• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Attualità > Cronaca > Carbosulcis: operaio si taglia un polso per protesta

Carbosulcis: operaio si taglia un polso per protesta

Continua ad essere critica la situazione nella miniera di carbone Carbosulcis a Nuraxi Figus, di proprietà della Regione Sardegna, dove da tre giorni un centinaio di lavoratori sono scesi a quasi 400 metri di profondità, occupandola di fatto, in attesa che il Governo trovi una soluzione alla chiusura (che dovrebbe avvenire il 31 dicembre di quest'anno).

Stamattina i minatori avevano indetto una conferenza stampa ed è lì che uno degli occupanti, Stefano Meletti, delegato RSU della Uil, ha deciso di ferirsi con un coltellino. Meletti ha prima gridato: "E' questo che dobbiamo fare, ci dobbiamo tagliare?" per poi prendere velocemente un coltellino e tagliarsi all'altezza dell'avambraccio. Il taglio "esteso e profondo è stato curato con dieci punti di sutura", hanno fatto sapere i medici. Un gesto forte di protesta che ha preso in contropiede anche i suoi stessi compagni che denunciano come la situazione sia in costante peggioramento. Meletti, curato all'Ospedale di Carbonia, è in buone condizioni fisiche, ma i medici hanno preferito tenerlo ancora in osservazione a causa delle sue condizioni psicologiche.

Anche il segretario provinciale della Uil Mario Crò ha lanciato un appello alla calma. ''Quanto successo stamattina è preoccupante" ha detto, invitando tutti alla calma.

Intanto si susseguono problemi di salute per i minatori, soprattutto quelli dovuti alla pressione, ai quali si aggiungono problemi all'aerazione che ha costretto alcuni operai a uscire dalla miniera, pur senza abbandonare la protesta.

Il Consiglio Regionale della Sardegna, intanto, ha approvato all'unanimità un ordine del giorno che impegna la giunta a sollecitare il Governo nazionale al rispetto delle decisioni del Parlamento dando immediata attuazione alla legge 99/2009, a sostenere attivamente la vertenza e la lotta dei lavoratori della Carbosulcis e a riferire costantemente al Consiglio regionale gli sviluppi della vertenza

Commenti all'articolo

  • Di (---.---.---.27) 29 agosto 2012 17:09
    Caro Meletti,
    la prossima volta diritto la lama sulla tua giugulare ed avrai il successo assicurato.

    Ripeto!
    Facciano saltare la dinamite e poi con qualche camion di inerti chiudiamo la bocca di pozzo, ci piantiamo sopra tante croci colorate arcobaleno e non se ne parli più.
    .
    La Lady di Ferro ha chiuso le sue miniere 30 anni fa ed io sono stanco che i vari governi mi mettano le mani nel portafoglio per mantenere lavoratori improduttivi e con le aziende in perdita.

    Andate da Cappellacci a farvi assumere in una nuova istituenda provincia.

    Mandi,
    Renzo Riva

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.








    Palmares