• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

Brindisi: intervista all’uomo sospettato dell’attentato (e gli errori di Ruotolo)

Di Geri Steve (---.---.---.66) 22 maggio 2012 14:59

prima di tutto, è doveroso esprimere solidarietà ad una persona ingiustamente offesa e insultata.

L’argomento è prova di cattivo giornalismo ed è già stato discusso in questa stessa pagina
http://www.agoravox.it/Brindisi-sul...

non vorrei ripetermi lungamente qui , ma sono convinto che ci sia una pesante distorsione del problema. il punto focale non è stato nella pubblicazione del nome, ma nella pubblicazione di tante notizie infondate.

L’uso di twitter poi, complica tutto: è una pubblicazione? forse no, ma può fare ancora più danno.

Stiamo andando verso una pseudoinformazione che include leggende metropolitane, diffamazione, depistaggi... poi c’è l’effetto combinato: se uno dice/scrive che in questura c’è l’assassino e un altro dice/scrive il nome di chi c’è in questura, teoricamente nessuno dice che quel tizio con nome e cognome è l’assassino, ma di fatto è ciò che è stato detto.

Sono problemi gravi riassumibili in una sola parola: disinformazione.


Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.