• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Attualità > Ambiente > Tutto sotto controllo (secondo il forum nucleare)

Tutto sotto controllo (secondo il forum nucleare)

Mentre i giornali di tutto il mondo parlano di una possibile catastrofe nucleare i toni sul sito del forum nucleare italiano sono ben diversi

Farebbe quasi tenerezza, se non ci fossero dietro interessi fortissimi che condizionano la nostra politica e la nostra vita di cittadini. Proprio mentre tutto il mondo guarda con ansia alle notizie provenienti dal Giappone, con il commissario Ue all'Energia che dice "la situazione è fuori controllo", con le navi Usa che girano al largo, le rotte aeree modifiche, le ambasciate che invitano i propri connazionali ad abbandonare il paese, 750 tecnici che abbandonano l'impianto di Fukushima, nuove scosse, esplosioni, rischio di fusione, danni alla centrale 2, radioattività in aumento a Tokyo, andate a dare un'occhiata al sito del Forum Nucleare.
 

I quattro reattori di nuovo sotto controllo, "È troppo presto per dire che il peggio è alle spalle, ma le notizie che arrivano da Fukushima, in Giappone, sembrano indicare una positiva stabilizzazione dei quattro reattori nucleari della centrale". "Anche i livelli della radioattività di Tokyo, che ieri erano cresciuti – anche se non avevano raggiunto livelli pericolosi – sono scesi"

Certo, come no.

Queste sono le persone che dovranno gestire con trasparenza il nucleare in Italia.

Commenti all'articolo

  • Di (---.---.---.62) 18 marzo 2011 15:25

    Sono molto preccupato!
    Quando c’è gente (vedi Casini) che continua a dire che in fondo ci sono anche altre scorie tossiche disperse nell’ambiente a seguito di terremoto e tsunami mi rendo conto che evidentemente non conoscono la differenza tra rifiuti chimici tossici e plutonio: sono tutti materiali inquinanti paragonabili!
    Qualcuno dovrebbe spiegare loro che il plutonio rimane tossico per migliaia di anni, che le aree distrutte dallo tsunami sono 400 KMQ, mentre l’area a rischio radiazioni è, per il momento, già 10.000 KMW (raggio di 30 KM), che le dighe distrutte si possono ricostruire, mentre le centrali danneggiate si possono solo abbandonare.
    La diossina di Seveso è stata bonificata (forse) e la zona continua ad essere densamente popolata. Cosa sarebbe ora l’area se invece di diossina si fosse trattato di veleni radioattivi? Una landa sterile e disabitata!
    Certe dichiarazioni mi preoccupano perchè provengono da chi potrebe essere in grado di decidere per noi, e che ivece dimostra in questo modo di non avere la minima idea di quello di cui sta parlando.
    Essendo il Giappone una delle nazioni più tecnologicamente avanzate della Terra, non è facile liquidare il tutto dicendo che è dovuto all’incompetenza dei responsabili (come ha fatto Zichicchi per Cernobyl), per cui si da la colpa all’età delle centrali, dimmenticando che le centrali hanno retto sia al terremoto che allo tsunami. A cedere sono stati i sistemi ausiliari! Probabilmente sarebbe successo anche con centrali nuove! Con una centrale nuova si sarebbero, forse, solo limitate leggermente le conseguenze.
    Renato

  • Di milvio (---.---.---.36) 5 aprile 2011 15:15

    è interessante proseguire la discussione sul forum nucleare neutrale. sono migliaia i commenti e i voti al referendum nucleare http://www.forum-nucleare.org vi prego di far conoscere il sito ad ogni vostro conoscente o parente. Milvio

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.








    Palmares