• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Tempo Libero > Sport > Giro d’Italia: Cavendish I, la prima maglia rosa

Giro d’Italia: Cavendish I, la prima maglia rosa

Il britannico, peraltro il primo nella storia della corsa dello stivale, si impossessa della prima maglia rosa. Il giro del centenario ha il suo primo Re.

15.35. E’ iniziato in quel momento il giro del centenario, e subito si è andati forte. La prima squadra a partire, si è trattato infatti di una cronometro a squadre, è stata anche quella che ha percorso il più rapidamente i fatidici 20.5 km.

La Columbia High Road ha saputo approfittare del fattore vento, il quale cambiando direzione con il passare del tempo ha ostacolato gli avversari, per ribaltare un pronostico che non li vedeva come favoriti. Una squadra che probabilmente non potrà puntare su nessun uomo di classifica ma che con questa bella prestazione può sperare di mantenere la maglia per qualche importantissimo giorno. Le volate dei prossimi giorni sono infatti proprio il pane quotidiano della maglia rosa Mark Cavendish.

Per la classifica generale forse non avranno nessuno ma al momento si godono quel che hanno, del doman non v’è certezza.

Seconda si è piazzata la Garmin Slipstream, squadra le cui ambizioni erano prevalentemente rivolte ad oggi e sul cui futuro ancora vi è una nebbia protettiva. Terza invece una squadra che non ha bisogno di presentazioni, e i cui obiettivi sono ben chiari, la corazzata Astana di Lance Armstrong e Levi Leipheimer. Solo il secondo sembra dalle dichiarazioni essere l’uomo da classifica, ma oggi Armstrong ha voluto tagliare il traguardo in testa al suo team. Non sappiamo cosa significhi, ma raramente Re Lance fa qualcosa senza motivo...

Via via tutti gli altri. I distacchi non sono stati enormi, a pagarne le spese più di tutti sono stati Simoni e Garzelli, relegati a circa un minuto. Per gli altri distacchi al massimo di 36" (Sastre). Il migliore dei rivali è stato Di Luca che insieme al suo team si è piazzato a soli 9 secondi dall’Astana, situazione favorevole anche a Petacchi che potrebbe rapidamente puntare anche lui alla maglia rosa sin da domani.

La tappa di domani infatti prevede 156 km, da Jesolo a Trieste, piuttosto pianeggianti. Perfetti per la sfida tra Cannoball (Mark Cavendish) e AleJet (Alessandro Petacchi).


ORDINE D’ARRIVO
1. Columbia, 20,5 km in 21:50 (media di 56,335 km/h)
2. Garmin a 06.
3. Astana 13.
4. LPR 22.


5. ISD 27.
6. Katusha 35.
7. Rabobank 38.
8. Liquigas 40.
9. Lampre 42.
10. Milram 49.
11. Cervélo 49.
12. Barloworld 54.
13. Saxo Bank 55.
14. Caisse d’Epargne 58.
15. Bouygues Telecom 1:01.
16. Diquigiovanni 1:06.
17. Quick Step 1:14.
18. Xacobeo 1:19.
19. Acqua & Sapone 1:21.
20. Silence 1:22.
21. AG2R 1:35.
22. Fuji 1:37.

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.








    Palmares