegato al suo interno - il marocco, o la Tunisia non sono il Qatar, per intenderci. 
      La Sharia è alla base di molte consuetudini - codificate o no che siano - del mondo arabo. Ma essa è considerata, nella sua applicazione, in modo diverso. 

      E comunque, vale quello che ho detto sopra. Se Hamas intercetta l’opinione pubblica palestinese, non è tanto perchè è un movimento religioso, ma perchè è un movimento politico di resistenza attiva ad Israele. E, la cosa può piacere o non piacere, Israele è colpevole di ciò. 

      Detto questo, il mio modo di scrivere può sembrare categorico. Ma non lo sono, credimi. 

      Il concetto che volevo esprimere con la similutine, più su, è questo. Tu dici che se Israele fa quello che vuole senza che la comunità internazionale faccia nulla (es. l’Onu) è perchè Gaza ha scelto Hamas. Io dico che pensare che l’Onu appoggi non Israele, ma l’azione di Israele, solo perchè - a prescindere da questo fatto contingente - considera Hamas indifendibile, significa solo una cosa: accettare la logica dei due pesi e due misure. 
      Io dico che, se anche per me Hamas fosse indifendibile, non difenderei mai Israele per la sproporzione tra azione e reazione, tra problema e soluzione. 1200 morti contro una decina, mi sembra esagerato. 
      No?

       
  • Di Gloria Esposito (---.---.---.232) 16 gennaio 2009 20:16

    Lucia Annunziata è veramente ridicola,è andata in avanscoperta alla trasmissione di Santoro per farla chiudere.E’ triste come fu triste MAstella ma almeno lui sa di non essere un professionista.

  • Di Miki (---.---.---.116) 16 gennaio 2009 21:30

    Da fan di santoro, di annozero, di marcotravaglio and co.
    dico che Lucia Annunziata ieri sera aveva ragione... dal punto di vista professionale aveva ragionissima nel criticare il itigio in diretta nazionale di 2 ragazze emotivamente troppo coinvolte nella questione.
    Dico che Lucia Annunziata se ne è andata esclusivamente per la battutina di Santoro, che io stimo, ma che non sempre riesce ad essere superpartes, ed offre così il fianco alla maledetta politica che non aspetta nient’altro che questo per strumentalizzare il tutto.

  • Di io (---.---.---.183) 16 gennaio 2009 21:48

    la destra in italia è filo-israeliana perchè è filo-americana,e gli americani sono filo-israeliani..è tutta una questione di potere..si difende sempre il + forte per ricevere in cambio dei benefici...se i palestinesi fossero stati + potenti degli israeliani a quest’ora fini era da santoro a complimentarsi con lui x la bella trasmissione di ieri...
    delle bombe,dei massacri dellee ingiustizie compiute ora da israele alla politica non gliene può fregare di meno..1 gran bello schifo..

  • Di malatempora (---.---.---.141) 16 gennaio 2009 22:28

    Trovo a dir poco allucinante la risposta di tale Rocco Pellegrini verso chi critica la politica attuale di Israele (Quanto all’Italia mi dispiace per te ma sono elezioni democratiche perchè nessuno costringe nessuno questo in paese, come vedi da questo sito neanche gli amici dei terroristi e dei nemici della libertà). Al di là della pochezza e miseria di questo intervento che non risponde a nessuna delle questioni poste in altri commenti ma si limita a dire che la colpa dei massacri attuali e passati dipenda in buona parte da Hamas, considerato un covo di fanatici terroristi. Si può accettare ogni critica se ben motivata ma non l’ignoranza storica, Hamas non esisteva prima di Arafat ma è nata nel 1987 come una vera organizzazione politica e sopratutto fino a pochi anni fa aveva scarso seguito tra i palestinesi.Nel 2006 vince a sopresa le elezioni nella striscia di Gaza, il resto è storia conosciuta. Tuttavia quello che mi irrita è leggere accuse di essere amico dei terroristi o contro la libertà verso chiunque si permetta di criticare Israele, estrapolando da un discorso argomentato su quello che sta avvenendo nella strscia di Gaza, qualche frase e citare a sproposito Hitler e il nazismo. Sono atteggiamenti a dir poco spregevoli e indice di una profonda intolleranza di chi si nasconde citando il nazismo e lo sterminio nei campi di sterminio e assimilando ogni critica allo stato israeliano al terrorismo o all’antisemitismo

    • Di Rocco Pellegrini (---.---.---.2) 16 gennaio 2009 23:30

      Lei, tal malatempora, invece è un bel tollerante non c’è dubbio si evince dal contesto.
      Pensi alla sua di miseri che ce ne ha tanta.
      A chi ha criticato me?
      Ma veramente? Se ha qualcosa da dire risponda nel merito delle mie argomentazioni altrimenti non si arrampichi sugli specchi che farebbe ben a studiare un pò di storia dei fratelli mussulmani da cui viene il movimento di Hamas e capirà che la presenza politica che ha le date che lei cita è soltanto lo svelamento di un profondo retaggio che vine molto ma molto da lontano.

    • Di sergio (---.---.---.2) 17 gennaio 2009 01:30

      chi ha creato hamas? 

  • Di sergio (---.---.---.2) 17 gennaio 2009 01:00





  • Di sergio (---.---.---.2) 17 gennaio 2009 01:18

    non sò cosa sia successo, nel messaggio non era scritto niente. sarò bevissimo. trasmetto dall’ africa ed ho probblemi di connessione. la censura non è fatta alle cose dette su gaza, ma a ciò che a detto il sig. travaglio. le cose che lui ha detto, e non vedo un motivo per cui non dovrei credergli, sono di una gravità "moltissimo più assai" di mani pulite. ( superlativo non assoluto ma assolutissimo)

  • Di asriva dalla Francia (---.---.---.26) 17 gennaio 2009 01:27

    Ho visto la trasmissione in Francia via satellite mi é sembrato che rai due é stata coraggiosa e dico bravo ai giornalisti di anno zero

  • Di Roberto Calabrò (---.---.---.130) 17 gennaio 2009 13:32

    Santoro ha dato voce ai senza voce.
    E ha fatto vedere immagini che nessun altro aveva avuto il coraggio di mostrare.
    Immagini che parlano da sole. E fanno vedere cosa significhi "operazione" nella Striscia di Gaza: morti, distruzione (chi riscostruirà case, scuole, ospedali, attività commerciali dei palestinesi?), desolazione e disperazione.

    Questo è stato il "crimine" commesso da Santoro, in mezzo a tanta disinformazione organizzata.

    Quanto alla Annunziata, il suo gesto la definisce come persona e come giornalista.
    Non si può andare ospiti nella trasmissione di un collega e discettare, con supponente aria da maestrina, su come si conduce (domanda: lei avrebbe accettato lo stesso comportamento nel suo programma?).

    E poi alzarsi e andarsene senza entrare nel merito delle questioni, dimostra solo la pochezza delle idee -poche ma confuse - dell’Annunziata, la quale - ricordiamolo - stigmatizzò un analogo comportamento tenuto da Berlusconi nel suo programma...

    Santoro ha fatto bene due volte: nel preparare una puntata dedicata alla tragedia palestinese, con una pluralità di voci, e nel rispondere a tono all’Annunziata.

    Le critiche del mondo politico, il giorno dopo, sono la prova provata di quanto l’informazione non di regime dia fastidio. E quanto la politica la inquini a fondo.
    Non stupisce l’attacco a testa bassa di Fini e soci. Purtroppo - a questo punto - non stupisce neppure il silenzio del PD.

    Se Santoro dovesse essere ancora una volta censurato, l’attacco non sarebbe solo nei suoi confronti, ma nei nostri, di cittadini che hanno il diritto ad avere un’informazione libera, con punti di vista diversi.
    Dovremmo smettere di costituire inutili gruppi su Facebook e intasare i siti web di commenti....e passare all’azione: scendere in piazza e protestare per un diritto fondamentale che ci viene negato!

  • Di (---.---.---.78) 17 gennaio 2009 20:28

    ricordo a tutti che hamas è inserita nella lista delle organizzazioni terroristiche..
    tanto varrebbe fare una bella trasmissione pro brigate rosse..
    qualcuno si pone il problema che un tale comportamento configura ipotesi di reati di natura penale legate all’apologia di reato ?
    il tutto con il benestare di una tv di stato, dello stesso stato che considera hamas un’organizzazione terroristica..
    qui sono tutti matti..

    • Di Kocis (---.---.---.233) 17 gennaio 2009 21:39
      Gentile “anonimo”,
       
      evidentemente lei è totalmente fuori tema.
       
      L’oggetto, invece, come discusso nella trasmissione, tratta della Strage degli innocenti.
      Quella operata in questi 22 giorni dagli armigeri-guerrieri mandati dai governanti di Israele che, armati di tutto punto – dall’elementare proiettale al fosforo bianco, dalle mega bombe di una tonnellata alle bombe che lanciano attorno decine di migliaia di micro schegge – portano eroicamente avanti le loro azioni.
      Gli effetti della criminale operazione si vedono bene, tutti “santi e benedetti”:
      • quasi 1200 uccisi, oltre 6000 feriti. In gran parte civili.
      • Centinaia e centinaia di bambini straziati e smembrati. Migliaia feriti e mutilati.
       
       
      Al sito del quotidiano “l’Unità” è successo una cosa molto strana.
      Ieri mattina avevano aperto un luogo di dibattito sulla trasmissione di Santoro. In prima pagina.
      Visto il gran successo, oltre 500 partecipanti fino al tardi pomeriggio, questa sera hanno premiato l’entusiastico modello partecipativo innescato: hanno chiuso la finestra del confronto.
      Non c’è più, non si riesce più a trovare.
      “Misteri della fede”.
    • Di Antonio (---.---.---.244) 18 gennaio 2009 00:34

       Caro anonimo, basta inserire un nome in una lista e si diventa terroristi.....
      ....hai ragione, sono tutti matti....

      quanto ha discusso l’Europa prima di inserire quel nome in quella lista? Sai quando è successo? hanno intavolato un dibattito pubblico? hanno ascoltato la società civile? 
      niente di tutto questo. E’ successo, lo si apprende dai giornali, ma non si sa nè quando nè perchè. 
      Ed è propio questo modo di fare dell’Europa (e degli Usa) che mi fa paura.

  • Di Gianni (---.---.---.83) 18 gennaio 2009 17:56

    L’ex piduista si chiama Fabrizio Cicchitto, non Francesco, per la precisione....

  • Di Paolo Praolini (---.---.---.154) 18 gennaio 2009 19:27
    Paolo Praolini

    Il mio dispiacere è che la politica italiana ha discusso troppo sulla trasmissione di Santoro invece che interessarsi alla drammatica situazione palestinese.
    Non ho visto nessun uomo politico italiano alzare il sedere e muoversi in azioni diplomatiche indirizzate al confronto tra le parti in guerra.
    La loro pochezza non gli concede altro al di fuori di esprime una superficiale critica ad una trasmissione televisiva.
    Il destino del nostro paese con questa condotta è destinato ad essere il fanalino di coda in Europa per carisma e decisionismo in politica.

  • Di (---.---.---.209) 19 gennaio 2009 12:48

    Anche io penso che sia stata una trasmissione faziosa! C’erano delle voci diverse, è vero, però sembrava chiaro che il timone puntasse verso una zona ben definita, sia nei filmati, sia in studio! 
    Lo dico pur criticando Israele, che avrebbe dovuto agire diversamente..Però era chiara la sottovalutazione delle responsabilità pregresse di Hamas, ad es nel tiranneggiare gli stessi palestinesi (come è stato accennato, nel silenzio dei presenti, anche in uno dei video tramsmessi), nel dichiarare sempre di voler la distruzione di Istraele, nel cinico e barbaro uso dei civili nella loro "guerra"...

  • Di Iva testa (---.---.---.242) 22 gennaio 2009 13:38

    ha fatto bene Lucia Annunziata ad abbandonare lo studio di Santoro. E ha fatto malissimo quest’ultimo a raccontare il conflitto di gaza da posizione di parte. La guerra è complessa e va raccontata con lucidità e dando voce a tutti i protagonisti dello scontro. santoro non ha fatto buon giornalismo ed ha trasformato un’utile opportunità in una tribuna faziosa. Iva testa

  • Di alberto (---.---.---.163) 22 gennaio 2009 14:34

    Gentile Anonimo,
    rimango costantemente stupito dal tuo considerare Hamas come l’unica realtà palestinese.Come se dovessimo interpretare la condizione palestinesi solo dal livore e dal fanatismo di integralisti.
    Ti è cosi difficile guardare le foto? non vederle ,immagino che anche tu l’abbia fatto, dico esattamente guardarle...
    Guarda le espressioni dei soccorritori di fronte all’ennesimo massacro, vedi rabbia o odio?Io vedo l’ennesimo riproporsi di incredulità di fronte alla monumentale stupidità umana.
    Vedi le espressioni ,i gesti ,la tragedia di persone che cercano una normalità che non ci può essere fra case in fiamme ,ospedali crollati?Credi che siano quelle le persone che odiano Israele o che gli vogliono negare il diritto di esistere?(diritto che dico polemicamente molto ben difeso)
    Prima di assegnare la trincea in cui combattere all’ultimo sangue a persone di cui nulla conosci, forse non è il caso di scoprire i loro pensieri?
    p.s. Nel caso non ti sia mai accorto molti dei problemi che affliggono l’umanità da sempre ,nascono quando qualcuno discetta di opinioni altrui senza conoscerle. Sono convinto che quelle persone di cui parlavo poco sopra abbiano voglia di urlare al mondo le loro ragioni, solo che siamo troppo presi dalle nostre convinzioni per ascoltarle.
    E intanto mentre da una parte scuole e ospedali bruciano, dall’altra si riempono piscine con acqua che altri avrebbero usato per irrigare i campi....

  • Di marcus (---.---.---.112) 24 gennaio 2009 12:06

    purtroppo santoro è ed è sempre stato un buffone di sinistra, un arriogante coem lo sono sempre i comunisti sinistri, speriamo che come sono stati buttati fuori dal parlamento questa volta, lo0 siano x sempre....

  • Di marpers (---.---.---.113) 24 gennaio 2009 16:09

    La sensazione e’ stata che Lucia abbia volutamente provocato la rissa, fornendo un assist formidabile ai soliti noti che si sono scagliati con veemenza contro Santoro. Primo fra tutti Fini, seguito dal solito Gasparri, l’immancabile Cicchitto , il voltagabana Capezzone, insomma il meglio dei tramboni cui siamo abituati a sentire le sentenze. Cantava nel coro anche Petruccioli, in quota all’opposizione, ma difficilmente contro la maggioranza . Mi chiedo dove erano gli stessi quando il cardinale Martini parlava della striscia di Gaza , come di un lager e lo stesso papa criticava il comportamento di israele.

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.



    Pubblicità




    Pubblicità



    Palmares

    Pubblicità