• lunedì 21 aprile 2014
  • Agoravox France Agoravox Italia Agoravox TV Naturavox
  • Fai di AgoraVox la tua homepage
  • Contatti
AgoraVox Italia
  Home page > Attualità > Cronaca > Stupro Velletri: dopo la distruzione del Tribunale continuano le accuse e (...)
di Sergio Bagnoli venerdì 25 novembre 2011 - 4 commenti oknotizie
0%
Articolo interessante?
 
100%
(6 Voti) Votate quest'articolo
  • Fare una donazione
  • Stampa
  • Lasciare un commento
  • Marquer et partager

Stupro Velletri: dopo la distruzione del Tribunale continuano le accuse e le giustificazioni

Dopo l'inaudito assalto al tribunale, gli amici dei condannati rincarano la dose: "Quella sedicenne rumena era solamente una zingara che si è divertita e poi ha mentito".

"Innanzitutto i ragazzi ingiustamente condannati non sono Rom ma italiani di origine argentina o napoletana, semmai è la sedicenne presunta vittima ad essere una zingara rumena, conosciuta come una ragazza molto bugiarda. Contro le sue dichiarazioni ci sono le parole non solo dei tre condannati ma pure quelle di trenta testimoni che ci dicono che le cose non sono andate come raccontano i giudici di Velletri che, di fronte alle menzogne di una rumena, non hanno esitato a crederle senza avere in mano lo straccio di una prova.

I giudici italiani con una mano, assai leggera, condannano per omicidio il poliziotto Spaccarotella, che una domenica di qualche tempo fa uccise un tifoso laziale nell'area di servizio di Badia al Pino sull'Autosole, a soli nove anni di reclusione e con l'altra condannano quasi alla stessa pena tre malcapitati ragazzi italiani per lo stupro, che nessuno ha visto al di fuori della vittima, di una rumena pur senza lo straccio di una prova ma, anzi, a fronte di ben trenta testimoni che la sbugiardano".

Con queste parole hanno commentato i fatti, approfittando di una sorta di tribuna aperta loro concessa dalla versione online de Il Messaggero, il quotidiano più venduto a Roma, gli amici dei gemelli ventenni Emiliano e Nicolas Pasimovich, cittadini italiani nati in Argentina, condannati ad otto anni e sei mesi per la violenza carnale consumata ed i cui parenti alla notizia della sentenza hanno devastato il Tribunale di Velletri cercando di aggredire i tre magistrati del Collegio giudicante a stento salvati dalle forze dell'ordine, accorse in forze da tutti i Castelli Romani.

Venti assalitori rinchiusi in carcere, sei tra Carabinieri e Poliziotti ricoverati in ospedale, buona parte del Palazzo di Giustizia della cittadina a sud di Roma gravemente danneggiato: questo il risultato di una serata folle. I tre giudici, ed il Pm d'udienza insieme a loro, del tribunale penale presieduto da Bianca Ferramosca, a latere Sabrina Lorenzo e Gilberto Muscolo, se la sono vista davvero brutta: le Forze dell'Ordine li hanno sottratti per un pelo dal linciaggio.

Ora è l'Associazione Nazionale Magistrati a fare la voce grossa."A furia di gridare alle toghe rosse, ai magistrati comunisti ed al complotto politico da noi organizzato, alla fine gli italiani, o per meglio dire certi italiani, ci hanno creduto. Siamo completamente delegittimati, chiediamo tutela al Csm ed al suo Presidente Giorgio Napolitano" chiosano molti dei magistrati italiani.

Rincara la dose la rappresentante romana di Telefono Rosa, spalleggiata dalla Presidentessa nazionale Maria Gabriella Carnieri Moscatelli: "Il processo è stato duro, difficile. Pur trovandosi di fronte ad una parte lesa di soli sedici anni, le difese degli imputati non hanno lesinato riferimenti maliziosi e feroci alla vittima ed alla sua comunità nazionale, facendo ricorso pure al sottinteso sapiente. Le arringhe difensive si sono svolte secondo i peggiori cliché del "machismo" italico: la vittima che diviene colpevole, gli stupratori che sono, invece, delle vittime a loro volta".


pagina successiva >>



di Sergio Bagnoli venerdì 25 novembre 2011 - 4 commenti oknotizie
0%
Articolo interessante?
 
100%
(6 Voti) Votate quest'articolo
  • Fare una donazione
  • Stampa
  • Lasciare un commento
  • Marquer et partager

Commenti all'articolo

Lasciare un commento


(Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

Attenzione : questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell’articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista… Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l’articolo nello spazio I commenti migliori

Un codice colorato permette di riconoscere :

  • I nuovi iscritti
  • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
  • L’autore dell’aritcolo

Se notate un bug non esitate a contattarci.

Pubblicità

Pubblicità

Sondaggio

Dal palco del V-Day Beppe Grillo ha proposto di indire un referendum per uscire dall’Euro. Secondo voi


Vota

Palmares

Pubblicità


  • Groupe Agoravox sur Facebook
  • Agoravox sur Twitter
  • Agoravox sur Twitter
  • Agoravox Mobile

AgoraVox utilizza software libero: SPIP, Apache, Debian, PHP, Mysql, FckEditor.


Sito ottimizzato per Firefox.


Avvertenza Legale Carte di moderazione