Fermer

  • AgoraVox su Twitter
  • RSS

 Home page > Tempo Libero > Recensioni > "Donna alla ricerca dell’origine" di Clarisse Schiller

"Donna alla ricerca dell’origine" di Clarisse Schiller

Ed è per questo motivo che Clarisse Schiller, saggista e psicologa ha deciso di scrivere Donna alla ricerca dell’origine. Prima ha scoperto se stessa e poi ha scritto un manuale di ausilio per tutte le donne.

In un momento storico dove la donna viene vista come un oggetto e non viene valutata per la sua intelligenza ed il suo essere interiore, ecco un libro che parla di donne con la "D" maiuscola. Si tratta di un vero manifesto, un baluardo alle donne, un viaggio interiore alla scoperta della vera essenza della donna.

Perché, nelle letterature dei secoli, emergono poche donne? L’austro-ungarica autrice analizza nel profondo la psicologia e gli illustri filosofi per studiare la reputazione della donna nella storia. La domanda fondamentale che si chiede la Schiller è "perché lo abbiamo permesso?"

"La vita è una scuola continua per imparare a vivere", incalza l’autrice. Ma la realtà è che siamo troppo impegnati a rispettare le scadenze giornaliere della routine che ci travolge. Bollette, lavoro, assicurazione, mutuo, traffico, benzina, soldi. E chi ha più tempo di pensare alla propria coscienza, al proprio essere? I sensi della donna vengono appannati allontanandola, pian piano, dal suo ordine di natura.

Osare è la parola d’ordine di questo saggio. A volte, ascoltare il cuore, l’istinto può tirar fuori il meglio del carattere di una persona. Dar credito sempre a frasi come “Non è rispettoso”, “Non devo farlo” e altre frasi simili sono viste dall’autrice, come un "disco inceppato che blocca la tua vita".

Il libro è arricchito da una bibliografia di consultazione finale, nella quale la stessa esperta consiglia manuali per approfondire determinati argomenti trattati. Questo saggio è uno spunto, l’unione delle varie sfaccettature della donna ed è, per questo motivo, dedicato a tutte le donne che non vogliono sentirsi al margine della società ma che, anzi, lottano quotidianamente per far valere le proprie idee. Lo scopo di questo libro è proprio stimolare al cambiamento della vita di ciascuna donna. Esclama l’autrice: "Voglio dire che questo sesso debole forse così debole non è!"

Questo articolo è stato pubblicato qui


Ti potrebbero interessare anche

"Vi presento la mia Nannarella". Viaggio nel mondo di Anna Magnani
La rivoluzione sessuale nel mondo arabo
Il capitalismo umanizzato dei braccialetti contro la violenza
Alice: 88 tasti nella storia
Appunti su Alberto Cavallone


Lasciare un commento


Sostieni AgoraVox

(Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

Un codice colorato permette di riconoscere:

  • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
  • L'autore dell'aritcolo

Se notate un bug non esitate a contattarci.



Pubblicità




Pubblicità



Palmares


Pubblicità