• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

Service tax: quella stangata oscura

Di paolo (---.---.---.182) 3 settembre 2013 07:35

Leggo i tuoi articoli e non ho dubbi su come la pensi . E non ho neppure dubbi sulle manfrine politiche e propagandistiche per far digerire una tassa ,è storia italiana .

Il mio rilievo era sul fatto che prima di giudicare bisogna conoscere .I meccanismi della "Service tax " sono ancora tutti da chiarire ,compreso chi siano i soggetti a pagarla ed in quale misura .Probabilmente molto dipenderà dalla decisione delle amministrazioni comunali nell’applicazione delle aliquote e nella definizione dei soggetti.E’ chiaro ed evidente il tentativo di introdurre una tassa "federalista " che sostituisca l’IMU ,unica tassa che aveva queste caratteristiche (con buona pace della Lega eterna alleata di Silvio ) .

Dove sta scritto il principio che gli inquilini (o locatari) non debbano essere soggetti ad una tassa sui servizi? Chi è il soggetto che utilizza i servizi ? Non mi sembra che allargare la base di imputazione sia un’idea peregrina ,anzi . Se tutti pagano si paga meno .
Comunque staremo a vedere .
ciao


Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.