• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Attualità > Politica > USA: la fine del bando contro i visitatori Hiv+

USA: la fine del bando contro i visitatori Hiv+

John Kerry sarebbe stato un ottimo Presidente degli Stati Uniti. Ma anche come semplice membro del Senato, non scherza. E’ infatti passato per 80 a 16 il suo disegno di legge per abrogare l’odioso bando contro i visitatori Hiv+ in vigore negli USA dal 1987 per mano di un politico omofobo della North Carolina, Jesse Helms. Il Senato ha passato anche la triplicazione delle spese contro l’AIDS e l’assunzione di un esercito di 140.000 infermieri e personale paramedico.

John Kerry sarebbe stato un ottimo Presidente degli Stati Uniti. Ma anche come semplice membro del Senato, non scherza.

Lo scorso 20 luglio il Senato degli Stati Uniti ha approvato con uno schiacciante voto di 80 a 16 la proposta del senatore democratico del Massachussettes Kerry e del senatore repubblicano dell’Oregon Smith di triplicare lo stanziamento dei fondi per combattere l’AIDS - da 15 a 48 milioni di dollari, con l’assunzione e la formazione tra l’altro di
un esercito di 140.000 tra infermieri e personale paramedico per i prossimi tre anni - e per abrogare il bando che vigeva dal 1987 per opera del senatore omofobo repubblicano della North Carolina, Jesse Helms, nei confronti dei viaggiatori sieropositivi. Il provvedimento aspetta ora solo la firma del presidente Bush per diventare effettivo.

Il dibattito è andato avanti per alcuni anni: da un lato le associazioni per i diritti civili e quelle per i diritti delle persone LGBT, il partito democratico e la parte più liberal del partito repubblicano, che alla fine ha convinto anche il presidente Bush; dall’altro gli esponenti della destra repubblicana omofoba e della Christian Coalition.



Il bando verso i sieropositivi è tutt’oggi in vigore in tredici nazioni, tra cui Russia, Sudan, Arabia Saudita, Libia, Cina. Proprio la Cina ha annunciato di allentare il bando in occasione delle Olimpiadi, ma non ha, a tutt’oggi, fatto seguire provvedimenti. Il Canada ha abrogato una limitazione analoga nel 2006.

Il bando contro i sieropositivi ha causato diversi incidenti diplomatici e cause internazionali al governo degli Stati Uniti. Anche l’Europarlamento si era occupato della questione attraverso la rappresentante britannica del gruppo Liberaldemocratico Baroness Sarah Ludford, che aveva lanciato una petizione e aveva ottenuto che il Commissario europeo alla Giustizia, Jacques Barrott, presentasse lo scorso giugno un’interrogazione formale presso il ministro della Sicurezza interna degli Stati Uniti, Michael Chertoff.

L’approvazione della proposta Kerry-Smith dello scorso 20 luglio è una delle più grandi vittorie ottenute dal movimento LGBT statunitense degli ultimi tempi, assieme all’approvazione del riconoscimento del matrimonio tra coppie dello stesso sesso in California e Massachussettes.

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.








    Palmares