• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Attualità > Società > Chi trova un amico trova un tesoro: stop al massacro degli agnelli a (...)

Chi trova un amico trova un tesoro: stop al massacro degli agnelli a Pasqua

Chi trova un amico trova un tesoro: stop al massacro degli agnelli a Pasqua

Ogni anno vengono massacrati più di 900 agnelli solo per Pasqua, e tutti hanno poche settimane di vita.

Poche settimane di vita e l’uomo già interviene per mozzarla, e con crudeltà.
 Da qui l’idea di mobilitare più blogger e persone possibile contro il tradizionale massacro degli agnelli a Pasqua: possiamo fermarlo!
 
Il blog Riciard’s ha dato vita a una campagna, condotta in prima fila da un papero (Palmiro) e un agnello usciti dalla magica penna di Sauro Ciantini, alla quale potrete partecipare diffondendo l’idea.
 
In molti hanno raccolto la voce, ed hanno iniziato a gridare dai propri blog, come del resto anche lo stesso Beppe Grillo.
 
Come fare a partecipare, direte? Iniziando a comprare uova biologiche, ad esempio. Che c’entra? Guardate qui.
 
Oppure semplicemente prendete il disegno e fatene un volantino, un adesivo, oppure scrivete un articolo sul vostro blog, o segnalate questo con una mail ai vostri amici. Sul blog Riciard’s è disponibile anche un banner da prelevare per i più pigri ;)
 
Il problema che ci si pone è di livello culturale: se davvero è necessario cambiare qualcosa, come ne sono convinto, è necessario partire dalla quotidianità, da gesti consapevoli e scelte consapevoli.
 
Eliminare un premier, di per sè, è un fatto di poco valore.
 
 Alla campagna di sensibilizzazione si affiancano le idee dei lettori per quanto riguarda un ipotetico pranzo pasquale vegetariano; in molti hanno già segnalato le proprie ricette, puoi farlo anche tu a: riccardotronci@hotmail.it
 
La campagna dei blogger contro il massacro pasquale degli agnelli è iniziata. Sei con noi?
 
 
 

Commenti all'articolo

  • Di pint74 (---.---.---.186) 27 marzo 2010 00:05
    pint74

    Il consumatore dovrebbe dettare legge,invece succede sempre il contrario.
    Le aziende,con la pubblicità (complice anche l’gnoranza ed il menefreghismo della gente),riescono a "dirigere" il consumatore verso il prodotto più redditizio.
    Forse è ora di dire basta e di prendere in mano le "redini"?
    Sicuramente questo sarebbe già un buon inizo.
    Diffondo e spero che molti altri seguano l’esempio.
    Un’augurio di buona Pasqua e di riuscire a fermare il massacro rituale.

  • Di Riciard (---.---.---.115) 27 marzo 2010 12:25
    Riciard

    beh s’, questo è un piccolo passo, nella direzione giusta.

    Nel momento in cui la maggioranza di noi si renderà conto di poter esercitare questo potere, il più sarà fatto ;)

Lasciare un commento

Per commentare registrati al sito in alto a destra di questa pagina

Se non sei registrato puoi farlo qui


Sostieni la Fondazione AgoraVox







Palmares