• mercoledì 16 aprile 2014
  • Agoravox France Agoravox Italia Agoravox TV Naturavox
  • Fai di AgoraVox la tua homepage
  • Contatti
AgoraVox Italia
  Home page > Tribuna Libera > Impreparati e cialtroni: quello strano vizio degli italiani di farsi ridere (...)
di David Incamicia (sito) lunedì 13 febbraio 2012 - 5 commenti oknotizie
12%
Articolo interessante?
 
88%
(9 Voti) Votate quest'articolo
  • Fare una donazione
  • Stampa
  • Lasciare un commento
  • Marquer et partager

Impreparati e cialtroni: quello strano vizio degli italiani di farsi ridere dietro dal mondo

Dopo vent'anni di berlusconismo non c'è di che sorprendersi, ma con l'avvento del governo dei capaci pensavamo di essere divenuti tutti un po' più maturi e seri. E invece no.

Le ultime settimane - fra capitani codardi, forconi spuntati e sindaci spalatori - ci hanno regalato una serie di gag davvero niente male per un popolo abituato da sempre a farsi ridere dietro dal mondo. E' nella nostra indole, e non se ne abbiano a male i soliti stagionali dell'ipocrita patriottismo, quelli "che pure gli altri c'hanno i loro difetti".

Noi italiani, per citare "Il Carbonaro", una spassosa striscia pubblicata dal quotidiano online "il futurista", siamo un popolo di "mammoni, piagnoni, pigri e svogliati. Ma anche ipocriti, furbi e paraculi [...] al contempo immorali e moralisti. Siamo tutto e il contrario di tutto, diciamo convinti una cosa e la neghiamo il giorno dopo. Ecco perché veniamo schifati dall'Europa: perché siamo degli spergiuri, dei chiagniefotti, dei tagliagole devoti alla Maronna. Popolo bue, popolo beo, popolo baubau. Portatori di pizza ai citofoni d'Europa, ecco il nostro destino". Ed io sottoscrivo in pieno.

Perché, per citare sempre un intervento della stessa rubrica, "io no, non credo. Non ci credo che questo Paese cambi, che diventi moderno e normale. Sì, fottutamente normale. Io vi odio italiani pecioni, raffazzonati, bugiardi. Sì, voi figli di Pinocchio, voi che sotterrate soldi perché ne cresca un albero, voi che correte dietro al primo Lucignolo, voi che anche quando ragliate da somari la colpa non è mai vostra, voi che pregate la Madonna mentre andate a puttane. No, non cambierà mai nulla in questo Paese. Viziati come quei cani che i padroni lasciano cagare al centro del marciapiede, come quei padroni figli di cane che senza la fattura c'è lo sconto. Vi ucciderei tutti, 58 milioni di volte...".

Esagero? Sono troppo ingeneroso? Sputo nel piatto in cui mangio fin dalla nascita? Può darsi. Ma quando guardo negli occhi i miei ancora piccoli e inconsapevoli figli e penso a quale società li attende, allora detesto me stesso per averli messi al mondo e i miei genitori sessantenni e tutta la loro egoista generazione che ha spremuto questo Paese come un limone vivendo a lungo al di sopra delle proprie possibilità. Per lasciare in eredità un cumulo di macerie sociali, economiche e morali a noi venuti dopo e a chi ancora ci succederà.

Schettino, quel pacioso italiano medio che ha causato la tragedia della nave Concordia, non è come pure alcuni indulgenti sociologi hanno azzardato nelle proprie analisi "un raro ed eccezionale esempio di cialtroneria capitato per caso al posto sbagliato nel momento sbagliato". No, perdio, lui è la regola! Perché di sciagurati simili se ne incontrano a bizzeffe in ogni ambito della società, anche in quelli in cui proprio non dovrebbero stare, e loro sanno bene di non essere l'eccezione né di suscitare, per questo, l'automatico disprezzo di chi li circonda e conosce.


pagina successiva >>



di David Incamicia (sito) lunedì 13 febbraio 2012 - 5 commenti oknotizie
12%
Articolo interessante?
 
88%
(9 Voti) Votate quest'articolo
  • Fare una donazione
  • Stampa
  • Lasciare un commento
  • Marquer et partager

I commenti più votati

  • 5 voti
    (---.---.---.52) 23 aprile 2012 23:38

    Negli anni 70, dopo avere conseguito il titolo di studio, iniziai a lavorare dando tutto me stesso all’azienda per garantirmi il posto e la stima dei superiori. Qualche giorno dopo fui avvicinato da un sindacalista della CGIL, il quale dopo avermi indottrinato sui vantaggi dell’iscrizione al sindacato, m’invitò a essere più moderato nel lavoro e meno evidente. Motivo? Mettevo in difficoltà i colleghi che non facevano una "mazza" tutto il giorno. Per un attimo cercai di capire dove stava il trucco, poi mi resi conto che fare il proprio dovere ti portava solo guai con i colleghi e diventavi antipatico a chi remava contro (il lavoro). Oggi, osservando ciò che è successo all’Italia a livello europeo e agli italiani in termini economici e di occupazione, mi sono reso conto che parte dei guai ce li siamo procurati da soli con la nostra furbizia e stupidità tutta italiana. Abbiamo raccolto, insieme ai sindacati, ciò che abbiamo seminato.
    Carlo

Commenti all'articolo

Lasciare un commento


(Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

Attenzione : questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell’articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista… Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l’articolo nello spazio I commenti migliori

Un codice colorato permette di riconoscere :

  • I nuovi iscritti
  • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
  • L’autore dell’aritcolo

Se notate un bug non esitate a contattarci.

Pubblicità

Pubblicità

Sondaggio

Dal palco del V-Day Beppe Grillo ha proposto di indire un referendum per uscire dall’Euro. Secondo voi


Vota

Palmares

Pubblicità


  • Groupe Agoravox sur Facebook
  • Agoravox sur Twitter
  • Agoravox sur Twitter
  • Agoravox Mobile

AgoraVox utilizza software libero: SPIP, Apache, Debian, PHP, Mysql, FckEditor.


Sito ottimizzato per Firefox.


Avvertenza Legale Carte di moderazione