• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Attualità > Società > Acquistare senza prevaricare: 10 mosse eque e solidali

Acquistare senza prevaricare: 10 mosse eque e solidali

Consumatori equi o predatori? Un decalogo per acquisti equilibrati in un mondo un po’ troppo squilibrato.

 

Di Anna Rastello

"Quando l'economia uccide bisogna cambiare" è l'invito di padre Alex Zanotelli, prete comboniano che ha dedicato molta vita a cercare di scardinare i meccanismi nefasti che dividono gli abitanti della terra in predati, predatori e opportunisti. E per rispondere a questo invito, nell'epoca in cui il globale è locale e la nostra comunità non conosce confini, ci troviamo a dover rivedere tutti i rapporti tra Nord e Sud del mondo, rifiutando la prevaricazione che da sempre ha identificato la società occidentale: già l'antica Grecia occupava nuovi territori per arricchirsi, per diventare più potente e per influenzare la politica interna delle nazioni conquistate, ed è in questa visione del mondo che il colonialismo pianta le proprie radici.

Dieci mosse eque e solidali

Negli ultimi decenni la presa di coscienza dell’iniquità dei rapporti tra ricchi e poveri e l’incremento della popolazione mondiale hanno avviato un meccanismo virtuoso, indicando le tante azioni che possono riequilibrare questo mondo squilibrato; favorire il Commercio Equo e Solidale (Comes) è un primo, semplice passo. Alla base del Comes c'è la volontà di determinare prezzi equi per i produttori (contadini, artigiani), anelli deboli nel commercio tradizionale, costruendo una filiera corta, ossia un ciclo produttivo-commerciale fatto di pochi passaggi: produzione, importazione, eventuale trasformazione, distribuzione presso le botteghe. Inoltre per entrare nel circuito del Comes è necessario rispettare alcuni vincoli come, per esempio, il divieto di impiegare lavoro minorile, l’invito alla cooperazione tra produttori e retribuire con salari equi gli eventuali dipendenti.

Pur privilegiando l’acquisto di beni prodotti in modo corretto che percorrono pochi chilometri per raggiungere le nostre tavole, raccomandiamo decisamente di prediligere i prodotti del Comes quando l'alternativa è una merce senza anima. È preferibile scegliere il chinotto del savonese, ma tra il chinotto industriale e quello dell’America Latina non c'è storia: il secondo è certamente migliore per il benessere personale e globale!

Qui di seguito dieci piccole mosse per cambiare punto di vista.

Acquista giusto

Molti articoli venduti nelle botteghe sono materie prime coltivate nei paesi del Sud del mondo trasformate da cooperative, associazioni, microaziende locali, tenute a rispettare principi di attenzione all’ambiente e alla persona (spesso danno lavoro a soggetti fragili).

Acquista sobrio

Acquisti sobri e semplici sono spesso più gradevoli e di migliore qualità; cerca l'autenticità del prodotto, la sua unicità, la tipicità del Paese di provenienza, specie se si tratta di oggetti di artigianato.

Acquista un progetto

Cerca di conoscere il progetto che sta dietro al prodotto che stai per comprare: le botteghe sono liete di raccontarti come il tuo acquisto può incidere sulla vita di coloro che hanno realizzato ciò che tu stai portando a casa tua.

Acquista trasparente

Coloro che ti accolgono nelle botteghe del Comes possono darti le informazioni sulle differenti componenti che concorrono a formare il prezzo.

Acquista leggero

Ogni prodotto ha un invisibile zaino ecologico (consumo di materiale, risorse ed energia, e rilascio di rifiuti ed emissioni inquinanti): scegli prodotti che siano leggeri e, se possibile, venduti sfusi o, perlomeno, con un imballaggio ridotto all’osso o riciclabile al 100%.

Acquista con piena coscienza

Ricordati che ciò che viene venduto qui da noi è spesso fabbricato in Paesi in cui c'è ancora povertà e sfruttamento, in condizioni lavorative, sociali e ambientali ingiuste e inammissibili, che arricchiscono le aziende produttrici, normalmente multinazionali del Nord del mondo.

Acquista con generosità

Non cercare il prezzo più basso, acquista meno merci, ma che non portino nelle loro fibre sudore mal pagato e danni alla salute e all'ambiente. Prodotti del Comes a te costano qualcosa di più, però moltiplicano il reddito di chi li coltiva o li realizza. Puoi rinunciare a un caffè ogni tanto, per non dover sentire l'amaro in bocca ogni volta che ne bevi una tazzina.

Acquista con attenzione

Non acquistare merci di multinazionali che non osservano le condizioni minime di rispetto dell'ambiente e delle vite umane, animali e vegetali. Ricorda che caffè, tè, spezie e molti altri prodotti possono essere coltivati esclusivamente, o quasi, nel Sud del mondo.

Acquista con lungimiranza

Se acquisti prodotti che garantiscono condizioni eque ai produttori migliorerai le loro condizioni di vita e darai il tuo contributo allo sviluppo equilibrato di popolazioni da sempre considerate depredabili.

Acquista senza fare beneficenza

Se acquisti prodotti del Comes ricordati sempre che il tuo non è un moto di bontà, ma un atto dovuto verso produttori che si meritano una giusta paga.

Qui il numero completo di Alterazioni Consapevoli

Questo articolo è stato pubblicato qui

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.



    Pubblicità




    Pubblicità



    Palmares

    Pubblicità