• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

Libia - Vai avanti te, figlio mio!

Di Claudio Cilli (---.---.---.72) 21 febbraio 2011 11:20
Claudio Cilli

E’ proprio bello vivere in un Paese libero e democratico, dove l’informazione è imparziale ed obiettiva, senza condizionamenti politici.


Mentre Repubblica e questo sito riportano le preoccupanti notizie che giungono dai paesi africani, il giornale radio Rai questa mattina diceva che in Libia la situazione è complessa ma sotto controllo, e che chi è scappato lo ha fatto per sua scelta, ma non certo perché costretto dalle circostanze o dalla paura. Oggi a Tripoli c’è una bella giornata di sole! Praticamente, a detta del nostro Ministero della Propaganda, si tratta di scaramucce inoffensive, ma tutto si risolverà per il meglio.

Mi ricorda ciò che mio nonno mi raccontava: mentre la radio fascista inneggiava alle vittorie dei nostri impegnati al fronte e alla prosperità economica della nazione, le uniche notizie vere ci venivano dalle radio estere captate clandestinamente.

Corsi e ricorsi storici... sempre attuale G.B.Vico, non c’è che dire!

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.