Fermer

  • AgoraVox su Twitter
  • RSS

 Home page > Tempo Libero > Musica e Spettacoli > Il Teatro degli Orrori: tour, Sziget Festival ed album fotografico

Il Teatro degli Orrori: tour, Sziget Festival ed album fotografico

L'uscita, lo scorso 31 gennaio, dell'ultima fatica de Il Teatro degli Orrori, “Il Mondo Nuovo”, un concept album interamente dedicato ai temi dell'immigrazione, ha incontrato subito l'attenzione del pubblico italiano e non solo. E' stata infatti ufficializzata ieri la presenza della band al Sziget Festival che, quest'anno, si terrà dal 6 al 13 agosto nella solita location, l'Isola di Obuda a Budapest.

Dopo la presenza dei Verdena al Festival ungherese del 2011, quest'anno toccherà quindi alla band veneta rappresentare l'Italia in riva al Danubio, nel festival che è oramai giunto alla sua ventesima edizione.

Il Teatro degli Orrori si aggiunge alla lista degli altri artisti internazionali che, per il momento, sono stati confermati, tra i quali: Placebo, Korn, The Horrors, Hurts, Mando Diao, The Vaccines, Friendly Fires, Two Door Cinema Club, The Subways.

Momento d'oro, dunque, per il Teatro degli Orrori.

L'annuncio della loro presenza al Sziget Festival è infatti stato dato in concomitanza con l'inizio della tournée di presentazione del loro nuovo album che li porterà nelle principali città italiane ed è stato annunciato come uno degli avvenimenti più importanti del panorama musicale italiano, registrando già tre sold out nelle prime quattro date del tour.

La direzione artistica della manifestazione ungherese si è inoltre detta particolarmente felice e soddisfatta della presenza della band italiana, essendo appunto una delle più richieste ed apprezzate in questo momento ed essendo sicuramente capace di offrire al pubblico del Sziget uno spettacolo di altissima qualità.

Un'altra novità in questo periodo particolarmente felice per la band è, infine, la pubblicazione di un album fotografico a loro dedicato, dal titolo “Il Teatro degli Orrori, dall'Impero delle Tenebre al Mondo Nuovo”, realizzato dal romano Daniele Leonardo Bianchi, che ha seguito la band in tutti questi anni, non solo come fotografo, ma anche come supporter, amico e fan.

Il libro descrive il percorso che ha portato la band a calcare i palchi di tutti i principali club ed eventi italiani, dal primo folgorante esordio del 2007 con l'album “Dell’impero delle tenebre”, fino ad arrivare al 2012, coinvolgendo migliaia di fan, imponendo uno stile musicale inconfondibile ed affermandosi come una delle band più influenti della scena indipendente italiana.

A proposito del libro, il frontman Pierpaolo Capovilla ha così commentato: "Daniele, con sguardo concreto ed onirico, disincantato ed allucinato, riesce sempre e disinvoltamente, dio solo sa come, a focalizzare i momenti più forti, più intensi e significativi dei concerti de Il Teatro degli Orrori."; mentre un altro componente del gruppo, il bassista Giulio Ragno Favero, ha detto: "Questo libro sarà a tutti gli effetti, con le sue ombre e le sue luci, la testimonianza di un periodo irripetibile nella vita di ognuno di noi".

 

LEGGI ANCHE: Intervista a Capovilla (Teatro degli Orrori): tra musica, poesia, politica, impegno civile

Commenti all'articolo

  • Di (---.---.---.90) 9 marzo 2012 15:36

    Sono proprio contenta che il " teatro degli Orrori" rappresenterà l’Italia al Festival Ungherese, visto che di loro non si parla tanto (a torto), mentre invece sono bravissimi, e quindi grazie per questo articolo che informa gli estimatori del gruppo della loro presenza al Sziget Festival.

  • Di (---.---.---.90) 9 marzo 2012 15:59

    Alla faccia di chi identifica la musica italiana con il genere neo-melodico! Questa è la VERA musica italiana. Capovilla è fantastico, durante i concerti sembra essere posseduto dalla musica.


Lasciare un commento


Sostieni AgoraVox

(Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

Un codice colorato permette di riconoscere:

  • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
  • L'autore dell'aritcolo

Se notate un bug non esitate a contattarci.



Pubblicità




Pubblicità



Palmares


Pubblicità