• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Tempo Libero > Musica e Spettacoli > Les nuits barbares ou les premiers matins du monde di H.Koubi a (...)

Les nuits barbares ou les premiers matins du monde di H.Koubi a Roma

Mercoledì 21 febbraio presso l’Auditorium Parco della Musica in Roma, andrà in scena: “Les nuits barbares ou les premiers matins du monde” della Compagnia di Hervé KOUBI. Hervé Koubi, biologo farmacista d’origine algerina, ha iniziato la propria carriera di ballerino-coreografo contemporaneamente agli studi universitari nell’ateneo di Aix-Marseille. Formatosi presso il Centre International de Danse Rosella Hightower di Cannes e poi all’Opéra de Marseille, ha lavorato con Jean-Charles Gil, Jean-Christophe Paré, Emilio Calcagno e Barbara Sarreau (tutti danzatori legati al Ballet Preljocaj). Nel 1999 è entrato nel Centre Chorégraphique National di Nantes e successivamente ha avuto l’opportunità di dedicarsi a sperimentazioni con Karine Saporta al Centre Chorégraphique National di Caen e con la Compagnie Thor diretta da Thierry Smits a Bruxelles. Nel 2000 ha realizzato il primo progetto personale, Le Golem iniziando in seguito a collaborare con Guillaume Gabriel a produzioni quali Ménagerie (2002) e Les abattoirs, fantaisie… (2004). Nel 2006 ha creato 4’30” insieme alla musicista Laetitia Sheriff e nel 2007 ha rimaneggiato Les heures florissantes, uno spettacolo itinerante del 1997 proposto sulla Croisette di Cannes, ed ha realizzato Moon Dogs, un saggio che mescola scrittura contemporanea e gestualità hip-hop. Risale al 2008 l’elaborazione di tre studi coreografici basati su altrettanti testi: Coppélia, une fiancée aux yeux d’émail…; Les Suprêmes e Bref séjour chez les vivants. Alla realizzazione di queste pièce hanno partecipato lo scrittore Chantal Thomas (Les Suprêmes) e il regista Romain Panassié.

Nel 2009 Hervé Koubi ha rappresentato con l’aiuto della compagnia ivoriana Beliga Kopé: “ Un rendez-vous en Afrique”. Sia la videoarte che la videodanza hanno fatto parte degli interessi di Koubi, come per esempio : Chic Chef di Max Vadukul per Yohji Yamamoto (2009), Bodyconcrete (2010) e Ovoid Edges (2012) di Pierre Magnol, Bodyconcrete 2 di Pierre Magnol e Michel Guimbard (2011). Dal 2010 ha intrapreso con un ensemble di dodici danzatori algerini e burkinabé un percorso creativo da cui sono scaturiti gli spettacoli El Din (2010-2011), Ce que le jour doit à la nuit (2013), Le rêve de Léa (2014), Des hommes qui dansent (2014) e Les nuits barbares ou les premiers matins du monde (2015-2016). Pur continuando la sua attività di coreografo per la propria compagnia, Koubi viene invitato a insegnare presso centri di formazione professionale in Francia e all’estero. Dal 2014 è coreografo associato del Pole National Supérieur de Danse (che riunisce l’École Supérieure de Danse di Cannes e l’École Nationale Supérieure de Danse di Marsiglia). Dal 2015 è inoltre coreografo associato del Conservatoire de Danse di Brive-la-Gaillarde. Nel luglio 2015 E’ stato insignito del titolo di Cavaliere delle arti e delle lettere.

Questo articolo è stato pubblicato qui

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.



    Pubblicità




    Pubblicità



    Palmares

    Pubblicità