• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Attualità > Ambiente > Oltre Alex Bellini, per la nostra salute (video)

Oltre Alex Bellini, per la nostra salute (video)

Alex Bellini è su Facebook e circolano i suoi video, con messenger, così uno è arrivato anche a me e decido di farlo viaggiare, dal tavolino di casa, dal mio pc al vostro schermo. Chi è? 

Alex Bellini (Aprica, 15 settembre 1978) è un esploratore italiano, diventato noto al pubblico per le sue imprese estreme, tra cui le traversate oceaniche a remi, in solitaria e in completa autonomia: "Non mollate, soprattutto quando vi sentite sconfitti, perché quel briciolo di energia è ancora lì, dentro di voi". 

Dunque un nuovo progetto per l'esploratore italiano Alex Bellini: alzare la mano in favore del mondo, e navigare sui 10 fiumi più inquinati del pianeta che scaricano tonnellate di plastica negli oceani. Lo ha raccontato in una imperdibile intervista su Vanity Fair a Paola Manfredi.

Ma ora andiamo a capire meglio con i mezzi miei...

Nel video 10 RIVERS - 1 OCEAN, si spiega: "In questo suo nuovo progetto Alex Bellini, avventuriero ed esploratore, navigherà lungo i 10 fiumi più inquinati di plastica al mondo con un’imbarcazione auto-costruita, creata con materiali di riciclo raccolti localmente. La Spedizione servirà come motivazione per sbloccare l'urgenza di agire, ma creerà anche il giusto mix di autenticità e credibilità per presentare al mondo nuove ed entusiasmanti soluzioni per risolvere la nostra imminente crisi ambientale". 
 
 
Uno studio di ottobre 2017, basato sull'analisi di campioni di plastica e sull'elaborazione di dati acquisiti da ricerche precedenti, identifica i 10 principali fiumi che trasportano negli oceani il 90% circa della spazzatura di plastica: lo studio, è pubblicato su Environmenthal Science & Technology.
Ecco i fiumi, i grandi nastri trasportatori che trascinano la maggiore quantità di plastica: lo Yangtze, lo Xi e lo Huanpu (Cina), il Gange (India), il Cross (confine tra Camerun e Nigeria), il Brantas e il Solo (Indonesia), il Rio delle Amazzoni (Brasile), il Pasig (Filippine), l'Irrawaddy (Myanmar).
 
Ci raccontò questa estate Milena Gabanelli: per chi non lo sapesse, una cannuccia dispersa nell’ambiente impiega 500 anni per distruggersi completamente. In Italia se ne consumano 2 miliardi all’anno; in tutta Europa 36 miliardi.

Se fossi più giovane direi che sono un'anonima bancaria, come cita anche Alex Bellini, che per tante ragioni è rimasta tale ma ha a cuore i suoi figli, le creature che sono in mare, la natura intorno... invece sono in pensione fortunatamente da molti anni e i figli sono cresciuti, hanno a cuore anche più di me il futuro della nostra Terra. Spero in una grande condivisione, chiedo di diffondere informare, come è capitato a me...

Citando Alex: "Alcune delle distrazioni più grandi e più insidiose non provengono dall’esterno, ma dall’interno. Diventare una persona consapevole vuol dire riconoscere il chiacchiericcio mentale che limita quanto in là possiamo andare."

Save Earth, Save Nature!

"E' solo una cannuccia, è solo un bicchiere usa e getta, è solo una busta di plastica" - 7.4 miliardi di persone.

Non aggiungo altro, aggiungete voi, un anonimo gesto quotidiano per la vostra salute, e quella di tutti, e non aspettate che piova dall'alto chi lo farà per voi. Grazie

Doriana Goracci

n.b. Alex Bellini "Nel 2000 corre la Maratona di NY. Nell'aprile del 2001 partecipa alla Marathon des sables nel deserto del Marocco, una corsa a tappe di 250 km in piena autonomia. Nel febbraio 2002 partecipa all'Alaska ultrasport extreme: 600 km a piedi trainando una slitta e l’anno successivo conclude al terzo posto l'Alaska ultrasport impossible: ancora più dura, 1400 km a piedi percorsi in autonomia in meno di un mese (27 giorni). Poi Alex, un giorno, sogna il mare. Dalle montagne dell’Aprica, dove è vissuto oltre 20 anni, si ritrova a domandarsi come sarà stare là in mezzo e quando la curiosità si trasforma in un bisogno (a soli 22 anni), abbandona gli studi di scienze bancarie e comincia a progettare la traversata dell’oceano. Oggi Alex è il primo e unico italiano ad aver attraversato, remando, in solitaria, l'oceano Atlantico e quello Pacifico. Potremmo dire che Alex non abbia deciso di cambiare la sua vita ma abbia fatto delle imprese, della sfida con se stesso, una ragione di vita! Oggi, vive a Londra con la sua famiglia, sempre intento ad ideare e superare nuovi traguardi..."

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.



    Pubblicità




    Pubblicità



    Palmares

    Pubblicità